NEWS

Un bonus di 7.200 euro ai lavoratori VW

28 febbraio 2013

Grazie ai buoni risultati conseguiti dall’azienda nel 2012, a ogni dipendente del gruppo VW vanno 7.200 euro.

Un bonus di 7.200 euro ai lavoratori VW

720 MILIONI DI BONUS - Per 100 mila lavoratori del gruppo Volkswagen (quelli che operano negli stabilimenti e negli uffici in Germania e hanno il rapporto di lavoro regolato dal relativo contratto nazionale di categoria) è in arrivo una lauta gratifica. Per i buoni risultati realizzati nel corso del 2012 (qui per saperne di più), la casa tedesca è infatti in condizione di versare a ognuno di essi un bonus di 7.200 euro. I soliti insoddisfatti diranno che sono meno dei 7.500 distribuiti l’anno scorso, ma tant’è, e 7.200 euro sono comunque un bel contributo ai bilanci familiari, o se si vuole alla rete commerciale tedesca. 

CON SALARI BLOCCATI - Il buon risultato del 2012 (11,5 miliardi di euro di utile operativo) oltre a consentire un dividendo agli azionisti di 3,6 euro per ogni azione, ha infatti anche messo a disposizione i fondi per questo cospicuo “premio di produzione”. Per completezza va anche aggiunto che questo meccanismo di bonus è calato in un quadro in cui gli aumenti salariali sono bloccati dal 2010. E per l’azienda il pagamento del bonus è meno oneroso di un aumento salariale.
 
MENO SOLDI AI MANAGER - A proposito di emolumenti in casa Volkswagen va anche ricordato che il gruppo tedesco ha deciso un ridimensionamento delle remunerazioni dei manager. Il presidente Martin Winterkorn per il 2012 ha così percepito 14,5 milioni di euro anziché 17,5 milioni avuti nel 2011. L’importo comprende le varie voci stipendio, bonus in base ai risultati e benefici azionari. L’obiettivo strategico è di realizzare una riduzione del 20% dei guadagni dei manager.




Aggiungi un commento
Ritratto di DaveK1982
28 febbraio 2013 - 16:12
7
è molto interessante vedere quanto la vw aiuta il land e viceversa. Vorrei però aggiungere i calcoli riguardo a Pomigliano, citato da montreal. 500 euro per 2'146 dipendenti = 1,073 mln euro, che rapportati ad un utile del gruppo, che se ho letto bene è di 1,41 mld, equivalgono al 0,076%. Ora con tutta la buona volontà, non avendo idea dei dividendi dati per azione, capendo che fiat è in una situazione più difficile di vag, e non sapendo se ci sono stati altri premi di questo tipo da parte di fiat, mi sembra che il 6,2% di vag sia molto maggiore dello 0,076% di fiat.
Ritratto di Merigo
28 febbraio 2013 - 16:32
1
Come ha accennato Montreal e la cui cifra ricordi tu, il bonus di 500 € è legato solo alla performance del Giambattista Vico e non all'utile dell'Azienda perché, non ricordo quanto, ma come sappiamo FIAT nel 2012 ha perso soldi (mi pare 300 milioni) ed il bilancio è positivo solo grazie a Chrysler. Non vorrei scendere in una sterile polemica con i tifosi di VW ma quello di Pomigliano d'Arco è sì stato un vero bonus dato ai lavoratori per condividere le aspettative prima ancora dei successi, mentre quello dell'articolo è un "dividendo" sugli utili che comunque è meno della metà di quello distribuito agli azionisti e, quindi, a mio parere il merito non è nel bonus, ma nel mostruoso utile realizzato che ha consentito di distribuirlo. Saluti e grazie del livello del blog un poco più elevato del solito.
Ritratto di DaveK1982
28 febbraio 2013 - 16:37
7
prego e grazie a te ;)
Ritratto di Montreal70
28 febbraio 2013 - 17:40
Davek, Merigo ha interpretato adeguatamente il mio pensiero. Il rapporto va fatto con i risultati della sola Europa, visto che è l'unico mercato dell'unico modello prodotto a Pomigliano. In quest'ottica, il bonus concesso è addirittura un atto di magnanimità, se consideriamo che è stato erogato persino in condizioni di consistenti perdite economiche. Insomma, sintetizzando, Vw fa utili mostruosi, e giustamente concede un premio. PSA fa perdite mostruose, e giustamente licenzia. Fiat fa perdite (in Europa) e concede lo stesso bonus. Insomma, io proprio non ci riesco a vedere ragioni corrette per demonizzare la tanto odiata Fiat. Basta guardare un pò più in la' del proprio naso per capire. Ovviamente non è riferito a te, ma a molti, molti italiani. Tra l'altro, VM, grazie alle commesse di Chrysler, in cambio di una riduzione di pausa di 12 minuti su 63, assumerà 300 nuovi dipendenti. Ovviamente, Fiom ha detto di no, ma fortunatamente per quelle 300 famiglie, ha vinto il si. Questo dovrebbe far riflettere su quale sia il vero problema del lavoro in Italia.
Ritratto di DaveK1982
2 marzo 2013 - 11:53
7
e fare i conti della sola europa per vag è un po' complicato. Comunque ho letto che l'utile totale del gruppo è stato di ben 22 miliardi, 11,5 è il solo risultato operativo, il che ridimensiona ulteriormente il premio dato ai lavoratori. Ma davvero fiom si è opposta a delle nuove assunzioni?
Ritratto di Montreal70
6 marzo 2013 - 12:56
Si, ne ha abbiamo parlato Cavicchi sul suo blog, viamazzocchi. Puoi approfondire là .
Ritratto di Montreal70
6 marzo 2013 - 12:57
Si, ne ha parlato Cavicchi sul suo blog, viamazzocchi. Puoi approfondire là .
Ritratto di wesker8719
28 febbraio 2013 - 16:40
caro montreal ma dimentichi l'anno scorso dei bonus dati da marchionne ai soli dipendenti chrysler nonostante sia parte del gruppo fiat ? non mi ricordo di aver letto una polemica su tale discriminazione, ma sarà perchè non sei minimamente imparziale...ps anche quest'anno premi solo a operai chrysler
Ritratto di Montreal70
28 febbraio 2013 - 17:42
I dipendenti Chrysler hanno fatto utili rinunciando ad alcuni privilegi. Non mi pare che i dipendenti spagnoli, slovacchi, rumeni, sud africani, thailandesi, cinesi, messicani, ecc, di Vw, lavorino male o siano improduttivi.
Ritratto di wesker8719
1 marzo 2013 - 09:44
e che dire degli operai polacchi, brasiliani e serbi di Fiat , non dimentichiamo quelli messicani eppure loro i premi non li hanno avuti , ma per te è più facile sparlare sempre di vw piuttosto che vedere la situazione in modo imparziale
Pagine