Bentley Continental GT: si è rifatta da cima a fondo

30 agosto 2017

Dopo 14 anni di carriera la Continental GT viene completamente rivista: è attesa in anteprima al Salone di Francoforte.

Bentley Continental GT: si è rifatta da cima a fondo

SEMBRA PIÙ CORTA - Il prototipo EXP 10 Speed 6 ha anticipato nel 2016 le novità per la carrozzeria e gli interni delle future Bentley. La prima vettura a riprenderle è la terza edizione della coupé Bentley Continental GT, rivale delle Aston Martin DB 11 e Mercedes S Coupé, che appare molto più dinamica e scolpita di quella che sostituisce nonostante le dimensioni esterne siano quasi del tutto invariate: la lunghezza rimane di 481 cm, la larghezza passa da 194 a 195 cm e l’altezza cresce di 1 cm (a 141 cm). Il nuovo modello ha una carrozzeria più scavata, archi passaruota ben torniti e il tetto a goccia, che si congiunge ad un posteriore filante. I fari sono incassati e hanno dimensioni più contenute rispetto al passato, complice l’utilizzo della tecnologia a led con funzione Matrix: il fascio luminoso può essere modulato per non abbagliare chi arriva in senso opposto o concentrare la luce su una parte della strada.

PERSONALIZZAZIONI INFINITE - Le novità sono molto profonde anche a livello tecnico, perché la nuova Bentley Continental GT riprende la piattaforma di base già utilizzata sulla Porsche Panamera, in nome delle condivisioni all’interno del gruppo Volkswagen. È proprio grazie alla nuova base meccanica che le ruote anteriori (da 21 o 22 pollici) si trovano ora 13,5 cm più avanti rispetto al passato. La scocca dell’auto è più leggera di 80 kg, ma questo non significa che la Bentley Continental GT diventi all’improvviso un’auto leggera e maneggevole: il costruttore inglese dichiara un peso in ordine di marcia (con guidatore, benzina ed i liquidi) superiore a 2.200 kg. La coupé del resto ha dotazioni equivalenti ad un’ammiraglia, come da ammiraglia sono anche le personalizzazioni nell’abitacolo: il guidatore può contare su 15 tipi di moquette, 15 varietà di rivestimenti in pelle, sedili elettrici con 20 regolazioni e un impianto audio da 18 altoparlanti e 2.200 watt (a richiesta). All’interno ci sono anche 10 metri quadrati di legno.

OLTRE 600 CV - Anche plancia della Bentley Continental GT è stata completamente rinnovata e appare più moderna, grazie al quadro strumenti digitale e all’inedito Bentley Rotating Display, lo schermo nella plancia da 12,3 pollici che il guidatore può regolare su tre posizioni: attraverso un meccanismo può infatti mostrare lo schermo, ruotarlo per farlo “mimetizzare” nella plancia o ruotarlo ancora per mostrare tre indicatori a lancette riservati alla temperatura esterna, la bussola e il cronometro. La dinamica su strada dell’auto può essere gestita tramite il sistema per scegliere la modalità di guida preferita e il nuovo Bentley Dynamic Ride, che muove attuatori sulla barra anti-rollio e fa cambiare le risposte dell’auto in accordo alle modalità Comfort, Bentley o Sport. Il motore è un’evoluzione del noto benzina 12 cilindri con disposizione a W sovralimentato di 6.0 litri, che raggiunge la potenza di 635 CV e si abbina a un inedito cambio doppia frizione a 8 marce. La Bentley parla di un’accelerazione 0-100 km/h in 3,7 secondi e di una velocità massima pari a 333 km/h.

Bentley Continental GT
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
50
13
3
2
1
VOTO MEDIO
4,6
4.57971
69
Aggiungi un commento
Ritratto di hulk74
1 settembre 2017 - 17:39
Beh, detto da un insider di Fiat, i motori delle tedesche (diesel) sono sicuramente lo stato dell'arte attualmente. Ad esempio... Poi a me piacciono moltissimo Giulia (ma non ci sto) e Stelvio (ci sto), gran telaio e messa a punto! Maserati no, grazie. Ferrari semplicemente un mito, irraggiungibile (per me), splendide!
Ritratto di hulk74
1 settembre 2017 - 19:14
Mi spiace, io abito vicino a Cento, e so del V6 diesel. Lo stesso però mi ha detto che il 2.2 diesel è un gran motore senza problematiche evidenti. Ma il V6 ha ancora problemi, dovute a scelte di forniture... Il nuova generazione sarà molto meglio
Ritratto di Fdet_
1 settembre 2017 - 15:38
Fabry è evidente da come parli che ne fai una questione di bandiera ma fidati, io ho una Mercedes e ho avuto BMW. Audi-vw non credo le avrò mai. Ma, al di là di queste giustificazioni che lasciano il tempo che trovano, esprimendo il mio pensiero non cerco di rendere dogmatico alcunché, ma se ti dico che ho avuto modo di apprezzare la bontà del progetto èanche perché ho avuto modo di lavorarci per un mio progetto di ricerca. Ma tralasciando questi particolari mi sembra di non essere l'unico a ritenere grave la condivisione di pianali, anzi vedo che molti discutendone con te non mostrano molte perplessitá a riguardo. E ti ripeto, non parlo per partito preso, spesso mi ritrovo più a criticare il gruppo vag che ad elogiarlo ma questo più per soluzioni estetiche che tecnologiche. E ti ripeto, a mio parere non c'è molto di cui scandalizzarsi anche e soprattutto perché la mlbevo è usata da a8, q7 nonchè la futura q8. Mi sembrano auto di tutto rispetto, sulla trazione anteriore il tuo discorso è sensato nella misura in cui si parla per marchi quali BMW o Mercedes per citarne un paio, ma se ogni vettura Bentley è equipaggiata esclusivamente con trazione integrale, non vedo la necessità di progettare ex novo un pianale a tp per auto che poi non la monteranno. È uno spreco di risorse che sarebbe totalmente insensato. Ad ogni modo, ad ognuno le proprie idee, che tra l'altro sul fatto che la bentayga faccia schifo concordiamo anche, ma tant'è.
Ritratto di Fdet_
1 settembre 2017 - 15:51
Tra l'altro rileggendo meglio ho notato che ti sei aggrappato molto al mio "reggono potenze per superare i 200" ma come ho detto era per farla molto "semplice". È ovvio che oggi molte case sviluppano pianali in grado di reggere potenze importanti, motivo per cui se in vw han deciso che non vi era la necessità di sviluppare un'auto ex novo è anche in virtù di un progetto altamente flessibile. Continuo a ritenere ingiustificato l'investire in ricerca e sviluppo di soluzioni meccaniche "esclusive" come dici te, quando già si può disporre di una buona base di partenza che tra l'altro viene montata sotto Audi che costano anche più di 100 mila euro. Non credo che chi compra una Bentley vada a cercare il pelo nell'uovo, andando a vedere se l'indice di gioco fra i componenti sia di tipo h o g, né tantomeno si preoccupa se ha un albero in fibra di carbonio piuttosto che in acciaio. Anche perché spesso l'auto sarà affidata ad un'autista. Sono auto che puntano alla qualitá costruttiva che ne esalti il lusso, non sono costruite principalmente, e sottolineo principalmente, per introdurre soluzione innovative a livello meccanico. Per quest'ultime si sono sempre scelte le auto da corsa, da sempre foriere di novità a livello meccanico che poi vengono montate su auto più economiche dopo qualche anno. Ma marchi quali Bentley o Rolls mirano ad altro.
Ritratto di hulk74
1 settembre 2017 - 16:03
Tanto più che sviluppare un pianale per la TP richiede una distribuzione dei pesi penalizzante per l'abitabilità. Cosa che è sempre stata criticata a tutta la gamma BMW (ottima ripartizione dei pesi) e meno a Mercedes (meno buona ripartizione dei pesi a guadagno di abitabilità)
Ritratto di Fdet_
1 settembre 2017 - 17:21
No affatto, mi limito ad esprimere il mio punto di vista. Poi sia chiaro, la mia "difesa" alla bentayga, se così possiamo definirla, finisce qua. Ho da sempre espresso perplessità enormi per un'auto che pesa a secco qualcosa come 2400/2500 chili se non sbaglio con un w12 montato a sbalzo, per di più suv e neanche berlina. In fine dei conti siamo anche d'accordo. Il vero punto debole dell'auto resta comunque il design, nulla di più anonimo e banale, massima esaltazione di quanto male possano fare i designer vw. Linee ritrovabili su di una dacia e nessun accenno a soluzioni innovative o quantomeno ricercate. Poi te hai detto una cosa giusta, ritornando sul pianale mlb, ossia che montandolo su auto del genere aumenta il margine di guadagno. E' esattamente questo il punto, e se la bentley riesce a vendere l'emblema di ciò che Bugatti definiva come "i camion più veloci del mondo" con un design così presappochista a più di 200 mila euro, vuol dire che alla fine possono permettersi di "rifilargli" un po' tutto.
Ritratto di Fdet_
1 settembre 2017 - 18:12
Fabry onestamente penso che Bmw e Mercedes abbiano filosofie più raffinate nell'approccio alla meccanica automobilistica. Per me le Audi non andrebbero neanche confrontate ad esse, se non per il prezzo. Restano comunque delle ottime auto, ma che saranno sempre un gradino sotto le altre. Onestamente non sarà il virtual cockpit di turno a farmi ricredere, ritengo quelle cose più che altro fumo negli occhi dell'acquirente per giustificare prezzi pari se non più alti di auto che vantano soluzioni meccaniche di gran lunga più ricercate, quali bmw. Tutti si lamentano ad esempio che una giulia costi quanto una a4 senza avere tecnologia full led o addirittura apple car play, senza considerare che la qualità costruttiva di ciò che hanno sotto il sedere un'audi probabilmente non la vedrà mai. Purtroppo oggi un'auto è anche, se non soprattutto, quello che vedi e tocchi e non più quello che "non vedi", come disse un mio caro professore. Ed è esattamente così. Magari vista da questa prospettiva mi spiego anche meglio in merito alla discussione precedente.
Ritratto di hulk74
1 settembre 2017 - 18:00
Sbagliato... Se fai una TP il peso lo devi mettere dietro; e se il motore è davanti lo devi arretrare. Guarda una serie 3 e una A4 dal lato...
Ritratto di hulk74
31 agosto 2017 - 07:38
Il pianale altro non è la base da cui si parte... Non c'è nulla di male nel condividere il pianale. Perché semplifica la messa in produzione. Il pianale Giorgio è ottimo, se lo usassero per Ferrari non ci sarebbe nulla di scandaloso
Ritratto di hulk74
31 agosto 2017 - 11:14
Non è così semplice... Il pianale mbq è costato 70 miliardi di €... Se fosse un semplice pianale da Golf, non avrebbero speso tanto
Pagine