NEWS

Auto elettrica: quanto mi costi?

Pubblicato 29 agosto 2019

Una comparazione di quanto costa un tragitto medio, evidenzia le enormi differenze nei vari paesi del mondo.

Auto elettrica: quanto mi costi?

HOW MUCH - Quanto costa fare il pieno dell'auto elettrica? Il Sole24ore ha realizzato un’infografica dove sono messi a confronto i vari paesi del mondo. Il dato indicato si riferisce al costo di un tragitto di 100 miglia (160 km) con una Tesla Model S (autonomia dichiarata di 416 km), basandosi sul prezzo del kilowattora; è indicato anche il costo della singola ricarica (i dati sono forniti da Comparethemarket.com).

I VIRTUOSI - Nella classifica dei paesi più economici svetta il Cile, dove il prezzo per kilowattora è di 0,06 centesimi di euro; in questo paese per percorrere 100 miglia sono necessari 2,40 euro. Completano la mini classifica dei paesi più economici l’Australia, dove il prezzo per kWh è di 0,10 centesimi di euro (3,78 euro per percorrere 100 miglia), e il Canada, che ha gli stessi costi. Per quanto riguarda i paesi europei è l’Ungheria quella più economica, con un prezzo medio dell’energia di 0,12 centesimi di euro per kWh (4,47 euro il costo per percorrere 100 miglia).

 

 

ITALIA COSTOSA - Nella fascia dei paesi europei più cari figurano Belgio (0,35 centesimi a kWh) Germania (0,29 centesimi a kWh) e Danimarca (0,30 centesimi a kWh). L’Italia si classifica al quartultimo posto, con un prezzo per kWh di 0,24 (9,27 euro per percorrere 100 miglia).



Aggiungi un commento
Ritratto di Santhiago
29 agosto 2019 - 18:18
Sarà si un problema, per decine e decine di anni almeno, purtroppo
Ritratto di Spock66
29 agosto 2019 - 13:09
L'unica strada che vedo per far avere davvero successo all'elettrico è quella di accordarsi le case automobilistiche con le compagnie energetiche per avere tariffe flat mensili come per i Giga di internet.. tipo ricarichi Unlimited x 100 euro/mese..questa sarebbe la svolta epocale
Ritratto di anarchico2
29 agosto 2019 - 15:15
Finalmente un commento scritto usando il cervello, lontano da tifoserie.
Ritratto di RubenC
29 agosto 2019 - 15:31
1
Esistono già offerte flat per la ricarica, per esempio se si monta una colonnina domestica Alperia, o presso le stazioni Ionity (credo, ma non sono sicuro riguardo a queste ultime).
Ritratto di NeroneLanzi
29 agosto 2019 - 16:16
Il problema è che “il costruttore deve mettersi d’accordo con la compagnia energetica” tradotto significa “il costruttore deve pagare la compagnia energetica”. Entro certi limiti è sostenibile. Oltre risulta più conveniente ridurre direttamente i margini sulla vendita abbassando il listino.
Ritratto di FOXBLACK
29 agosto 2019 - 13:15
Ahahah bellissimo. ..con il mio scassone mi rimangono in tasca. .2. Euro. ...su 160 km...
Ritratto di remor
29 agosto 2019 - 14:03
Con le elettriche, come si diceva proprio in un recente articolo, bisogna sfruttare tutte le opportunità di ricaricare gratis o a prezzi ridotti (8 euro per una sessione di ricarica a prescindere, fino al pieno). Se ci si inizia a fare problemi del tipo -sì ma a casa sto più comodo- oppure -ma sotto quella colonnina quando appena finita la ricarica devo poi subito spostarmi mentre io invece volevo andare prima in quel negozio a fare una spesa-, o ancora -sì ma lì c'è solitamente da fare la fila- con tali approcci si rischia di effettivamente ritrovarsi a pagare il pieno in maniera che l'apparente e paventata super economicità dell'auto elettrica dal lato consumi viene a perdersi del tutto o quasi. E in aggiunta, come già fatto notare sopra nei commenti, molto probabilmente si è fatto il computo sul costo del kWh prettamente domestico, ossia non considerando l'extra costo che la maggior parte delle tipologie di colonnine fast poi applica, colonnine a cui molte tipologie di utente -i classici che non fanno solo e sempre casa lavoro- giocoforza dovrebbero ricorrere ad esempio nelle loro trasferte.
Ritratto di Thunder1
29 agosto 2019 - 15:24
1
Certo l'economicità va a perdersi del tutto nel mondo magico di remor... Confrontando una Tesla Model S da 3,8 secondi nello 0/100 km/h vs Fiat Panda 1.2 GPL da 15 secondi nello 0/100 km/h. Prova a confrontare una Model S da 3,8 sec nello 0/100 km/h con un auto di pari prestazioni e poi dimmi che risultati hai ottenuto.
Ritratto di remor
29 agosto 2019 - 15:52
Senza nemmeno mettere in gioco le varie sportive che attualmente diversi marchi tedeschi stanno proponendo a diesel -e che presumo sarebbero ancor meno bevone-, per la semplice Giulia Quadrifoglio mi sembra abbiano verificato sia AV che la rivista concorrente sta sui 10 km/l reali. Quindi con la benzina attorno ai 1.5e/litro significa che per fare 160Km occorrerebbero 24 euro. Tornando all'elettrica se invece che da casa a 0.24e/KWh si ricarica da colonnina fast ai classici 0,5e/KWh alla fine i 9.27e per coprire 160Km diventano più del doppio ossia circa 20 euro. Rispetto a 24e di quella che dovrebbe essere una idrovora sportiva con motore no diesel, no impiantizzato gpl, no impiantizzato metano, no ibrido, ma puramente a benzina non mi sembra un grandissimo gap. Il tutto per ribadire che non è che con l'auto elettrica ci sarebbe un grande-immenso risparmio a prescindere e quindi uno si benda gli occhi che gli va sempre di gran lusso nel risparmiare, ma bisognerà avere comunque accortezza.
Ritratto di Thunder1
29 agosto 2019 - 16:03
1
A parte che non sta scritto da nessuna parte che l'elettrico va comprato per risparmiare... uno potrebbe benissimo comprarsela per fare lo 0/100 km/h in 2,6 secondi e lasciarsi dietro chiunque al semaforo... ma poi che confronto sarebbe? Per la Giulia Quadrifoglio usi 1.5 al litro come riferimento (quando sappiamo bene che in autostrada spesso costa 1.7 - 1.8 e anche 2 euro/litro) mentre per l'elettrica usi in modo imparziale una tariffa doppia rispetto a casa come se uno tutti i giorni avesse necessità di andare ad una colonnina fast. A parità di condizioni l'elettrica da 3,8 secondi nello 0/100 km/h costa 9,27 euro x 160 km, la Giulia Quadrifoglio invece 24 euro, quindi più del doppio. I tuoi confronti invece sono conclusioni fatte al 100% in malafede.
Pagine