NEWS

Autovelox: potranno gestirli solo le Forze di polizia

21 agosto 2009

La gestione delle apparecchiature sarà riservata agli operatori di polizia: le società private non potranno più metterci le mani. E chi rileva la velocità dovrà rendersi ben visibile. Così impone la nuova direttiva del ministro Maroni.

GIRO DI VITE – Una direttiva del ministro dell'Interno, Roberto Maroni, pone nuovi limiti e regole all'utilizzo degli autovelox da parte delle forze dell'ordine. Una regolamentazione che dovrebbe andare nella direzione di maggiore garanzia per gli automobilisti, per evitare le "trappole" delle pattuglie nascoste o degli autovelox appaltati a ditte private. Vediamo insieme le nuove regole.

Primo: l'utilizzo delle apparecchiature non potrà più essere dato in gestione a società esterne, ma solo dagli operatori delle forze dell'ordine. Non si dovrebbero più presentare i casi di autovelox “taroccati”.
Secondo: si stabilisce che non ci potranno più essere pattuglie nascoste armate di apparecchi per il controllo della velocità. Gli automobilisti non dovranno più temere “agguati”.
Terzo: in tutela della privacy le fotografie o le riprese video dovranno essere trattate solo da personale degli organi della Polizia.

PIÙ POTERI A LIVELLO LOCALE – La direttiva sancisce poi che spetta ai prefetti monitorare la velocità lungo le strade e pianificare le attività di controllo. Nello specifico, bisognerà porre l'attenzione sui punti critici dove si verificano più incidenti e incrementare le postazioni fisse di rilevamento della velocità. Alla Polizia stradale spetterà, infine, il compito di coordinare e monitorare i risultati delle attività di controllo svolte da tutte le forze di polizia e dalle polizie locali.





Aggiungi un commento
Ritratto di daddy98
22 agosto 2009 - 09:11
Finalmente...Degli autovelox truccati ne avevamo le balle piene, ed ora con questa riforma, a quanto pare non si potrenno più truccare e i comuni prenderanno meno soldi dei cittadini ingiustamente. BRAVA AMMINISTRAZIONE!
Ritratto di Eddi Giglioli
22 agosto 2009 - 12:14
Finalmente... adesso però i nostri cari vigili come faranno??? si divertivano tanto con i loro bei autovelox nascosti in mezzo alle siepi, odietro i cassonetti dell'immondizia!!! Quasi quasi mi dispiace un pò.....
Ritratto di bombolone
22 agosto 2009 - 18:18
Ma qualcuno di voi l'ha letta, questa direttiva? Non dice che i privati verranno esclusi dalla gestione degli autovelox, semplicemente precisa il loro ruolo: potranno al massimo dare assistenza agli agenti nell'uso di questi strumenti, smontare i rullini, persino sviluppare la foto che ti "inchioda" mentre vai oltre il limite, ma solo in presenza dell'agente, e pure compilare materialmente il verbale, che però solo l'agente può validare confrontandolo con la foto. L'agente (come già prima che la direttiva venisse emanata) dev'essere presente, ma non è luida solo a gestire l'operazione. Il ministro chiarisce che tocca all'agente accendere e spegnere l'autovelox, controllare che l'apparecchio funzioni e, come ho detto prima, validare i verbali. Insomma, non è proprio un stop ai privati...
Ritratto di Chicolatino
24 agosto 2009 - 22:44
Caro bombolone ho il sospetto che tu lavori o per una ditta di autovelox o per un ufficio pubblico. Si vede che le direttive sono il tuo pane!!!!!
Ritratto di cavalierebianco
23 agosto 2009 - 14:17
Perché il ministro non ha previsto una norma che costringa finalmente gli automobilisti stranieri che infrangono le norme del nostro codice della strada a pagare anche loro le multe, come succede a noi se "sgarriamo" oltreconfine? È ora di finirla con gli svizzeri che a casa loro fanno i bravi cittadini e appena arrivano in Italia sfrecciano a 200 all'ora in autostrada: oltre a "pizzicarli" con i nostri autovelox, dovremo obbligare a pagare. Sennò è l'ennesima beffa
Ritratto di macillo
23 agosto 2009 - 19:28
Non è da adesso che le forze dell'ordine hanno l'obbligo di essere visibili. Il 4 agosto del 2007 mi hanno fatto un verbale per eccesso di velocità ritirandomi la patente. Ho fatto ricorso e l'ho vinto proprio perchè il 3 agosto del 2007 era entrata in vigore il nuovo codice della strada dove prevedeva, tra le altre cose, che le multe con autovelox o telelaser potevano essere considerate valide solo se la pattuglia appostata fosse stata ben visibile ed almeno 400 metri prima del posto ove avveniva il rilevamento di velocità avesse posto dei cartelli, o l'auto di pattuglia, recante il messaggio "rilevamento di velocità in corso" o similare. Forse la novità stà nel fatto che i privati non avranno la gestione esclusiva, ma l'obbligo di visibilità delle pattugle c'era già (D.L. 3 Agosto 2007 n° 117).
Ritratto di pigi69
25 agosto 2009 - 12:04
Finalmente finisce la "cassa continua/monopolio" di molteplici aziende private che prendevano la percentuale sul nr. di verbali elevati a prescindere se questi venivano pagati o no. Felice della notiza, Buona guida a tutti.
Pagine