NEWS

Cambio di strategia per l'Alfa Romeo?

22 luglio 2013

Il gruppo Fiat starebbe sviluppando una nuova piattaforma a trazione posteriore da usare per tutte le Alfa. Forse addio a Mi-To e Giulietta.

Cambio di strategia per l'Alfa Romeo?
UNA VERA RIVOLUZIONE - Sarebbe in atto una vera inversione di tendenza in seno al gruppo Fiat. Sono iniziate a circolare, da fonti autorevoli e ben informate, notizie concordanti riguardo al progetto di una nuova piattaforma a trazione posteriore da utilizzare, non solo sulle Alfa Romeo, ma anche sulle prossime generazioni di Chrysler 300, Dodge Challenger e Charger. Per ora si tratta ancora di uno studio di fattibilità e il via libera sarebbe atteso entro la fine dell'anno.
 
CAMBIAMENTO IN CORSO D’OPERA - Se venisse data luce verde al progetto, cambierebbero molte cose, sopratutto per l'Alfa Romeo. Nell'attesa pare che la Giulia, erede della 159 già in fase avanzata di sviluppo, sarebbe sospesa perché basata sulla piattaforma CUSW (Compact US Wide) per vetture a trazione anteriore. Ovviamente la cosa comporterebbe un rinvio dell’uscita del nuovo modello, che nel caso di cambio di impostazione tecnica non potrebbe avvenire - secondo le indiscrezioni - prima della fine del 2015.
 
GIULIA “POSTERIORE” - La nuova strategia punta a proporre la nuova Giulia con la trazione posteriore, seguita dopo qualche mese da un modello più grande, l'erede dell'Alfa Romeo 166, basato sulla medesima architettura. Contemporaneamente verrebbero sviluppati due suv e ci sarebbe poi la spider prodotta “a quattro mani” con la Mazda sulla base della prossima MX5. Oltre alla 4C, che sta per arrivare sul mercato. Qualcuno si spinge oltre e afferma che addirittura non ci sarebbe più spazio per i modelli Mi-To (foto in alto) e Giulietta, cancellati una volta arrivati a fine carriera. 
 
IN CERCA DI MARGINI - La logica della nuova strategia in discussione, che dovrebbe essere decisa e varata entro la fine dell'anno, è chiara: puntare a proporre prodotti più alta gamma, di livello “premium”, in cui la trazione posteriore sembra vincente. La scelta sarebbe di avere un listino fatto di vetture di maggiore valore per poter beneficiare di margini più elevati, anche se con vendite numericamente inferiori.


Aggiungi un commento
Ritratto di 911 Carrera
23 luglio 2013 - 01:00
Esprime ciò che molti francesi pensano su di noi , e non solo loro. Le nostre sito PACCO hanno fatto fate figure poco dignitose agli italiani in mezzo mondo, mica solo in patria. Stilo su tutte. Adesso vendiamo le 500 più che altro alle nuove generazioni, all' estero, prova a venderla a chi resta degli anni 60/70/80, poi vedi dove ti manda. Ciao.
Ritratto di 911 Carrera
23 luglio 2013 - 01:02
.
Ritratto di maparu
23 luglio 2013 - 14:05
Libero di pensarla come vuoi, ma io per lavoro viaggio spesso all'estero e credimi che l'Italia dal punto di vista industriale non è per niente vista male, tanto meno per quello che costruisce, auto comprese e non solo Ferrari e Maserati. L'italiano provinciale guarda fuori di casa e vede tutto luccicare.....spesso sono solo specchietti per le allodole.
Ritratto di MatteFonta92
23 luglio 2013 - 11:38
3
Nel caso non te ne fossi accorto, questo qui non è nemmeno francese, e comunque ti assicuro che non è affatto vero che in Francia la pensano così di noi italiani, questo qui è solo un volgare troll che non fa altro che offendere, e come tale deve essere assolutamente bannato. Qui le auto ti assicuro che c'entrano poco o nulla.
Ritratto di crazyfrog
23 luglio 2013 - 11:59
le francese comme le franco-suisse comme me, personne molte supperiore, e pensa comme me, se no crede alora tu non a mai uscitto da tuo vilagio picolo italiens
Ritratto di crazyfrog
23 luglio 2013 - 11:49
no comme le grand inventorre di autos invidiatte in tute il monde comme la grande Vel Satis ou la mitique Daciarenault duster! le grand luxe europeenne! > frerari, alpha, materatzi, lamborgini, lancia etc. BEURK! vive l'obietivite pas nationaliste des francais..oui oui..
Ritratto di rafficiè
23 luglio 2013 - 12:02
a me fa ridere:)
Ritratto di francesko
23 luglio 2013 - 09:16
. . . . . . . .a franzòso, ma cag@te in m@no e pigli@te a schi@ffi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ritratto di Gordo88
22 luglio 2013 - 20:52
Mi sanno di chiacchere per rinviare per l' ennesima volta i prox modelli Alfa, la Giulia nel 2015 ma Marchionne è proprio fuori!! Visto che è già in fase di avanzato sviluppo che senso ha ora rivoluzionare il progetto? Poi cancellare Mito e Giulietta a fine carriera non ha proprio senso, perchè l' immagine premium del marchio è già ricoperta da Maserati mentre l' alfa è nata per fare modelli sportivi ma alla portata del popolo, almeno una volta era così.. Spero vivamente siano notizie false solo per fare attirare attenzione sul marchio
Ritratto di 911 Carrera
23 luglio 2013 - 01:05
Alfa offre da sempre ammiraglie, non sempre belle. La 159 non era 1 ammiraglia, ma era al posto della 155. L' ultima vera ammiraglia fu 166, un po' sottovalutata, ma era anche cara.
Pagine