NEWS

Autovelox fissi: illegali in città se la strada non è scorrimento veloce

12 ottobre 2017

Un giudice ha dichiarato illegittima una multa per eccesso di velocità elevata a Firenze su una strada classificata “male” dal Comune.

Autovelox fissi: illegali in città se la strada non è scorrimento veloce

NON A NORMA DI LEGGE - Il Tribunale di Firenze ha disposto l’annullamento di una multa per eccesso di velocità elevata a un automobilista in Viale Gramsci a Firenze, sostenendo che la strada non ha le caratteristiche stabilite dalla Legge per posizionarvi un autovelox fisso, ovvero quelli montati all’interno di una struttura permanente e non trasportabili. La legge numero 168 del 2002 stabilisce infatti che i rilevatori di questo tipo possono essere impiegati solo lungo alcuni tipi di strade urbane, del tipo a scorrimento veloce con almeno 2 corsie per senso di marcia e carreggiate separate da uno spartitraffico. Il legale dell’automobilista ha basato il ricorso su questo aspetto, sostenendo che Viale Gramsci non ha le caratteristiche per essere considerato una vera strada a scorrimento veloce, come invece è stata furbescamente riclassificata dal Comune dopo aver messo gli autovelox.

BANCHINE “OCCUPATE” - L’avvocato ha citato la presenza di semafori, di aree di sosta con immissioni e uscite e la mancanza di vere banchine sul lato destro della carreggiata, stando al sito internet di informazione giuridica Dirittoegiustizia, nei cui spazi si trovano cassonetti della spazzatura e fermate degli autobus. Questi elementi, a giudizio del legale, non qualificano Viale Gramsci come una vera strada a scorrimento veloce. Il giudice ha accolto l’ultimo punto della tesi difensiva e ricordato che le banchine laterali servono “in previsione della necessità di sosta di emergenza degli utenti della strada”, quindi non possono venir occupate ma devono rimanere libere. Di conseguenza la multa è stata ritenuta illegittima. Una sentenza di questo genere è destinata ad essere impugnata da altri avvocati nel nostro Paese, che presenteranno ricorso contro le multe elevate in strade a scorrimento veloce considerate tali pur senza averne le caratteristiche.





Aggiungi un commento
Ritratto di Rav
14 ottobre 2017 - 12:24
3
Pienamente d'accordo. Il bello è che tanti perdono più tempo a ricorrere per orgoglio, di quello che avrebbero impiegato passando in quel tratto ai 50 al posto dei 70. Anche a me scoccia dover stare sempre attento ai velox, però se uno guida con un minimo di accortezza non li prende o, al massimo, riesce a rallentare in tempo. Poi invece ci sono quelli che nei centri urbani si sentono Ken Block e pretendono pure di aver ragione.
Ritratto di AlphAtomix
13 ottobre 2017 - 09:26
Ditelo a quelli di Treviglio, sono passato da quelle parti due settimane fa, ogni 50-100 metri c'è un autovelox in qualsiasi via tu percorra...
Ritratto di Dirk
13 ottobre 2017 - 13:23
Molti sono fasulli e non funzionano. Messi li apposta per far rallentare.
Ritratto di nando1209
14 ottobre 2017 - 08:54
E' molto triste constatare che i tutori della legge sono i primi a non rispettare le disposizioni di legge, con il solo scopo di fare cassa, della sicurezza non gli frega proprio nulla, l'importante è incassare, mi hanno fatto passare la voglia di usare l'auto, quando poi ci sono limiti di trenta km orari ne è un esempio una città a pochi km da casa mia, con multe a go go ritengo questi multe un furto legalizzato, ma purtroppo si sa l'Italia non è un paese normale in fatto di leggi.
Ritratto di Rav
14 ottobre 2017 - 12:18
3
Quindi per i paesi di campagna si possono fare i 300km/h indisturbati con questo ragionamento, però poi se succede qualcosa è una disgrazia. Io capisco che certi velox siano installati solo per fare cassa (fortunatamente dalle mie parti ce ne sono pochi messi con quella ragione) e che tra quelli ormai in disuso e quelli funzionanti non si capisca più niente, però questa storia che nessuno rispetta le regole per poi cercare il cavillo e magari lamentarsi sui social che girare per strada non è sicuro, ha abbastanza stufato. Io guido ormai da 11 anni e i limiti cerco di rispettarli. La volta che prenderò un velox imprecherò tra me e me e poi pagherò la multa (a meno che proprio la situazione non sia paradossale). Perchè il velox sarà pure posizionato non rispettando chissà quali standard, ma se il limite per quanto sbagliato che sia dice di fare i 50 e tu fai i 70, comunque stai infrangendo le regole.
Ritratto di Carlo 63
15 ottobre 2017 - 21:17
Bah che razza di commenti che leggo! per voi le strade sono tutte uguali ed i velox tutti regolari? Bene pagatevi le multe fatevi togliere i punti patente e ringraziate sempre allora! Ecco perchè un po' alla volta i governanti ci stanno togliendo la democrazia: non ne siamo degni.
Pagine