Bentley Bentayga: il V8 completa la gamma

Si tratta del 4.0 V8 a benzina dell’Audi, capace di 550CV, meno impegnativo rispetto al poderoso W12 6.0.

STESSA VERVE - Disponibile inizialmente con il potente benzina W12 da 608 CV, la suv di lusso Bentley Bentayga ha ricevuto prima un diesel 4.2 V8 da 435 CV e poi un sistema ibrido basato su un motore V6 coadiuvato da un motore elettrico con batterie ricaricabili. A completare la gamma arriva oggi il benzina V8 dell’Audi già visto sulla berlina Flying Spur, meno prestante del W12 ma comunque in grado di far muovere la suv con grande brillantezza: il costruttore parla di un’accelerazione 0-100 km/h in 4,5 secondi e di una velocità massima pari a 290 km/h. La Bentley Bentayga V8 viene mostrata per la prima volta al Salone dell’automobile di Pechino e avrà un prezzo inferiore alla W12, che in Italia sfiora i 210.000 euro.

ASSETTO REGOLABILE - Il V8 4.0 è lo stesso usato su vari modelli del gruppo Volkswagen, dalla Lamborghini Urus all’Audi RS6, e si avvale della doppia sovralimentazione. In questa versione per la Bentlay Bentayga (nelle foto) eroga 550 CV, mentre la coppia di 770 Nm è più che sufficiente per regalare smalto ad una suv lunga 514 cm e pesante oltre 2 tonnellate. La Bentley Bentayga V8 rimane una suv comoda e lussuosa, votata al massimo comfort e con infinite personalizzazioni per l’esterno, i colori ed i materiali di rivestimento. Questa sua “indole” non viene messa in discussione nemmeno dalle barre stabilizzatrici a controllo elettronico, una dotazione ordinabile a pagamento che mantiene l’assetto piatto ed evita che l’auto “dondoli” troppo in curva.



Leggi l'articolo su alVolante.it