NEWS

Autovelox mobili: la multa non è valida se non sono segnalati

Pubblicato 26 ottobre 2021

La Cassazione ha confermato che anche gli autovelox posti sulle pattuglie delle varie forze dell’ordine devono essere adeguatamente segnalati.

Autovelox mobili: la multa non è valida se non sono segnalati

AUTOVELOX MOBILI - Subire una multa per eccesso di velocità non è certamente piacevole, soprattutto perché questo comporta la necessità di dover mettere mano al portafoglio per una spesa imprevista. Ci sono però delle situazioni in cui la sanzione può essere ritenuta non valida e quindi annullata, come indicata da una recente sentenza emessa dalla Corte di Cassazione. Che ha così chiarito i dubbi su cosa può accadere nel caso in cui l’autovelox presente in un tratto di strada non sia opportunamente segnalato: l’obbligo è valido anche per gli autovelox mobili montati sulle auto della polizia.

UNA LUNGA TRAFILA LEGALE - La vicenda trae origine da un’automobilista di Feltre (Belluno) aveva subito sei anni fa una multa per eccesso di velocità dopo essere stato sorpreso a 85 km/h in un tratto di strada in cui il limite era invece di 70 m/h. Una pattuglia della polizia presente sul posto dotata di autovelox Scout Speed aveva provveduto a sanzionarlo. L’uomo era però convinto di avere subito un’ingiustizia e aveva così deciso di fare ricorso. Alla fine, nonostante la trafila sia stata particolarmente lunga, è stato proprio il conducente a vincere fino ad arrivare alla sentenza della Cassazione emessa pochi giorni fa. 

LA SENTENZA - Nella quale si legge: "In attuazione del generale obbligo di preventiva e ben visibile segnalazione, contempla la possibilità di installare sulle autovetture dotate del dispositivo Scout Speed messaggi luminosi contenenti l'iscrizione “controllo velocità” o “rilevamento della velocità”, visibili sia frontalmente che da tergo. Molteplici possibilità di impiego e segnalazione sono correlate alle caratteristiche della postazione, fissa o mobile, sicché non può dedursi alcuna interferenza negativa che possa giustificare, avuto riguardo alle caratteristiche tecniche della strumentazione impiegata nella postazione di controllo mobile, l'esonero dall'obbligo della preventiva segnalazione".





Aggiungi un commento
Ritratto di MAUROXX
27 ottobre 2021 - 13:30
Lo scopo principale delle telecamere di sorveglianza è di evitare che si commetta il reato e non già l'identificazione del responsabile (scopo secondario) In sostanza, portando all’estremo il paragone, se metto delle telecamere sulla recinzione di casa sono più interessato ad evitare che mi uccidano o sono più interessato a fare identificare chi ma ha ucciso? Stesso discorso per gli autovelox, la collettività deve essere più interessata a fare rispettare i limiti o a multare chi li viola?
Ritratto di Paolo-Brugherio
27 ottobre 2021 - 13:44
6
Ma è chiaro che la collettività è interessata a che tutti rispettino i limiti (e non solo quelli, ma tutto il codice della strada), ma siccome ci sono quelli che se ne strafregano, allora pizzicandoli nel portafoglio forse anche questi si mettono in riga. Lo scopo delle telecamere è proprio l'identificazione di chi commette un reato, non quello di «eh... guarda che ti controllo: fai il bravo!»
Ritratto di Cibrario
27 ottobre 2021 - 15:17
Solone e Catone, leggendo i commenti rimarrebbero senza parole nel constatare, i loro odierni emuli.. Io invece ritengo che l'automobilista in quanto cittadino e persona abbia diritto a difendersi colpevole o innocente che sia, e lo Stato attraverso i suoi rappresentanti deve aiutare ad educare i cittadini al rispetto delle norme. premetto che sono contrario ai limiti di velocità sulle autostrade e ritengo spropositate le sanzioni economiche e amministrative che accompagnano le infrazioni al codice della strada, in assenza di incidenti causati dalle stesse infrazioni, assolutamente non in linea con il reddito medio degli italiani. per quanto attiene alle postazioni mobili, ho visto personalmente durante l'ultimo viaggio in Puglia sulla statale a doppia corsia per senso di marcia, la coppia di agenti nascosti dietro l'autovettura anonima, accanto allo strumento di controllo della velocità, nascosti alla visibilità degli automobilisti che transitavano, senza nessuna segnalazione mobile se non quelle fisse poste su tutta la tratta.Vergognoso..
Ritratto di Andrea Zorzan
27 ottobre 2021 - 19:48
Giusto, anche se, in un mondo ideale, non si rischia l'eccesso di velocità per recuperare il tempo perso in inutili code, frutto dell'inadeguatezza degli amministratori locali.
Ritratto di studio75
27 ottobre 2021 - 20:49
5
Se rispetto i limiti rispetto il codice della strada. Se i vigili rispettano l'obbligo di presegnalare la presenza del l'autovelox rispettano anche loro il codice della strada.
Ritratto di acerottobre
28 ottobre 2021 - 05:45
...il cartello di avviso "controllo elettronico della velocità" su certe strade lo incontri ogni km, ma quello del limite in quel tratto è inesistente...è verissimo!... e tra un centro abitato e l'altro, anche se potresti superare i 50km/h, nel dubbio continui a viaggiare piano...Vicino al cartello di "controllo elettronico della velocità dovrebbe essere obbligatorio indicare la velocità massima da rispettare!
Ritratto di CR1
28 ottobre 2021 - 06:17
è vero , è capitato che più volte su strade differenti di vedere controllo di velocità ma quale limite ? che diceva l ultimo cartello ? guardi il navigatore dice 90 , ah ok poi più avanti trovi il 70 !! e kazvolo + 20 poi più avanti tutti daccordo sul 90 o sul 70 , beh tanto andavo a 80
Ritratto di pluriflex
28 ottobre 2021 - 11:09
Il problema è che il verbale te lo spediscono tantissimi giorni dopo, come fai a dimostrare che non era ben segnalato, anche perchè se lo vedevi avresti rallentato. Bisognerebbe avere una mail, o un numero di telefono, della prefettura, che quando incontri una pattuglia con autovelox imboscato, o mal segnalatopuoi fare una foto e mandarla e quel giorno tutti le multe fatte in quel determinato punto vengono annullate, e il comandante, che ne risponde per i suoi uomini, viene punito
Ritratto di DIEGO 75
28 ottobre 2021 - 15:07
SALVE, IL PROBLEMA NON E' TANTO LA SEGNALAZIONE SEPPUR ELEMENTO IMPORTANTE, QUANTO IL DOPO VERBALE E CIOE' ANDARE A DIMOSTRARE LA SCORRETTA SEGNALAZIONE PREVENTIVA DEL CONTROLLO.
Ritratto di otttoz
28 ottobre 2021 - 18:55
speriamo inquadrino le buche e arrestino gli amministratori che non riasfaltano come si deve...l'asfalto non va dipinto di bitume!
Pagine