NEWS

BMW Serie 3, X3 e X4: anche per loro il mild hybrid

Pubblicato 19 gennaio 2020

Dalla primavera del 2020 i tre modelli disporranno del sistema ibrido leggero a 48 V. Varie novità anche per altri modelli.

BMW Serie 3, X3 e X4: anche per loro il mild hybrid

IBRIDO Sì, MA LEGGERO - Dopo averlo introdotto lo scorso autunno per la sorella maggiore 520d, il sistema ibrido leggero della BMW arriva da marzo 2020 per le medie 320d e 320d Touring (entrambe a trazione posteriore o integrale) e da aprile per le suv X3 xDrive20d e X4 xDrive20d. Il sistema mild hybrid a 48 volt della casa tedesca è costituito da un piccolo motore elettrico che sostituisce alternatore e motorino di avviamento, collegato al motore a scoppio da una semplice cinghia. Questo piccolo motore elettrico lavora in abbinamento al motore termico rendendo il suo spegnimento e la relativa riaccensione molto più fluidi.

DA 160 KM/H PUÒ VELEGGIARE - Il mild hybrid consente inoltre di disconnettere il motore a scoppio in caso di veleggiamento, cioè quando l’auto procede a velocità costante: ciò avviene fino a 160 km/h. Nelle frenate agisce come generatore di corrente elettrica e va a ricaricare la specifica batteria a 48 volt che lo alimenta, mentre nelle riprese fornisce fino a 11 CV per sostenere la spinta del 2.0 da 190 CV. Ciò serve a ridurre i consumi, che infatti sono particolarmente contenuti in rapporto alla mole e alla potenza delle tre auto: stando ai dati dichiarati, la BMW 320d arriva a percorrere 25 km/l e le suv consumano 1 litro di gasolio ogni 20 km. 

ECCO L’EURO 6D - Dalla primavera del 2020, inoltre, alcuni motori per le BMW Serie 1, Serie 2, Serie 3, X1, X2, X3, X4, X5 e X6 riceveranno l’omologazione Euro 6d, che sarà obbligatoria dal 1 gennaio 2021 per tutte le nuove auto. 

NUOVI MOTORI - La casa tedesca lancerà inoltre nuove versioni per alcuni suoi modelli, compresa la BMW 120d a trazione anteriore (oggi c’è solo 4x4) con il noto motore turbodiesel 2.0 da 190 CV. Debuttano inoltre le BMW 318i berlina e Touring, con il benzina turbo 2.0 da 156 CV e 250 Nm di coppia, che diventa il motore meno potente per la Serie 3: abbinato al cambio automatico a 8 marce, di serie, promette uno ‘0-100’ in 8,4 secondi (8,7 secondi per la 318i Touring) e 223 km/h di velocità massima (220 km/h per la wagon). Dalla primavera, inoltre, si amplierà la scelta di rivestimenti in pelle e ozioni per le suv BMW X5, X6 e X7, nonché la chiusura automatica delle portiere (soft-close) per le Serie 7 e Serie 8.

BMW Serie 3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
119
66
35
29
47
VOTO MEDIO
3,6
3.611485
296




Aggiungi un commento
Ritratto di remor
20 gennaio 2020 - 07:06
Ovviamente non dimenticando la scomodità di dover eventualmente mettere tutte le sere, o quasi, a ricaricare le batterie della plug-in. Fermo restando se ne abbia la possibilità per il tipo di posto auto notturno di cui si dispone attualmente. Ma a quanto pare prima o poi ci toccherà a tutti adattarcici
Ritratto di v8sound
20 gennaio 2020 - 09:35
Per chi possiede un box privato non mi pare chissà che scomodità, attaccare la spina per la ricarica è un'operazione piuttosto semplice e veloce. Avrei da ridire invece sui sistemi V2G già presenti in alcuni paesi, dove l'auto scambia energia con la rete e viceversa... chi poi si metterebbe a collegare 4/5 volte al giorno la spina, con dei vantaggi poi tutti da verificare?
Ritratto di remor
20 gennaio 2020 - 09:41
No mi riferivo, purtroppo, alla gran massa che un garage non lo ha. Nell'arco di una decina d'anni ho l'impressione che un po' tutte le auto in vendita giocoforza richiederanno la ricarica serale. Sarà un bello stravolgimento in termini globali
Ritratto di Impreza2.0Rsport
20 gennaio 2020 - 09:24
Abituare a cosa? Forse non ti sei reso conto che Toyota produce Full Hybrid da 20 anni
Ritratto di desmo3
20 gennaio 2020 - 09:34
6
sta parlando di ricarica delle plug-in e l'ibrido puro Toyota non si ricarica! esempio completamente fuori luogo
Ritratto di Challenger RT
20 gennaio 2020 - 17:47
Concordo con Yari1981. L'ibrido diesel è un controsenso dettato esclusivamente dalla necessità per molte case automobilistiche europee di non buttare nel gabinetto gli insensati investimenti effettuati in oltre 25 anni di follia dieselista!
Ritratto di Giulio Menzo
21 gennaio 2020 - 19:45
2
Scusa ma perché "follia dieselista",il diesel inquinava anche 20 anni fa
Ritratto di Challenger RT
21 gennaio 2020 - 21:16
Il diesel inquina da quando è stato inventato. La follia è stata quella di proporlo come motorizzazione di massa in Italia ed Europa da metà anni '90 ad oggi.
Ritratto di Taekoramen
20 gennaio 2020 - 13:14
E la Giulia mumuta!
Ritratto di Giulio Menzo
21 gennaio 2020 - 19:46
2
@taekoramen,stai un po' zitto invece di fare l'anti-fiat
Pagine