NEWS

La BMW svela la nuova Z4

23 agosto 2018

La BMW ha presentato la terza generazione della sua spider Z4 nella cornice esclusiva della Monterey Car Week 2018.

La BMW svela la nuova Z4

TERZA GENERAZIONE - Quest’anno a Pebble Beach niente concept car per la BMW. La cornice dell’esclusivo green californiano è stata scelta dalla casa bavarese per svelare la nuova spider, pronta per affrontare i mercati mondiali dalla prossima primavera 2019. La sigla completa è BMW Z4 M40i Fist Edition, che sta a significare che si tratta della versione speciale di lancio della terza generazione del modello, derivata dalla concept car Z4 presentata l’anno scorso sempre in occasione della Monterey Car Week. 

TRADIZIONE E MODERNITÀ - La nuova BMW Z4 è la declinazione moderna del concetto di roadster. Sportività, prestazioni e grinta sposate a tanta eleganza e alla più completa dotazione tecnologica. Ma a parte gli aspetti estetici ed emozionali, la nuova BMW Z4 racchiude una summa di caratteristiche tecniche al top per un modello che punta a offrire il meglio in tema di comportamento stradale, prestazioni e piacere di guida. Ne fanno fede la posizione di guida, la distribuzione dei pesi esattamente 50:50 tra asse anteriore e posteriore, le dimensioni abbondanti delle carreggiate e quella contenuta del passo. Una struttura che trova poi completamento nelle altre componenti meccaniche, come le sospensioni con ammortizzatori a gestione elettronica, il sistema frenante M-Sport e il differenziale a gestione elettronica M-Sport. Tutto ciò a servizio del motore 6 cilindri da 340 CV, che consente alla nuova BMW Z4 di scattare da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi. Quanto al consumo dichiarato il valore medio è di 14 km/l, con emissioni di CO2 di 162 g/km.

FRONTALE PENETRANTE - La nuova BMW Z4 ha una spiccata personalità, a cui contribuisce parecchio il design dei gruppi ottici anteriori, con i due fari di ognuno sistemati quasi verticalmente e racchiusi in una lunga calottina che segue le forme tondeggianti della vettura raccordando il frontale con la fiancata. Questo particolare si abbina armoniosamente ai classici due elementi del muso delle BMW, alle grandi prese d’aria laterali e al cofano motore curvo e spiovente, dando vita a un’immagine che viene da definire “appuntita”. Da vera sportiva. La forte personalità emanata dalle linee della vettura è poi enfatizzata dalla capote dell’abitacolo, realizzata in tessuto. Particolari in sintonia con gli elementi fondamentali sono i gusci neri degli specchietti, i cerchi in lega da 19” e lo spoilerino posteriore. 

CLASSE E TECNOLOGIA NELL’ABITACOLO - Nell’abitacolo si ritrova un livello di finiture in linea con quello dell’esterno. Ne fanno parte i rivestimenti in pelle con cuciture a vista, i sedili con regolazione elettrica e dispositivo che memorizza le posizioni più utilizzate. Quanto all’impianto audio per la nuova Z4 la BMW ha optato per l’esclusivo Harman Kardon Surround Sound System. E ovviamente non manca un sistema di connessione dell’ultima generazione.

CI VEDIAMO A PARIGI - La presentazione nell’ambito della Monterey Car Week svela le linee e la personalità della BMW Z4, mentre per conoscere il profilo tecnico, con tutte le caratteristiche, occorrerà attendere il 19 settembre, pochi giorni prima del salone di Parigi (4-14 ottobre). Le vendite cominceranno nella primavera del 2019.

BMW Z4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
20
6
6
7
VOTO MEDIO
4,0
4.037035
81
Aggiungi un commento
Ritratto di gjgg
24 agosto 2018 - 11:33
1
Io non posso non ricordare quanto fosse invece cattiva la prima Z3 (coupè in verità), 20 anni fa aveva già 320HP. Cioè mi sembra strano che si lasci il passo alla TT-RS che, presumibilmente se come dici tu per la bavarese è prevista una visione più turistica, se la lascerà alle spalle.
Ritratto di Pellich
24 agosto 2018 - 12:56
Beh, qui si bada anche alla sostanza con motori benzina con elevate potenze che la 124 Abarth con soli 170 cv si sogna.
Ritratto di gjgg
24 agosto 2018 - 13:33
1
A maggior ragione un differenziale meccanico ce lo voleva, penso
Ritratto di NeroneLanzi
24 agosto 2018 - 15:28
Per andare sul dritto? Non ce n’è bisogno. Tanto, come si diceva, i motori cavallati di cui parla Pellich in realtà pesano nulla sul totale delle vendite. Il grosso sono versioni da struscio, la restante parte sono macchine da sparata in autostrada se va bene. Sarebbe un di più che la clientela del modello non saprebbe nemmeno apprezzare. (E nemmeno molta della clientela generica, basta già solo vedere quanti hanno accolto in maniera negativa il ritorno alla capote in tela)
Ritratto di probus78
24 agosto 2018 - 00:49
Molto bello e grintoso il muso... Solido il posteriore. Elegante la capote in tela e sportivamente serioso l interno. Gran bella spider non riesco proprio a trovarci difetti.
Ritratto di Fdet_
24 agosto 2018 - 08:47
Bella la nuova impostazione del design posteriore delle ultime BMW, finalmente qualcosa di nuovo, che dà una sensazione di "ben piazzato" su strada. L'anteriore un po' più banale, ma comunque bello. Non mi convincono solo alcuni dettagli del paraurti anteriore, come quelle forme triangolari/trapezoidali che ci sono anche sulla versione più sportiva della X2, secondo me poco in armonia con il resto del frontale. Una cosa, però, c'è da dire, la vecchia Z4, quando uscì, mi fece letteralmente andare in visibilio, di questa non si può certo dire che non sia bella, ma il fascino e l'eleganza, evidentemente, sono qualcosa che le auto moderne cominciano a perdere, privilegiando altri aspetti, con tutti i loro pro e contro.
Ritratto di Fdet_
24 agosto 2018 - 09:01
Inoltre, vorrei aggiungere una riflessione: pare evidente come siano proprio queste le auto che creano o ridanno al marchio l'immagine che avevamo tutti quanti. Scorrendo le riflessioni dei vari utenti, mi accorgo come quest'auto sia comunque apprezzata (ovviamente c'è chi non lo farà, com'è giusto che sia..), proprio perchè si discosta da ciò a cui siamo abituati a vedere ormai tutti i giorni, come ad esempio i suv dozzinali di cui proprio non se ne può più. Non nego che io son stato uno di quelli che li riteneva necessari e che quindi non gridava allo scandalo quando ne usciva qualcuno di nuovo. Tuttavia nell'ultimo triennio non ho potuto non notare come si sia andati ben oltre il tollerabile, ce ne sono veramente troppi. La mia sarà anche una visione fin troppo romantica e fin troppo poco mirata alle economie delle case automobilistiche, ma penso che siano proprio le auto come la Z4, o simili, che riaccendono un po' quella passione, almeno nostra, che si stava pian piano spegnendo fra: downsizing dei motori, suv, suvvetti e suvvini, sav, sac, crossover, norme anti inquinamento, abbandono ormai totale degli aspirati, dei V10 o V12 ecc ecc.. E' giusto che le case inseguano ed alimentino il mercato, ma penso anche che quando si producevano auto per appassionati anzichè per i grandi numeri, era tutta un'altra cosa. Infine, checchè se ne dica, l'immagine che si deve avere dell'auto non dev'essere quella di un suv, o di un crossover, ma di un elogio all'aerodinamica, alla sportività, alle emozioni, ed è un peccato che si stia perdendo di vista tutto ciò.
Ritratto di IloveDR
24 agosto 2018 - 08:48
4
in alcune foto del frontale si nota una vaga somiglianza con la 124...è già questo gli fa perdere innumerevoli punti...ma che skifo la 124 by MX-5
Ritratto di mika69
24 agosto 2018 - 08:55
Gli interni sono meravigliosi. Estetica esterna non posso dire certo sia una brutta auto, però le BMW hanno perso tanta personalità...non riescono più ad essere così coinvolgenti. Soprattutto i frontali...da quando hanno abbandonato il doppio faro tondo poi..
Ritratto di Mercedes-AMG
24 agosto 2018 - 09:44
E quando avrebbero abbandonato il doppio faro tondo?? Questa è proprio forse la prima BMW che non lo ripropone all'ennesima potenza da anni... Per dire; c'è anche sulla serie 8, sulla serie 5, sulla nuova X3... Certo non è la stessa cosa di 10 anni fa, hanno un pò reinventato il concetto con forme meno curve ma è la stessa idea e lo stesso simbolo
Pagine