NEWS

La BMW svela la nuova Z4

23 agosto 2018

La BMW ha presentato la terza generazione della sua spider Z4 nella cornice esclusiva della Monterey Car Week 2018.

La BMW svela la nuova Z4

TERZA GENERAZIONE - Quest’anno a Pebble Beach niente concept car per la BMW. La cornice dell’esclusivo green californiano è stata scelta dalla casa bavarese per svelare la nuova spider, pronta per affrontare i mercati mondiali dalla prossima primavera 2019. La sigla completa è BMW Z4 M40i Fist Edition, che sta a significare che si tratta della versione speciale di lancio della terza generazione del modello, derivata dalla concept car Z4 presentata l’anno scorso sempre in occasione della Monterey Car Week. 

TRADIZIONE E MODERNITÀ - La nuova BMW Z4 è la declinazione moderna del concetto di roadster. Sportività, prestazioni e grinta sposate a tanta eleganza e alla più completa dotazione tecnologica. Ma a parte gli aspetti estetici ed emozionali, la nuova BMW Z4 racchiude una summa di caratteristiche tecniche al top per un modello che punta a offrire il meglio in tema di comportamento stradale, prestazioni e piacere di guida. Ne fanno fede la posizione di guida, la distribuzione dei pesi esattamente 50:50 tra asse anteriore e posteriore, le dimensioni abbondanti delle carreggiate e quella contenuta del passo. Una struttura che trova poi completamento nelle altre componenti meccaniche, come le sospensioni con ammortizzatori a gestione elettronica, il sistema frenante M-Sport e il differenziale a gestione elettronica M-Sport. Tutto ciò a servizio del motore 6 cilindri da 340 CV, che consente alla nuova BMW Z4 di scattare da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi. Quanto al consumo dichiarato il valore medio è di 14 km/l, con emissioni di CO2 di 162 g/km.

FRONTALE PENETRANTE - La nuova BMW Z4 ha una spiccata personalità, a cui contribuisce parecchio il design dei gruppi ottici anteriori, con i due fari di ognuno sistemati quasi verticalmente e racchiusi in una lunga calottina che segue le forme tondeggianti della vettura raccordando il frontale con la fiancata. Questo particolare si abbina armoniosamente ai classici due elementi del muso delle BMW, alle grandi prese d’aria laterali e al cofano motore curvo e spiovente, dando vita a un’immagine che viene da definire “appuntita”. Da vera sportiva. La forte personalità emanata dalle linee della vettura è poi enfatizzata dalla capote dell’abitacolo, realizzata in tessuto. Particolari in sintonia con gli elementi fondamentali sono i gusci neri degli specchietti, i cerchi in lega da 19” e lo spoilerino posteriore. 

CLASSE E TECNOLOGIA NELL’ABITACOLO - Nell’abitacolo si ritrova un livello di finiture in linea con quello dell’esterno. Ne fanno parte i rivestimenti in pelle con cuciture a vista, i sedili con regolazione elettrica e dispositivo che memorizza le posizioni più utilizzate. Quanto all’impianto audio per la nuova Z4 la BMW ha optato per l’esclusivo Harman Kardon Surround Sound System. E ovviamente non manca un sistema di connessione dell’ultima generazione.

CI VEDIAMO A PARIGI - La presentazione nell’ambito della Monterey Car Week svela le linee e la personalità della BMW Z4, mentre per conoscere il profilo tecnico, con tutte le caratteristiche, occorrerà attendere il 19 settembre, pochi giorni prima del salone di Parigi (4-14 ottobre). Le vendite cominceranno nella primavera del 2019.

BMW Z4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
20
6
6
7
VOTO MEDIO
4,0
4.037035
81
Aggiungi un commento
Ritratto di Gordo88
23 agosto 2018 - 22:58
Bella dietro ( dove ricorda la vecchia z8) ma il muso non è tanto originale e per di più mi sa tanto di fiat 124... sicuramente sarà bellissima da guidare e ora con il tetto in tela avrà un peso decisamente inferiore alla precedente
Ritratto di opinionista
23 agosto 2018 - 23:02
2
Bella la coda e d'effetto nel globale tutta la parte posteriore, cosa che non si può certo affermare per il frontale, fin troppo pulito e semplice con gruppi ottici dal design insolito per quanto concerne l'attuale percorso stilistico BMW. Interni sportivi e armoniosi tranne il volante con la parte centrale che ospita l'airbag troppo importante e di conseguenza meno sportivo poco sposa la filosofia di questa nuova roadster tedesca.
Ritratto di Fabigenoa93
23 agosto 2018 - 23:15
Sinceramente mi aspettavo un pò di più. Non è una brutta auto sia chiaro, resta pur sempre una vera bmw posteriore, però davanti mi pare troppo elaborata forse fin troppo nella parte bassa centrale. Dietro meglio, chiaro il richiamo alla z8 nei fari ma a parer mio dovevano farli più sottili e soprattutto farli finire prima non nel 3/4 posteriore, sa molto di Amg gt così.
Ritratto di Gatsu
24 agosto 2018 - 00:16
2
Bella, avesse avuto il tetto in metallo avrei dato punteggio pieno
Ritratto di gjgg
24 agosto 2018 - 00:17
1
A me piace (soprattutto il posteriore mi da quella sensazione di auto molto piazzata a terra, effetto che citai già per la Giulia), inoltre sembra ovviato in prospettiva la questione similarità al frontale 124. Mi convince inoltre molto la prospettiva dalla posizione di guida. Sia per la strumentazione che per l' integrazione in plancia dello screen infotainment (ricorda molto quello Alfa anche nelle proporzioni rettangolari). Nota di merito per la riproposizione del rotellone di comando (invece che abbandonarsi al full touch). Belli seppur già visti altrove i bilancieri del cambio in alluminio (penso) dietro al volante. Un po' di dubbi/domande però (a chi ne sapesse): È normale col 6 cilindri solo (fra virgolette) 340HP? Il differenziale è a gestione elettronica ma meccanico (torque vectoring ne abbiamo?) o proprio elettronìco in quanto tale? Lo specchio retrovisore interno sbaglio o ha la cornice? In altri contesti la questione specchietto senza/con cornice oramai è quasi più basilare dei led/laser o touchmonitor per definire se un'auto è tecnologicamente al passo o meno (per me è indifferente, lo specifico a priori)
Ritratto di NeroneLanzi
24 agosto 2018 - 08:41
No nessun autobliccante meccanico. Anche perché non rientrerebbe nel target della vettura: può esser definita sportiva se la confrontiamo con una serie 1 5p a nafta, ma non è pensata puramente per la guida, è più orientata al mondo GT.
Ritratto di gjgg
24 agosto 2018 - 09:26
1
Che storia, se non erro il meccanico lo ha anche una semplice Abarth 124 che come progetto mi sembra molto meno ambizioso (anche in termini di prezzo richiesto, presumerei), basti il solo mototore che è un semplice 4 in linea, da oltretutto soli 1.400cc. Bon, questa farà di certo perno su altre attrattive tecnologiche tipo che ne so i full led se non addirittura laser ecc.
Ritratto di gjgg
24 agosto 2018 - 09:25
1
Che storia, se non erro il meccanico lo ha anche una semplice Abarth 124 che come progetto mi sembra molto meno ambizioso (anche in termini di prezzo richiesto, presumerei), basti il solo mototore che è un semplice 4 in linea, da oltretutto soli 1.400cc. Bon, questa farà di certo perno su altre attrattive tecnologiche tipo che ne so i full led se non addirittura laser ecc.
Ritratto di NeroneLanzi
24 agosto 2018 - 11:02
Beh sì sono destinate a clienti diversi. La Z4 non è mai stata propriamente una vettura essenziale e pensata in ottica sportiva. Esattamente come la SLK/SLC è un prodotto più orientato alla comodità (compatibilmente con l’architetta del modello). Quindi sedili regolabili elettricamente, massaggianti, ventilati, piastre di ricarica wireless, impiantoni audio, motori di azionamento della capote, ecc. tutte cose che ad un appassionato di guida non interessano ma che il cliente di una Z4 guarda.
Ritratto di NeroneLanzi
24 agosto 2018 - 11:04
(D’altra prte sia qui che con la SLC alla fine le due case finiscono per vendere solo le motorizzazioni entry level, magari allestite tipo albero di natale come contenuti, ma con nemmeno 160 cavalli)
Pagine