NEWS

BMW Serie 8 Cabriolet: lusso con vista cielo

02 novembre 2018

La BMW Serie 8 Cabriolet è un’esclusiva scoperta con capote in tela disponibile con due motori: il V8 a benzina o il 6 in linea diesel.

BMW Serie 8 Cabriolet: lusso con vista cielo

LA CLASSE NON MANCA - È attesa nei concessionari a marzo 2019 la BMW Serie 8 Cabriolet, affascinante scoperta lunga 484 cm che concilia lusso a bordo e piacere di guida. Per chi non resiste al fascino della guida con il vento fra i capelli, la capote in tela è ripiegabile elettricamente anche in movimento: bastano 15 secondi per farla alzare o abbassare, in modo completamente automatico, fino a 50 km/h. L'assenza del tetto ha imposto ai tecnici della BMW di rivedere la struttura dell'auto, più rigida nell'arco del parabrezza e nella zona del pavimento, mentre dietro ai sedili sono presenti due strutture nascoste alla vista che fuoriescono in caso di ribaltamento per proteggere la testa dei passeggeri.

CALDI ANCHE IN AUTUNNO - La BMW Serie 8 Cabriolet deriva strettamente dalla coupé e ne riprende il telaio, costruito con materiali leggeri per diminuire le masse: sono previsti alluminio, magnesio e fibra di carbonio. A dispetto degli sforzi però la scoperta della casa tedesca pesa ben 1955 kg, un dato su cui influiscono le dimensioni generose, le quattro ruote motrici (di serie) e gli irrigidimenti per il telaio privo del tetto, ma il baricentro basso e la buona distribuzione dei pesi dovrebbero renderla sincera e maneggevole fra curve. Per godersi la BMW Serie 8 Cabriolet nulla è più indicato di una bella strada secondaria, dove si potranno apprezza i sontuosi sedili, le tecnologie presenti nell'abitacolo ed i tanti comfort presenti a bordo, compresi il frangivento per eliminare le turbolenze e le bocchette del “clima” nei poggiatesta dei sedili anteriori per scaldare il collo anche d’inverno a capote aperta. La Serie 8 Cabriolet per di più ha un bagagliaio da 350 litri, sufficiente per un weekend fuori porta.

SCATTO BRUCIANTE - I primi due motori annunciati per la BMW Serie 8 Cabriolet sono il benzina della M850i xDrive e il diesel della 840d xDrive: il primo è un V8 4.4 da 530 CV, il secondo un sei cilindri 3.0 da 340 CV. La BMW M850i xDrive accelera da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi, un risultato assai migliore della BMW 840d xDrive (a cui servono 5,2 secondi), ma in compenso il motore a gasolio percorre in media 15 km/l secondo i dati dichiarati. Su entrambe è compreso nel prezzo il cambio automatico a otto marce. L'equipaggiamento della Serie 8 comprende le sospensioni sportive regolabili, lo sterzo ad assistenza variabile (diventa più o meno rigido in funzione della velocità) e il differenziale sportivo M Sport, che fa aumentare la motricità nelle curve più strette. Sulla M850i xDrive è compreso nel prezzo anche il sistema per smorzare il coricamento laterale nelle curve. 

VIDEO
BMW Serie 8 Cabrio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
46
10
12
8
11
VOTO MEDIO
3,8
3.827585
87




Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
2 novembre 2018 - 17:58
Be finalmente la cabriolet sembra degnamente almeno una serie 6 pardon una serie 8. La coupé è quasi tamarra invece.
Ritratto di andrea120374
2 novembre 2018 - 18:59
2
Gran bel mezzo mi piace parecchio.. . Concordo con chi da del ******* a chi da un volante ad un auto del genere
Ritratto di MAXTONE
3 novembre 2018 - 08:04
Alla LC500 hanno dato 1 volante in 7 addirittura. Non mi meraviglio più di nulla.
Ritratto di luperk
5 novembre 2018 - 14:22
in effetti l'assenza di trazione integrale da un marchio giapponese è una cosa gravissima a mio parere.
Ritratto di slvrkt
5 novembre 2018 - 15:47
4
ma meno male che non ci sia la trazione integrale, la LC500 e' amata in quanto vecchia scuola, tp, un gran bel v8 e niente spazzatura elettrica; la versione ibrida non la vuole nessuno, una 4x4 sarebbe stata ancor piu' deprimente (come per la NSX)
Ritratto di luperk
5 novembre 2018 - 20:57
assolutamente in disaccordo, per andare forte, in curva con asciutto o bagnato, l'awd è un must. Anche per la sicurezza
Ritratto di slvrkt
5 novembre 2018 - 21:07
4
per chi non sa guidare si, e su un mezzo come la serie 8 si, ci sta', dato l'acquirente tipo: ma su mezzi piu' sportivi e piu' specializzati, la trazione integrale aggiunge peso all'anteriore, quindi favorisce sovrasterzo, come minimo, peggiora le prestazioni e la dinamica, e come unico vantaggio porta solo un'accelerazione leggermente migliore da fermo. su una superstiva come la LC, avrebbe solo peggiorato la guidabilita' ed agilita' - del resto la quasi totalita' delle supersportive e sportive vere sono tp-only.
Ritratto di luperk
6 novembre 2018 - 01:22
Si però oggi dalle auto si vuole tutto, tanto è vero che bmw stessa offre la m5 con la doppia trazione awd ed rwd. Io da una parte apprezzo le auto "vecchio stampo" però una volta abituatosi all'automatico, all'awd ed ai contenuti tecnici e tecnologici delle auto di oggi, si vuole avere tutto dalla stessa auto ed in molti difficilmente rinunceranno alla trazione integrale, specialmente in america, dove perfino la challenger viene proposta V6
Ritratto di luperk
6 novembre 2018 - 01:22
scusa intendevo, viene proposta awd.
Ritratto di slvrkt
6 novembre 2018 - 16:46
4
concordo sui dettagli tecnici e tecnologici, non tanto per abitudine o necessita', ma perche' quando si paga una cifra spropositata si pretende ci sia tutto quanto possibile: e' innegabile, ma la trazione integrale e' una scelta, non una necessita'. che sia necessaria o meno, dipende dai gusti di chi guida, e dalle condizioni in cui lo fa - tra l'altro le awd fasulle del 99% dei suv sono assolutamente nulla di piu' di una trazione anteriore; nel caso di trazioni integrali sportive (come questa xdrive, o la Q4), hanno piu' senso, ed utilita', ma non sono un qualcosa che ci deve essere, non sono un valore aggiunto. sulle auto in america purtroppo hai ragione, nella zona nord e' impossibile trovare auto che non siano awd: se la versione tp (o ta) esiste, non la prendono neanche in considerazione, e devi andare a prenderla in florida, o california, e simili.
Pagine