NEWS

Audi TT: per lei un leggero lifting

18 luglio 2018

Dopo quattro anni di vita, la terza generazione dell’Audi TT viene sottoposta al restyling. Rivisti anche i motori e i sistemi di bordo.

Audi TT: per lei un leggero lifting

PICCOLE NOVITÀ - La prima Audi TT fece il suo esordio nel 1998 e, con la sua linea ispirata alla scuola della Bauhaus dei primi del ‘900, fu subito un successo. La terza generazione dell'Audi TT è stata lanciata nel 2014, diversa dalle “antenate” per effetto dello stile meno tondeggiante che in passato. Ora viene aggiornata con pochi e sapienti interventi estetici, alle dotazioni e ai motori. L'Audi TT 2018 riceve ritocchi al design tutto sommato limitati: nella parte anteriore si nota una griglia non più con lamelle orizzontali, ma con una trama a nido d’ape, e un nuovo disegno delle prese d'aria nella parte inferiore, mentre dietro cambia leggermente il fascione nella parte bassa e troviamo fanali con diverso disegno interno. Insomma, solo un occhio più che attento potrà distinguere la TT rinnovata.

DOTAZIONE PIÙ RICCA - Sulla rinnovata Audi TT sono disponibili a pagamento i fari anteriori a led e quelli a led con matrice attiva. A richiesta si può avere anche il nuovo pacchetto esterno S line (montato sulla vettura gialla qui sopra), composto da diverse prese d'aria anteriori, bandelle sottoporta e uno scivolo posteriore dell'aria maggiorato. Sulla TT 2018 debuttano inoltre i colori blu Cosmos, arancio Pulse e blu Turbo, i cerchi da 18” a 20” sono ridisegnati e arrivano novità per l'equipaggiamento interno: fin dalla versione meno costosa ci sono il selettore delle modalità di guida, l'accensione automatica di “tergi” e fari anteriori, gli specchietti riscaldati e la basetta senza fili per ricaricare gli smartphone compatibili. Optional la strumentazione digitale Active Display e il sistema multimediale connesso ad internet.

I BENZINA HANNO IL FILTRO - I motori ordinabili inizialmente sull'Audi TT 2018 sono i benzina 4 cilindri turbo da 197 CV, 245 CV e 306 CV, disponibili rispettivamente sulle TT 40 TFSI, TT 45 TFSI e TTS. Tutti sono dotati del filtro anti-particolato per la riduzione dei gas allo scarico. L'Audi TT 40 TFSI è l'unica ordinabile solo a trazione anteriore, mentre l'integrale quattro è optional sulla TT 45 TFSI e di serie sulla TTS, che in attesa della cattiva Audi TT-RS è la più potente e sportiva del lotto: per accelerare da 0 a 100 km/h ha bisogno infatti di soli 4,5 secondi. Sull'Audi TTS sono compresi nel prezzo anche gli ammortizzatori a controllo elettronico. Tutte le novità sono previste anche sulla TT Roadster, dotata di una capote in tela ripiegabile elettricamente fino a 50 km/h al posto del tetto rigido in metallo.

EDIZIONE LIMITATA - L’Audi TT 2018 sarà in vendita entro fine 2018 e potrà essere ordinata anche nella versione speciale TT 20 years (foto qui sopra), un allestimento in 999 esemplari per celebrare i 20 anni dalla prima TT. I colori previsti sono due, il grigio Arrow e il grigio Nano, ma fra le personalizzazioni rientrano gli scarichi su misura, i fanali posteriori oled, i quattro anelli ad effetto opaco sulla soglia d'accesso e rivestimenti in pelle Nappa di colore marrone. Nell'abitacolo è presente infine una placca con il numero progressivo dell'esemplare.

VIDEO
Audi TT Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
149
99
70
66
93
VOTO MEDIO
3,3
3.303985
477


Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
18 luglio 2018 - 14:34
La versione base si 100 cavalli con un 1300 boxer che una BMW raggiungeva con un 1800. La 33 16v ne aveva 140 (anni 80). Poi se la guidavi buttavi il coupé che avevi nel fosso!
Ritratto di Magnificus
18 luglio 2018 - 15:20
Guidata e non apprezzata volante in posizione tipica da Carraro (trattori),,non so se ho reso l'idea
Ritratto di Andrea 01
19 luglio 2018 - 13:57
3
Versione base era un 90 o 88 a seconda della versione. 140 cv versione mai pervenuta, il motore più potente era un 1.7da 137 cv che perdevano 5cv per la versione 4x4 o permanent. Macchina dalla posi di guida terribile, volante grosso come uno Scania, e assetto nelle versioni base, tipiche di una barca a vela... L'ho avuta, e continuo a ringraziare chi me l'ha rubata, perché sono passato ad una 147.
Ritratto di alex_rm
18 luglio 2018 - 13:29
Ora ci sono i Suv coupe,appartegono ad atre epoche le varie Tigra,Puma,GTV,3 coupe,CLK,Calibra,Fiat coupe,Celica,Corrado,Scirocco,406,407 coupe le quali erano molto diffuse adesso andando in giro le coupe si contano sul palmo di una mano. Non ho mai visto una nuova TT.
Ritratto di gjgg
18 luglio 2018 - 14:18
1
Però in fondo si sono un po' tagliati da soli le gambe con le varie A5 coupè e fastback ecc. (idem con le varie 4er e 3er GT e 3 Compact ecc.). Molti clienti di queste vetture non proprio da famiglia e tuttavia di un certo costo saranno sicuramente nei paesi nordici, e se qua entravamo tranquillamente in 5 in una 500 negli anni '60, là l'impressione è che per tradizione adottino auto ben più spaziose. Per cui a parità di coupè l'una e coupè l'altra si buttano più su quelle più grandi. Difatti come molti già sopra pure io di TT nuove ne avrò vista forse 1 (viste più Alfa 4c, una Rossa e una Gialla), mentre di A5 ne passano relativamente in quantità
Ritratto di Giuliopedrali
18 luglio 2018 - 14:43
Alfa GTV: era stupenda pur molto imparentata strutturalmente con la Fiat Coupé, ma appunto la Fiat aveva un discreto spazio interno, vi ricordate la GTV non c'erano i sedili dietro o dovevi essere alto come un bambino di 5 anni e comunque era un incubo e il baule (baule...) era 110 litri invece dei 295 della Coupé Fiat, anche per questo mi sono tenuto il boxerone che stava comunque su un altro pianeta...
Ritratto di Bull 1000
19 luglio 2018 - 00:17
Pedrali, ho sempre pensato che non ne capissi un tubo di automobili e adesso ne ho la prova: la Fiat Coupè e l'Alfa GTV non avevano propro nulla in comune dal punto di vista telaistico. Basta considerare il fatto che la Fiat coupè (il cui pianale era quello della Tipo) aveva le sospensioni posteriori a bracci tirati in ghisa sferoidale (tu nemmeno sai di cosa sto parlando), mentre la GTV aveva dei McPherson modificati.
Ritratto di Giuliopedrali
19 luglio 2018 - 11:46
Be avevano solo lo stesso telaio, della Tipo 1988 tra l'altro... Come l'intera produzione Fiatalfa anni 90 dai.
Ritratto di Giuliopedrali
19 luglio 2018 - 11:50
Poi ho detto la Fiat coupé era davvero stupenda e la GTV ancora di più, il difetto dell'ultimo coupé Fiat semmai erano i costi di gestione, (magari un 1000 3 cilindri di oggi come base o un diesel o un GPL, oggi non sarebbe una bestemmia). La stupenda GTV non aveva semplicemente lo spazio dietro e il bagagliaio, per cui chiaro che le vendite erano al lumicino.
Ritratto di alex_rm
19 luglio 2018 - 17:14
La Fiat Coupe e stata l'unica Fiat disegnata da Cris Bangle poi passato in BMW e artefice della serie 5 E60.La Fiat coupe aveva anche buone prestazioni con il 2000 turbo 20v.
Pagine