NEWS

Autovelox mobili: la multa non è valida se non sono segnalati

Pubblicato 26 ottobre 2021

La Cassazione ha confermato che anche gli autovelox posti sulle pattuglie delle varie forze dell’ordine devono essere adeguatamente segnalati.

Autovelox mobili: la multa non è valida se non sono segnalati

AUTOVELOX MOBILI - Subire una multa per eccesso di velocità non è certamente piacevole, soprattutto perché questo comporta la necessità di dover mettere mano al portafoglio per una spesa imprevista. Ci sono però delle situazioni in cui la sanzione può essere ritenuta non valida e quindi annullata, come indicata da una recente sentenza emessa dalla Corte di Cassazione. Che ha così chiarito i dubbi su cosa può accadere nel caso in cui l’autovelox presente in un tratto di strada non sia opportunamente segnalato: l’obbligo è valido anche per gli autovelox mobili montati sulle auto della polizia.

UNA LUNGA TRAFILA LEGALE - La vicenda trae origine da un’automobilista di Feltre (Belluno) aveva subito sei anni fa una multa per eccesso di velocità dopo essere stato sorpreso a 85 km/h in un tratto di strada in cui il limite era invece di 70 m/h. Una pattuglia della polizia presente sul posto dotata di autovelox Scout Speed aveva provveduto a sanzionarlo. L’uomo era però convinto di avere subito un’ingiustizia e aveva così deciso di fare ricorso. Alla fine, nonostante la trafila sia stata particolarmente lunga, è stato proprio il conducente a vincere fino ad arrivare alla sentenza della Cassazione emessa pochi giorni fa. 

LA SENTENZA - Nella quale si legge: "In attuazione del generale obbligo di preventiva e ben visibile segnalazione, contempla la possibilità di installare sulle autovetture dotate del dispositivo Scout Speed messaggi luminosi contenenti l'iscrizione “controllo velocità” o “rilevamento della velocità”, visibili sia frontalmente che da tergo. Molteplici possibilità di impiego e segnalazione sono correlate alle caratteristiche della postazione, fissa o mobile, sicché non può dedursi alcuna interferenza negativa che possa giustificare, avuto riguardo alle caratteristiche tecniche della strumentazione impiegata nella postazione di controllo mobile, l'esonero dall'obbligo della preventiva segnalazione".





Aggiungi un commento
Ritratto di umby1959
28 ottobre 2021 - 19:41
Premesso che molti verbali per eccesso di velocità sono elevati solo per meri motivi di cassa soprattutto da parte di alcune pattuglie della Polizia Municipale su strade di non competenza in quanto di competenza provinciale o statali o magari senza autorizzazione prefettizia ad effettuare tali controlli, con questa sentenza definitiva della Cassazione e che fa come suol dirsi "giurisprudenza" finalmente si è messa una parola definitiva su come devono essere effettuati tali controlli, necessari per la sicurezza di tutti ma senza essere eccessivamente pregiudizievoli per gli automobisti.
Ritratto di Scatnpuz
2 novembre 2021 - 19:10
Sei anni di procedimento… Chissà quanto avrà pagato di avvocati… So che è una questione che va oltre ogni valore economico ma se avesse pagato l’eccesso di velocità di quei 15 km all’ora… Gli sarebbe costato 20/50 volte di meno…Di solito questa è la giustizia italiana…
Pagine