NEWS

BMW e Hyundai: accordo in vista?

04 maggio 2012

Nonostante le smentite è forte la voce di una possibile collaborazione per lo sviluppo di nuovi motori.

CONTENERE I COSTI - Una talpa avrebbe rivelato all'agenzia Reuters che BMW e Hyundai starebbero discutendo di un possibile accordo per sviluppare una nuova generazione di motori modulari. Le trattative sarebbero ancora in fase iniziale, e avrebbero lo scopo di condividere i costi di sviluppo, stimati tra gli 1 e i 2 miliardi di euro. I bilanci delle due case automobilistiche sono infatti sempre più appesantiti dai costi di sviluppo per nuovi motori, che devono essere più efficienti nei consumi e nelle emissioni, in ossequio a regole più ferree contro l'inquinamento disposte dalle istituzioni nazionali ed internazionali. Park Sang-won, analista all'Eugene Investment & Securities ha dichiarato alla Reuters che il possibile accordo porterebbe BMW (in alto la sede di Monaco) ad avvantaggiarsi delle economie di scala dell'azienda coreana, che dal canto suo trarrebbe beneficio dell'avanzata tecnologia tedesca riguardo ai motori a benzina, specialmente quelli di maggiore cubatura. Stando ad altre indiscrezioni, invece, sembra che l'accordo possa riguardare le trasmissioni automatiche del gruppo coreano, che potrebbero essere utilizzate su alcuni modelli bavaresi.

hyundai_sede_headquarter.jpg
La sede del gruppo Hyundai-Kia a Seoul.

DOPPIA SMENTITA - Secondo la stessa fonte, pare che il vicepresidente di Hyundai Motor Group Eui-sun Chung (nonché figlio del presidente Mong-koo Chung) abbia già incontrato un ristretto gruppo di dirigenti a Monaco. Una nota ufficiale di Hyundai smentisce però queste indiscrezioni, bollandole come infondate. Anche l'amministratore delegato della BMW, Norbert Reithofer, ha dichiarato che altre collaborazioni non sono all'orizzonte. Nel farlo ha ricordato che l'azienda tedesca ha già diversi accordi in atto o in fase di trattativa avanzata. Tra gli altri, la BMW sta negoziando con la General Motors lo sviluppo congiunto di tecnologie future come le celle a combustibile, e potrebbe allargare la cooperazione con il gruppo Peugeot-Citroën anche per quanto riguarda i motori a benzina. La BMW ha inoltre una partnership attiva con la Toyota, per la quale fornirà motori diesel in Europa a partire dal 2014 mentre l'azienda giapponese condividerà il know how sulle batterie a ioni di litio.





Aggiungi un commento
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
5 maggio 2012 - 15:22
Il commento è stato rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Motorsport
5 maggio 2012 - 18:20
non dormo più la notte.... al interno la mia 335i coupè e ancora molto più bella e moderna di tutte le sue concorrenti... per non parlare della serie 5..... infatti mdb mi da ragione....
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
5 maggio 2012 - 18:23
Il commento è stato rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Motorsport
5 maggio 2012 - 20:24
appunto.... molte volte lascio perdere xchè non ne vale la pena..... ciao
Ritratto di metacril
4 maggio 2012 - 17:32
che bmw non ci guadagnerebbe ?? io non ci metterei la mano sul fuoco sopratutto perchè penso che bmw non scelga collaboratori alla cxxxo...
Ritratto di gig
7 maggio 2012 - 15:57
eH già mdb, Audi e Hyundai! ;) Ciao... :)
Ritratto di vagirimo
4 maggio 2012 - 15:54
4
Saluti :)
Ritratto di osmica
4 maggio 2012 - 19:54
Ma le lexus sono le toyota lussuose... Ovvero hanno creato un marchio differente per differenziarle dalla toyota. (circa). Alla Lexus... manca un motore 2.0diesel vero (il 2.2 della Is consuma troppo), perchè non metterci la versione "entry level" con il 1.6 tdci (psa/fors-volvo)? :)
Ritratto di vagirimo
11 maggio 2012 - 20:05
4
(ora dovrò dirlo in ogni commento...) ma il mio PC si era bloccato a causa di un virus del cavolo, facendo perdere tutti i dati salvati... :( hai ragione! ciao :)
Ritratto di italico
4 maggio 2012 - 14:11
3
fan tutte così.............!!
Pagine