NEWS

La Bertone vicina alla fine

28 marzo 2014

La storica azienda torinese sta vivendo una fase pesantissima. Se entro aprile non ci saranno concrete novità, è inevitabile il tracollo definitivo.

La Bertone vicina alla fine
FINE DI UNA STRIA? - Sembra proprio che le speranze siano ridotte al lumicino per la Stile Bertone e la Bertone R&D - ragioni sociali delle società eredi della storica azienda torinese specializzata nel design automobilistico e nella carrozzeria, che in passato ha avuto anche capacità produttive importanti (la parte industriale è stata ceduta alla Fiat nel 2009). La situazione è drammatica per i 175 dipendenti delle due aziende, in particolare per quelli della Bertone R&D che non hanno ricevuto gli stipendi degli ultimi mesi. Oltre a ciò è grave la mancanza di informazioni sul reale stato delle cose.
 
AMMINISTRATORE IRREPERIBILE - Addirittura il sindacato Fiom ha denunciato l’irreperibilità dell’amministratore delegato e ciò ha creato la paralisi completa delle normali attività amministrative della società. Tra le altre cose ciò si traduce in un grave ostacolo per le procedure che consentono di beneficiare degli ammortizzatori sociali. Non essendoci la normale attività amministrativa, all’Inps non affluiscono i necessari dati per poter erogare quanto dovuto per cassa integrazione. 
 
SITUAZIONE COMPLICATA - Analogamente non sono state emessi i moduli Cud relativi al 2013, mentre la mancanza di certificazioni sulle spettanze mensili impedisce alle banche di concedere anticipi su ciò che sarà la cassa integrazione, che è già stata concessa, ma in assenza degli atti dovuti della azienda non può essere erogata. Insomma, una situazione pesantissima, nonostante che alle aziende non manchino gli ordini. Il problema è la mancanza di liquidità e a questo punto anche la totale carenza manageriale.
 
POCO TEMPO A DISPOSIZIONE - A fronte di questo quadro, sulla stampa sono apparsi articoli che pur riprendendo tutte le difficoltà del momento, danno credito a non meglio precisate dichiarazioni dell’azienda secondo cui la Bertone avrebbe a disposizione diverse offerte di interventi finanziari, tra cui uno turco, di cui peraltro si parla da mesi. Sempre secondo queste ricostruzioni,  nell’ipotesi che la trattativa non venisse chiusa con i turchi, ci sarebbero altre diverse offerte di intervento. Per il momento però la realtà è fatta di cassa integrazione e procedure fallimentari in corso. Procedure che se non interverrà qualche nuovo socio o una nuova proprietà non potranno che sfociare nel definitivo fallimento delle società. Il termine è aprile.
Aggiungi un commento
Ritratto di Veloce
28 marzo 2014 - 15:14
della Monteral, dell'Aston Martin DB4, della Lamborghini Countach... Una fitta di dolore!
Ritratto di fastidio
2 aprile 2014 - 13:13
3
..l'ho guidata piu volte e vorrei poterne avere una :o)
Ritratto di mustang54
28 marzo 2014 - 14:04
2
che leggo articoli sulla Bertone, mi sembra di rileggere la storia dell'estinzione dei Panda, sono 80 che si dovevano estinguere, e sono ancora li a rosicchiare bambu' (ovviamente meglio cosi). E per Bertone stessa storia, ogni anno fallisce e ogni anno e' sempre li...
Ritratto di simopente
28 marzo 2014 - 15:08
3
sta città sta diventando un cimitero di stabilimenti, fabbriche e negozi...e nessuno se ne rende conto. Mi spiace solo per gli operai.
Ritratto di lele31
28 marzo 2014 - 16:12
simo sono venuto 2 anni fa a torino e devo dire che con mia somma sorpresa ho notato quanto sia bella, quanti musei e palazzi bellissimi ci sono. se al rilancio del polo del lusso della fiat i politici locali si prodigassero al rilancio turistico della città Torino potrebbe diventare una città ricca
Ritratto di simopente
28 marzo 2014 - 17:09
3
è peggiorata e peggiorerà ancora...ma hai diretti interessati nessuno interessa. C'è gente che non veniva da sette mesi e non si rendeva conto di quanti negozi han chiuso..
Ritratto di kerium
28 marzo 2014 - 15:23
La storia delle auto tedesche assemblate tutte in Germania e tutti i componenti made in Germany è vecchia come il cucco, come la storia che Fiat si frega soldi dallo stato o come quella che la golf tiene bene in curva e ha le ottime plastiche. Descrizione: La VAG, le varie tedesche e le francesi hanno un finanziamento dallo stato che tu neppure t'immagini, a quanto pare Fiat o meglio FCA ha acquistato la CRHY con i soldi propri (non pochi davvero, e dove la Mercedes ha fallito) e le banche tra cui la Santander e Deutch Bank. Invormatevi per favore! Prima di scrivere le solite minxiate! da chi non sa nulla di finanza automotive.
Ritratto di lele31
28 marzo 2014 - 15:42
hai ragione al 100%. nessuno ricorda che durante la presidenza Sarkozy renault e psa (peugeot e citoen) hanno preso la bellezza di 32 miliardi in aiuti pubblici. la UE aprì un infrazione ma siccome è la francia non è successo nulla. voglio ripetere qui quello che ho scritto inun commmento qualche tempo fa su questo sito. quanto ci siamo scandalizzati per gli aiuti che la BCE ha fornito alle banche attraverso l'immissione di 1000 miliardi di liquidità al tasso di interesse del 1% che, ricordo, nel periodo era inferiore all'inflazione allora stabile al 2%??????????????????????????????????????? bene 80 di questi sono FINITI a VAG e PSA, perchè non vi siete scandalizzati per questo?????????????????????????????????????????????' ricordo che nello stesso periodo la Fiat si è finanziata sul mercato con un emissione obbligazionaria ad un tasso che era vicino al 5%. se non mi credete andate sul sole 24 ore e cercate gli articoli di quel periodo. con questo per dire a tutti che non sempre le cose sono come sembrano
Ritratto di wesker8719
28 marzo 2014 - 18:36
quei soldi sono andati alla banche di tutte europa ed avendo sia vw che psa una propria banca li hanno presi anche loro ,ma cosa credi che fiat non ne abbia goduto di quei soldi ? sei proprio fuori dal mondo
Ritratto di lele31
28 marzo 2014 - 21:01
secondo te se la vw e psa si finanziano all'1% e la fiat al 5% chi riesce a sviluppare più modelli e riuscire a coprire più segmenti di mercato????? ti sembra giusto che PSA e VW possano prendere quelle immense risorse e gli altri no???? pensa poi che si sono finanziate ad un costo inferiore all'inflazione un beneficio non da poco. a quello che ho potuto leggere fiat in quel caso non ha preso un becco di un quattrino... è vero in passato ha avuto aiuti pubblici,(IN PASSATO)
Pagine