NEWS

Cadillac CT6: è lei la nuova ammiraglia

1 aprile 2015

Presentata al salone di New York, la Cadillac CT6 è la berlina di lusso al top della gamma, ma solo con motori V6. Arriverà anche in Europa.

Cadillac CT6: è lei la nuova ammiraglia
AMERICANA PER IL MONDO - La Cadillac rilancia nel settore che le è proprio da sempre: quello delle auto di super lusso. Al New York Auto Show la casa americana del gruppo GM ha svelato la nuova CT6 (più in basso il video della presentazione): imponente berlina che si sviluppa per 518 cm di lunghezza, con larghezza di 188 cm e altezza di 147 cm. Tutto su un abbondante passo di 310 cm, che consente di avere un abitacolo molto spazioso. Il tutto per un’immagine dalla chiara filosofia yankee. Ciò detto, va aggiunto che la Cadillac ha annunciato che la CT6 sarà venduta anche in Europa, Corea, Giappone, Israele e Medio Oriente. La produzione avverrà a Detroit, a cominciare dai primi mesi del 2016. Sarà una concorrente per Audi A8, BMW Serie 7 e Mercedes S.
 
NIENTE V8 - Se la carrozzeria della Cadillac CT6 è in sintonia con la tradizione americana, sotto il cofano ci sono invece i segni dei tempi: della gamma dei tre motori con cui la CT6 sarà prodotta nessuno ha la classica architettura 8 cilindri a V: ci sono infatti un 4 cilindri 2.0 turbo da 265 CV, un V6 3.6 da 335 CV e un inedito V6 3.0 biturbo da 400 CV. Tutti tre i motori sono abbinati al cambio automatico a 8 rapporti. Quanto alla trazione la Cadillac CT6 viene proposta sia a trazione posteriore che 4x4. 
 
 
RINNOVAMENTO DELLA MARCA - La nuova Cadillac CT6 è uno degli otto modelli che la casa si ripromette di lanciare entro il 2020, secondo il piano di rinnovamento e potenziamento della sua gamma che prevede 12 miliardi di investimenti. Il progetto ha curato molto la progettazione della scocca, realizzata con abbondante ricorso all’alluminio per contenere il peso. E la Cadillac tiene a sottolineare i risultati ottenuti: la CT6 è della stessa categoria della BMW Serie 7 ma pesa meno della Serie 5.
 
FRONTALE MONUMENTALE - Come accennato, la linea della Cadillac CT6 si può definire di ispirazione americana nella configurazione generale, parecchio sviluppata in altezza e per una certa spigolosità delle forme. Il frontale poi è monumentale, con la calandra dalla forma parallela a quella dello scudetto pentagonale della marca Cadillac e soprattutto clamorosi gruppi ottici che dominano visivamente tutto il “pacchetto” della parte anteriore. La forma dei fari è complicata: tende a svilupparsi in verticale con un elementi stretto che dalla parte alta, parallela all’apertura del cofano motore, scende sino alla fascia del paraurti. Anche la Cadillac CT6, come ormai parecchi modelli lanciati negli ultimi tempi, ha il cofano motore rialzato di qualche centimetro rispetto alla zona della carrozzeria sopra i parafanghi, creando così un certo effetto “muso”, che conferisce importanza alla linea. 
 
 
COMFORT E TECNOLOGIA - Che cosa c’è nell’abitacolo della Cadillac CT6 è prevedibile: praticamente tutto quanto disponibile di utile, confortevole e funzionale. Davanti, i sedili-poltrona (rivestiti in pelle) sono separati da una console centrale di dimensioni ampie, che può svolgere il compito di bracciolo ma anche di bauletto e ripiano d’appoggio, essendo perfettamente liscio. Il posto guida vede un volante contenente un’ampia serie di comandi, mentre il cruscotto sostanzialmente semplice nella forma, con quadranti rotondi davanti al volante. Quest’ultimo ha una insolita forma a quattro razze, di cui due parallele. Dietro poi i sedili sono circondati da elementi che consentono la massima versatilità: dal tavolinetto inserito nello schienale dei sedili anteriori, al ripiano nel bracciolo centrale. Ed è inutile dire che la Cadillac annuncia per la CT6 la massima disponibilità dei dispositivi di connettività più evoluti, oltre che i sistemi di supporto alla guida più innovativi. È il caso della telecamera che tiene sotto osservazione ciò che succede tutto intorno alla vettura, rinviando le immagini al display da 10,2 pollici ad alta risoluzione collocato sulla plancia.
VIDEO
loading.......
Cadillac CT6
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
50
34
10
7
8
VOTO MEDIO
4,0
4.01835
109
Aggiungi un commento
Ritratto di luigi sanna
3 aprile 2015 - 10:22
5
...e basta.... Ma se il Diesel è il "male assoluto", a favore del benzina, dimmelo tu... (cosa ho letto) Cmq. sta durando anche troppo. Poi dove avete letto che i Diesel sono "ecologici", ancora non l'ho capito....Neanche tu leggi bene, chi ha parlato di auto ad impatto zero. Non si ha la volontà di farlo, ci sono brevetti vecchi di 80 anni, rimessi tuuti in un cassetto.
Ritratto di onlyroma
3 aprile 2015 - 13:21
Io non ho detto che i benzina non inquinano,ma ho solo detto ,che i diesel inquinano ne più e ne meno di qualsiasi altro combustibile derivato dal petrolio. Però a differenza dei benzina,sul diesel bisogna inventarsi mille gingilli vari tipo il Fap x rientrare nei limiti anti-inquinamento. Sappiamo tutti che fine fanno i FAP dopo la prima avaria,si tolgono e si rimappa la centralina. Quindi diventano ancora più pericolose le auto diesel. Quindi te lo dico io,dato che me lo hai chiesto " gentilmente ",le auto diesel inquinano di più. Per me oggi il miglor compromesso è una auto a benzina con un impianto metano-gpl,non che non inquina,ma almeno lo fa molto meno. In futuro,speriamo presto,avremo auto a impatto 0,oggi la scelta più saggia è non acquistare auto diesel. Ciao e speriamo che finalmente hai recepito il mio discorso,se anche stavolta,non sono riuscito a farmi capire,dimmelo che ti mando un disegnino,forse è più semplice da capire. p.s. un consiglio spassionato,non scrivere per forza ai commenti degli utenti,scrivi solo cose che realmente capisci e conosci,altrimenti diventa difficoltoso risponderti. Poi vedo che ti innervosisci pure,ma se non riesci a decifrare i commenti scritti in italiano,non puoi incolpare chi lo ha scritto.
Ritratto di luigi sanna
3 aprile 2015 - 13:32
5
Ti sei "incantato".... Neanche leggo....
Ritratto di luigi sanna
3 aprile 2015 - 13:41
5
Risposto alla battuta "Muscle Car", Rileggi, rileggi, rileggi.... Ma quanti anni hai.... Si bravo hai ragione! Speriamo di finirla....
Ritratto di onlyroma
3 aprile 2015 - 17:00
te lo dico,40 anni,ma portati molto bene,me ne daresti al massimo 39. Non capisco questo tua tua reazione isterica,capisco che può dar fastidio dialogare con qualcuno,ma anche sforzandosi,non riuscire a comprendere il discorso. Però te lo dico con tutto il cuore,hai capito quello che volevi capire e purtroppo ti sei arrabbiato per cose a me ancora non chiare. Dai tranquillo,per me il discorso è chiuso,sono una persona ragionevole e mai vorrei creare disturbo ad altri. Se ti può consolare ed essere d'aiuto,,ti dico che il diesel è super ecologico,invece la benzina è il male oscuro del mondo e ti dirò di più,sempre per farmi perdonare,le muscle car sono auto da ferrovecchio.
Ritratto di luigi sanna
3 aprile 2015 - 17:14
5
...non c'era il punto interrogativo. E cmq. siamo anche coetanei (39), figurati se mi arrabbio per queste cose.... Spero di ritrovarti su un'altro articolo.... Quì, non siamo andati benissimo.....
Ritratto di onlyroma
3 aprile 2015 - 17:42
Per me nessun problema,succede di non comprendersi. Speriamo che la prossima volta abbiamo la stessa veduta. Ciao e buona pasqua.....anche se mi tocca lavorare
Ritratto di luigi sanna
3 aprile 2015 - 17:48
5
Buona Pasqua.... Anche se lavori.... Ma ci vai con la Muscle Car?.... Stò a scherzà.... Ciao!
Ritratto di luigi sanna
2 aprile 2015 - 16:53
5
....il Diesel. Guarda che negli USA, a causa della benzina "verde", la maggiorparte delle falde acquifere, sono inquinate. Hanno tolto il piombo, che inquinava l'aria, ma non "penetrava"... Quella senza piombo, si! Non è una questione Diesel/Benzina... Questo abbiamo... Non sono "salutari" entrambi! Poi da noi c'è un detto: O muori di lampi, O muori di tuoni! Il nostro concetto di "progresso" è fermo all'800'. Purtroppo non se ne esce....Quando tutto sarà compromesso (spero di non esserci), aria, acqua, innondazioni, uragani, guarda anche una nuova era glaciale, perche è cosi che andrà a finire... Ebbene, tutti i petro-dollari, se li metteranno dove dico io..... Non meritiamo questo Pianeta! L'unica vera "specie" che dovrebbe andare in estinzione, sarebbe la nostra.
Ritratto di luigi sanna
2 aprile 2015 - 20:44
5
Il prezzo dovrebbe sempre essere più alto, perchè più "raffinata". Il caro gasolio, è dovuto al fatto che ci sono più macchine diesel, rispetto al passato. Ha superato il 50% rispetto al benzina, ma da parecchio. Nel 1998 ad esempio il gasolio non arrivava a 1.300 Lire, mentre la Benza superava le 1.700, ma le "benzine" erano di più. Poi vabbè, in Italia ci sono accise allucinanti, sui carburanti. Paghiamo Guerre, Terremoti, alluvioni, solo in Italia....
Pagine