NEWS

BMW M8 Gran Coupé: tutta muscoli e grinta

Pubblicato 09 ottobre 2019

La M8 Gran Coupé è spinta dal V8 4.4 biturbo con 600 CV, che diventano 625 per la Competition, scaricati a terra dalla trazione integrale.

BMW M8 Gran Coupé: tutta muscoli e grinta

PARTENZE A “RAZZO” - Da aprile 2020 anche la berlina BMW Serie 8 Gran Coupé avrà la sua versione M. Si chiama BMW M8 Gran Coupé ed è una quattro porte che coniuga dimensioni imponenti (è lunga 510 cm) e stile grintoso. Messa a punto dal reparto sportivo BMW M è una “bomba” da 600 CV e 750 Nm di coppia in grado di scattare da 0 a 100 in soli 3,3 secondi, che diventano 3,2 per la M8 Competition Gran Coupé da 625 CV. La velocità massima è limitata dall'elettronica a 250 km/h, ma è possibile ordinare a richiesta il pacchetto M Driver’s: in questo caso raggiunge i 305. km/h.

INTEGRALE O POSTERIORE - La BMW M8 Gran Coupé deriva dalla M8 Coupé e da questa riprende il cambio automatico a 8 marce, oltre al sofisticato sistema di trazione integrale M xDrive: il guidatore può scegliere fra le quattro ruote motrici e la trazione posteriore, favorendo così l’aderenza o il divertimento in pista. Le modalità di guida associate al sistema sono cinque, dalla più controllata dall’elettronica alla più libera di scatenarsi: si parte con trazione integrale e il controllo di stabilità attivi, per poi passare a trazione integrale di tipo sportivo, trazione integrale senza il controllo di stabilità, trazione integrale di tipo sportivo senza il controllo di stabilità (ideale per la guida in circuito) e trazione posteriore, indicata per chi vuole provare sensazioni di guida estreme e più complesse da gestire.

TANTE PERSONALIZZAZIONI - Grazie all’elettronica, inoltre, il guidatore può regolare vari parametri dell’auto attraverso il pulsante Setup, un tasto nella consolle centrale dal quale impostare le regolazioni di motore, sospensioni, sterzo, freni e trazione integrale. Altre selezioni sono previste per i freni (la risposta può essere progressiva o intensa), le modalità di guida (la M8 Gran Coupé Competition ha anche quella specifica per la pista) e il cambio. Sono di serie i cerchi di 20” e il tetto alleggerito in fibra di carbonio, anche se la BMW M8 Gran Coupé rimane un’auto decisamente pesante: l’ago della bilancia, senza benzina e altri liquidi, si ferma a 1980 kg (95 in più rispetto alla M8 Coupé). Optional i freni carboceramici.

SI FA NOTARE - Lo stile è votato alla sportività, perché la BMW M8 Gran Coupé ha fascioni più grintosi con prese d’aria maggiorate, dettagli nella carrozzeria in nero lucido e quattro grossi scarichi, incastonati nel vistoso estrattore d’aria. All’interno spiccano i sedili sportivi, inseriti in un ambiente più sobrio rispetto a quello della carrozzeria e caratterizzato da materiali pregiati.

BMW Serie 8 Gran Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
56
12
11
9
10
VOTO MEDIO
4,0
3.96939
98


Aggiungi un commento
Ritratto di Gwent
10 ottobre 2019 - 00:31
2
Le proporzioni di una balena spiaggiata, I suppose. Se vuoi vedere un coupé spettacolare dalle proporzioni perfette vedi Polestar 1. Ma questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di marcoveneto
10 ottobre 2019 - 13:40
La polestar è molto piu corta di questa, andrebbe confrontata con la serie 4...che tutto è fuorché sgraziata.
Ritratto di Agl75
9 ottobre 2019 - 23:37
Spettacolare
Ritratto di Mbutu
10 ottobre 2019 - 08:32
Ho un debole per le M. E questa lo conferma. Un po' pesantina per la pista ma si può farsene una ragione. Di gran personalità in questo colore.
Ritratto di Andre_a
10 ottobre 2019 - 11:01
Non riesco a farmi piacere la tipologia gran coupé, o meglio: anche questa serie 8 mi piace, ma non trovo un singolo motivo per preferirla a una serie 7 o a una serie 8 coupé "normale".
Ritratto di Gwent
10 ottobre 2019 - 12:34
2
Essendo auto destinate essenzialmente ad ottuagenari con i dane' e frequentazioni di pari età è cosa buona e giusta prevedere le portiere posteriori che alla sua età la nonnina mica può fare la contorsionista. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Andre_a
10 ottobre 2019 - 12:44
Parlavo dei miei gusti, se esistono e qualcuno le compra avranno senso anche le gran coupé, e anche se non mi piacciono, é sempre meglio avere piú tipi di auto sul mercato. Io se fossi un vecchio milionario e dovessi mettere spesso amici anziani e importanti sui sedili posteriori andrei di serie 7. Se sui sedili posteriori ci vanno solo i nipotini, meglio la due porte. Come dici tu, "questo naturalmente imho e con rispetto parlando."
Ritratto di HomerSimpson
10 ottobre 2019 - 13:05
Almeno a Monaco e a Stoccarda non si sono bevuti il cervello per fare le versioni pepate. A differenza degli altri crucchi.
Ritratto di Giuliopedrali
10 ottobre 2019 - 19:17
Sai cosa mi ricorda questa spettacolare serie8, che alla fine per ricevere la stessa attenzione ai bavaresi 40 anni fa nel 1975 è bastato creare la spettacolare serie3 disegnata da Paul Bracq.
Ritratto di ELAN
11 ottobre 2019 - 15:32
1
La Serie 8 di 30 anni fa era molto mejo.
Pagine