NEWS

Anche la BMW ha il suo assistente vocale

7 settembre 2018

L'Intelligent Personal Assistant arriverà a marzo 2019 e permetterà al guidatore di impartire comandi e ottenere informazioni con la voce.

Anche la BMW ha il suo assistente vocale

CON LA VOCE - Sulle BMW in vendita da marzo 2019 non si resterà mai davvero soli a bordo, perché integrato nel sistema multimediale Operating System 7.0 ci sarà un assistente vocale a cui chiedere informazioni o assegnare comandi senza mai distogliere lo sguardo dalla strada, come si farebbe con un passeggero seduto sulla poltrona anteriore destra. La nuova tecnologia si chiama BMW Intelligent Personal Assistant e fa uso dell'intelligenza artificiale, una tecnologia sempre più in voga nel mondo delle auto che porta allo sviluppo di programmi software in grado di apprendere dalle abitudini del guidatore come se fossero dotati di una propria intelligenza. Per richiamare l'assistente basterà dire “Hey, BMW”, stando a quanto anticipato dalla casa tedesca, ma al posto di BMW si potrà utilizzare un nome di persona. Il comando per l'attivazione è lo stesso della Mercedes, che al pari della rivale ha deciso di puntare su tecnologie di questo tipo con il suo MBUX (qui per saperne di più).

TI COCCOLA O AVVISA - Dopo aver detto “Hey, BMW” andrà impartito il comando, che grazie al buon livello raggiunto dall'intelligenza artificiale potrà essere più o meno diretto: il BMW Intelligent Personal Assistant metterà in funzione il navigatore se il guidatore dirà “portami a casa”, oppure alzerà la temperatura del “clima” se sentirà “ho freddo”. Il sistema messo a punto dalla casa tedesca potrà inoltre fornire alcuni ragguagli sull'auto (dirà ad esempio se il livello dell'olio è corretto), avvisare se la temperatura dei pneumatici è insufficiente o spiegare il funzionamento di alcuni sistemi a bordo, come lo spegnimento automatico dei fari abbaglianti. Non mancheranno inoltre funzioni utili mentre si guida: il guidatore potrà comandare a voce la gestione della musica o chiedere dove si trova il distributore più vicino. Dicendo all'assistente che ci si sente affaticati, infine, verranno cambiati l'illuminazione, la musica e la temperatura all'interno per far svanire la sensazione di stanchezza. In futuro il sistema Intelligent Personal Assistant potrà inoltre dare consigli al guidatore su come consumare di meno.

ANCHE SULLA SERIE 3 - Il BMW Intelligent Personal Assistant sarà disponibile anche in Italia da marzo 2019, ma il costruttore ha già annunciato che potrà essere installato su automobili già vendute per quella data: le nuove BMW X5, Z4 e Serie 8 potranno riceverlo da marzo a patto che siano dotate del sistema multimediale BMW Operating System 7.0. L'assistente vocale sarà disponibile anche sulla nuova Serie 3, che verrà presentata fra alcune settimane e si potrà ordinare da novembre (l'assistente però sarà attivato solo da marzo 2019).

VIDEO
Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
7 settembre 2018 - 15:17
Be grazie tante una serie7. Qua si parla di assistente quasi umano come Nomi che in realtà rende umana l'auto e ti fa affezionare, credo serva più per quello...
Ritratto di Fr4ncesco
7 settembre 2018 - 16:16
Se per farti affezionare ad un'auto puntano ad un ologramma ai limiti del feticismo vuol dire che in sostanza non c'è proprio da affezionarsi ad un insipido modello cinese, come se la mia lavatrice avesse 1000cv, magari con un volto di una signorina che parla sarebbe più piacevole.
Ritratto di Giuliopedrali
7 settembre 2018 - 17:33
Purtroppo il futuro è questo, e ovviamente sono i China a spianare la strada...
Ritratto di Fr4ncesco
7 settembre 2018 - 18:42
Fortunatamente no, è solo il futuro cinese visto che non hanno cultura automobilistica e fanno auto come le farebbe qualsiasi startup della Silicon Valley (di cui sono Tesla ha avuto successo, perché ha inventato le elettriche belle e sportive, le altre tutte cestinate), essendosi specializzati in elettronica di consumo (ho un Huawei e rimarrò sui marchi cinesi, meglio di coreani, francesi, e taiwanesi) e parlo delle top di gamma, non delle Chery con le cinture al contrario. I produttori seri continueranno a fare auto distinte per meccanica, prestazioni, comfort.
Ritratto di Giuliopedrali
7 settembre 2018 - 20:52
Non hanno cultura automobilistica... Le ultime parole famose, hanno una cultura vecchia di 3000 anni senza soluzione di continuità, io lo notai nei primi disegni di una scuola di design cinese (finanziata da Mercedes) nel 1998, erano orribili ovviamente ma oggi sanno fare auto già come solo gli italiani e pochissimi altri, senza imitare nessuno, anzi lo stile cinese è già un must.
Ritratto di Leonal1980
8 settembre 2018 - 09:21
3
Per me non sanno fare le auto, ma gliele fanno gli ingegneri assunti a paga quadrupla e portati via , dalla concorrenza europea, come su quasi tutta l'elettronica.
Ritratto di Giuliopedrali
8 settembre 2018 - 10:26
Be va ben guarda chi ha inventato lo stile BMW il nostro Michelotti e poi Paul Bracq francese, Mercedes sempre Paul Bracq negli anni 60 e poi Bruno Sacco friulano negli anni 80, anche le Triumph sono di Michelotti e le Rover di Pininfarina e le Citroën di Flaminio Bertoni e poi Bertone e si può continuare semplicemente in eterno, a si la Golf è di Giugiaro...
Ritratto di Giuliopedrali
7 settembre 2018 - 16:02
Da noi su una BMW sti assistenti virtuali servono davvero perché qualche settantenne annoiato ordini una pizza... Quanto indietro siamo!
Ritratto di MirtilloHSD
10 settembre 2018 - 15:05
4
A me vanno bene i classici tasti fisici. Questi sistemi mi sembrano superflui.
Ritratto di Luke_66
11 settembre 2018 - 10:48
4
Giuliopedrali, i Cinesi sono bravissimi a copiare cio' che altri hanno inventato e per cui hanno investito moltissimo, spesso e volentieri sbattendosene altamente dei diritti di autore, e' vero che ultimamente il livello qulitativo si e' alzato tantissimo, grazie anche al fatto che le migliori aziende al mondo hanno costruito fabbriche in Cina, insegnandogli come si produce con qualita', ormai sono in grado di andare con le loro gambe e Huawei e Xiaomi insegnano ma stanno continuando a sfruttare le invenzioni degli altri. Ti ricordo che tutta la tecnologia odierna, seppur costruita in cina e' sviluppata da altre parti (Silicon valley in primis) i telefoni Android sono tutti figli del primo HTC Dream sviluppato tra Google (Sistema Operativo) e HTC Koreana per l'HW. I Cinesi dopo la polvere da sparo e gli spaghetti hanno inventato ben poco e copiato tantissimo.
Pagine