NEWS

Auto delle forze dell’ordine: da Federcarrozzieri sanificazione gratuita

Pubblicato 22 marzo 2020

Iniziativa della Federazione carrozzieri indipendenti: pulizia degli abitacoli a beneficio di polizia locale, protezione civile, aziende sanitarie.

Auto delle forze dell’ordine: da Federcarrozzieri sanificazione gratuita

MASSIMA IGIENE - I medici ce lo ripetono da settimane: per combattere la pandemia da coronavirus, occorre anche la massima igiene. In particolare, ci si deve lavare le mani molto bene e molto spesso, per evitare di trasmettere il virus su quello che tocchiamo e per non infettarci con quello che abbiamo toccato. Per lo stesso motivo, si raccomanda anche la costante pulizia degli ambienti frequentati da più persone, come sono anche le auto. Ecco allora l’idea di MioCarrozziere, la rete che include consorziati di Federcarrozzieri (Federazione carrozzieri indipendenti): la sanificazione degli abitacoli delle vetture di chi è in prima linea nella lotta al virus. L’iniziativa è gratuita e su base volontaria (partecipano gli artigiani che si offrono) e riguarda le auto di polizia locale, protezione civile, operatori sanitari. Fra le città dove è già disponibile la sanificazione gratuita, citiamo Cernusco sul Naviglio (MI), L’Aquila, Usmate Velate (MB), i comuni della Val di Fiemme. 

CON L’OZONO - La sanificazione avviene tramite ozono e dura poco meno di mezz'ora. Il macchinario, posto nell’abitacolo chiuso, emette ozono eliminando i microrganismi che proliferano nell’abitacolo e nell’impianto di climatizzazione. Stando a Federcarrozzieri, il procedimento non lascia residui: al termine della procedura, i generatori riconvertono l’ozono in ossigeno.

CHE COSA DICE IL MINISTERO - Non ci sono prove scientifiche dirette che questa procedura colpisca il recente Covid-19, ma vari studi indicano che l'ozono riduce drasticamente la presenza di virus sulle superfici, e il ministero della Salute riconosce l’ozono come presidio naturale per la sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore: protocollo numero 24482 del 31 luglio 1996. Lo stesso ministero (per la precisione il Comitato nazionale per la sicurezza alimentare) il 21 ottobre 2010 ha ammesso l’utilizzo dell’ozono nel trattamento dell’aria e dell’acqua, ritenendolo utile come agente disinfettante e disinfestante. Il trattamento di sanificazione, poi, agisce su tutte le zone dell'abitacolo, anche quelle più nascoste e irraggiungibili. Può quindi costituire un valido supporto alla costante pulizia con apposito detergente "antivirus" delle parti più a rischio: volante, leva del cambio, maniglie e plancia. Ricordiamo infine che, in base al più recente decreto anti-coronavirus, i carrozzieri restano aperti, come gli altri autoriparatori (meccanici e gommisti).





Aggiungi un commento
Ritratto di Biondi stefano
22 marzo 2020 - 22:47
Bellissima iniziativa, GRAZIE DI CUORE. BRAVISSIMI
Ritratto di Montreal70
23 marzo 2020 - 01:36
L'ozono è provatamente efficace sul virus dell'influenza come per praticamente qualsiasi agente patogeno, quindi è solo questione di tempo prima che venga provata la sua efficacia contro il coronavirus. Io proprio oggi ho sanificato la mia auto in questo modo perché ieri ho inavvertitamente urtato una cassa del supermercato e poi mi sono seduto in auto. Fortunatamente tramite farmacqua avevo acquistato uno di questi apparecchi un paio d'anni fa e adesso ci disinfetto pure la spesa. Ora a quanto pare non se ne trovano più, volevo farlo prendere ai miei. Lodevole e intelligente iniziativa, con pochi watt e niente manodopera avranno un bel ritorno di immagine, alla fine basta solo tenere il clima acceso con il ricircolo inserito e aspettare che faccia effetto.
Ritratto di Citroen DS 23
23 marzo 2020 - 08:57
Interessante, ma, perdona la mia ignoranza, com'è che funziona esattamente? Ci devi mettere qualcosa per farlo funzionare?
Ritratto di Montreal70
23 marzo 2020 - 09:17
Praticamente sono macchine che tramite delle piccole scariche elettriche ricreano ciò che in natura sono i fulmini, producendo ozono. L'ozono sta all'ossigeno come il grafene al carbonio, è un suo stato allotropico. Quindi si può usare per trattare qualunque cosa senza che lasci residui pericolosi come il cloro. Basta attivare la produzione, scegliere la durata del trattamento (il mio ha un display con dei tasti) e concentrarlo, quindi chiudendo la macchina, mettendo la spesa in una scatola, la carne in un contenitore, chiudere lo sportello del frigo, ecc. Non nascondo che quando lo presi alcuni amici mi considerarono esagerato, ma alla fine serve a garantire igiene, quella che oggi più che mai fa la differenza.
Ritratto di erresseste
23 marzo 2020 - 08:49
Bel gesto, complimenti
Ritratto di Citroen DS 23
23 marzo 2020 - 08:56
Iniziativa lodevole. Complimenti!
Ritratto di spalla
23 marzo 2020 - 09:30
1
Bravi!
Ritratto di freaklondon
23 marzo 2020 - 12:34
Bravissimi!!