NEWS

Autovelox: potranno gestirli solo le Forze di polizia

21 agosto 2009

La gestione delle apparecchiature sarà riservata agli operatori di polizia: le società private non potranno più metterci le mani. E chi rileva la velocità dovrà rendersi ben visibile. Così impone la nuova direttiva del ministro Maroni.

GIRO DI VITE – Una direttiva del ministro dell'Interno, Roberto Maroni, pone nuovi limiti e regole all'utilizzo degli autovelox da parte delle forze dell'ordine. Una regolamentazione che dovrebbe andare nella direzione di maggiore garanzia per gli automobilisti, per evitare le "trappole" delle pattuglie nascoste o degli autovelox appaltati a ditte private. Vediamo insieme le nuove regole.

Primo: l'utilizzo delle apparecchiature non potrà più essere dato in gestione a società esterne, ma solo dagli operatori delle forze dell'ordine. Non si dovrebbero più presentare i casi di autovelox “taroccati”.
Secondo: si stabilisce che non ci potranno più essere pattuglie nascoste armate di apparecchi per il controllo della velocità. Gli automobilisti non dovranno più temere “agguati”.
Terzo: in tutela della privacy le fotografie o le riprese video dovranno essere trattate solo da personale degli organi della Polizia.

PIÙ POTERI A LIVELLO LOCALE – La direttiva sancisce poi che spetta ai prefetti monitorare la velocità lungo le strade e pianificare le attività di controllo. Nello specifico, bisognerà porre l'attenzione sui punti critici dove si verificano più incidenti e incrementare le postazioni fisse di rilevamento della velocità. Alla Polizia stradale spetterà, infine, il compito di coordinare e monitorare i risultati delle attività di controllo svolte da tutte le forze di polizia e dalle polizie locali.





Aggiungi un commento
Ritratto di bombolone
21 agosto 2009 - 17:47
Ma quando mai, lo sanno tutti che i politici italiani le multe le prendono e poi le cestinano
Ritratto di Chicolatino
21 agosto 2009 - 17:03
Ci voleva un ministro come Maroni per dare una svolta positiva nel mondo degli Autovelox. Sono d'accordo che la polizia locale deva fare di più! (spesso vedo che passano più tempo nei bar che sulle strade); e poi prevenire é meglio di curare!!!!!!. Finalmente qualcuno ha capito che non é una questione di fare cassa..........ci voleva tanto.
Ritratto di Cosilaro
21 agosto 2009 - 17:03
Finalmente una cosa intelligente fatta da un ministro leghista! Spero solo che a questo punto le forze dell'ordine autorizzate parlino solo il dialetto e che invece della sirena utilizzino il "Va pensiero"... A parte gli scherzi, nella Tangenziale Est Milano subito dopo l'entrata di Vimercate ho visto spesso agenti della Polstrada che, poche centinaia di metri prima di un autovelox fisso, si posizionano in agguato (subito dopo la galleria) con un autovelox mobile.Fanno una strage di multe. Altro che ben visibili...
Ritratto di Sprint105
21 agosto 2009 - 17:08
Il comportamento della Polstrada segnalato da Cosilaro è deplorevole.
Ritratto di Montanelli
21 agosto 2009 - 17:10
Caro Moreno, non sono "rimbambito", ma sono un automobilista prudente che rispetta i limiti. E non voglio dire che la polizia è lì per fregarci, ma forse non ho la tua fiducia incondizionata verso le istituzioni...
Ritratto di Moreno50
21 agosto 2009 - 17:29
Se tu fossi davvero sveglio, avresti notato che sotto il mio commento c'è la parolina "Rispondi": dovevi cliccarla, e non costringermi a cercare la tua replica fra decine di commenti.
Ritratto di malpelo1
3 settembre 2009 - 13:58
Ma sei un poliziotto o una maestrina? Invece di usare questo tono insolente cerca di conversare in modo costruttivo senza insultare la gente. In questo modo i tuoi commenti non sarebbero totalmente inutili. E poi, se sei o poliziotto o maestrina, dovresti dare il buon esempio e farci capire che la tua categoria non è composta solo di ignoranti.... [senza offesa è...]
Ritratto di ricky74
21 agosto 2009 - 17:16
non ce n'è. la gente ne ha le tasche piene di prendere multe perché andava a 70 all'ora in un vialone cittadino deserto... Sono d'accordo con braveheart: i limiti devono essere ragionevoli. Poi per farli rispettare esistono mille modi. ad esempio, un sistema che riconosca i limiti di velocità e obblighi il conducente a rispettarli. se no scatta in automatico la multa
Ritratto di zot
21 agosto 2009 - 17:24
Il principio è giusto, ma si poteva intervenire prima. Il ministro vuole guadagnare consensi? Trovi un meccanismo efficace che obblighi (davvero) gli amministratori pubblici a reinvestire gli incassi delle sanzioni per migliorare le infrastrutture e la sicurezza. P.S. Senza i soldi facili delle multe, e con sempre meno soldi dallo Stato, come sbarcheranno il lunario i Comuni?
Ritratto di Alessandro
21 agosto 2009 - 17:55
Questa notizia fa piacere sentirla,perchè il poliziotto con il famoso autovelox non è li per punirti dopo un imboscata,ma per farti rispettare ancor più i limiti,dove però a volte sono assurdi. Dopo l'assedio delle rotonde,che sono un sistema utilissimo ma ne ho viste anche dove vi sono 2 strade che si incrociano,i dossi che ti fanno fuori la vettura se non li prendi a 10 all'ora,questa notizia mette un po di allegria.
Pagine