NEWS

Carburante alle stelle? Faccio il pendolare del pieno

29 dicembre 2011

In Italia nuovo record della benzina, che sfonda quota 1,72 euro. E anche il gasolio è sempre più caro. La soluzione? Per chi abita vicino a Svizzera o Slovenia, fare rifornimento oltreconfine: non la regalano, ma è meno costosa.

IN CODA AI VALICHI - Pendolarismo del pieno: ritorna il fenomeno che aveva caratterizzato i primi anni 90, con automobilisti italiani in fila verso Svizzera (nella foto in alto la dogana di Ponte Chiasso) o Slovenia, a caccia di un pieno meno esoso. A spingerli oltreconfine è il prezzo del carburante che nel nostro paese è il più alto dell’Unione europea: in modalità servito, attorno a 1,71 euro per un litro di benzina (oggi negli impianti Eni 1,722 euro, nuovo record), mentre il diesel viaggia attorno a 1,7 euro. Fanno gola i prezzi dei nostri vicini: in Svizzera, 1,31-1,46 euro per un litro di benzina, e 1,39-1,61 per il gasolio; mentre in Slovenia siamo rispettivamente a quota 1,32 e 1,27.

DUE CONTI - Il fatto è tutti i paesi (tranne la Svizzera per il gasolio) confinanti con l’Italia caricano sui carburanti meno imposte rispetto al nostro: una differenza da 13 a 31 centesimi il litro. Con la manovra Monti che ha peggiorato la situazione: vedi qui. Il Friuli-Venezia Giulia (confinante con Austria e Slovenia) ha prezzi più alti rispetto a quelli oltrefrontiera tra i 36 ed i 40 centesimi/litro per la benzina, e tra i 19 ed i 30 centesimi per il gasolio. Nelle province dell’alta Lombardia, il divario rispetto alla Svizzera è sino a 35 centesimi per la benzina e sino a 20 per il gasolio. Così, si calcola che autotrasportatori e famiglie spenderanno 600 milioni di euro l’anno fuori dall’Italia: un danno di 300 milioni per il nostro fisco. 





Aggiungi un commento
Ritratto di money82
29 dicembre 2011 - 20:36
1
La politica italiana è una vergogna, non ci sono dubbi, ma sarebbe anche corretto che le regioni a statuto speciale iniziassero a pagare le tasse a Roma, come noi poveri cittadini "normali"...la sicilia non versa un euro allo stato...nemmeno uno...il friuli invece solo il 40%...mentre la lombardia ben il 70%...non mi sembra corretto alla luce di quanto sta succedendo.
Ritratto di trautman
29 dicembre 2011 - 21:41
Il ricco trentino-a.a. e la valle d'aosta pagano solo il 10%, in realta' bisognerebbe fare cosi: tutte le regioni anche ordinarie pagano il 40% come il friuli e ogni regione si paga le sue spese senza prendere soldi dal pentolone dello stato.
Ritratto di money82
30 dicembre 2011 - 10:29
1
Sarebbe la soluzione migliore ma poi chi li paga i camorristi? Già operano in tutta italia, figuriamoci se tagliamo buona parte dei soldi per il sud... Purtroppo in certe zone fa comodo non fare un c@zzo e nemmeno gli enti statali si prendono la briga di far funzionare le cose perchè pure a loro va bene così...in sicilia anche gli operai hanno 2 case di cui una al mare e una in città...poi dicono che sono poveri...c'è gente che non ha mai lavorato e percepisce da 30 anni la pensione...intanto la vita costa poco niente, con la scusa che c'è sempre il sole e voglia di lavorare zero...e qua al nord bisogna lavorare come schiavi e se ci azzardiamo a dire qualcosa dobbiamo pure tacere perchè siamo "fortunati"...
Ritratto di Raoul4x4
30 dicembre 2011 - 17:54
che cosa prova un siciliano che si rompe il mazzo 12-14 ore al giorno per fare una vita mediocre nel leggere questi commenti ? Così, anche solo per saperlo , vedi che anche qui c'è gente onesta e che addirittura lavora : non ci crederai ma è così ! Da siciliano non ti dico di tacere , xchè sono il primo a dirti che qui ci sono troppe cose che non funzionano, ma cortesemente non fate di tutta l'erba un mazzo ! Saluti:-)
Ritratto di money82
30 dicembre 2011 - 21:31
1
So che ci rimettono le persone per bene ma la realtà è che non versate nulla allo stato...mentre noi il 70% di quello che produciamo...le persone che ne approfittano sono troppe, così come in campania, puglia, basilicata, calabria ecc...non metto in dubbio che ci sia anche tanta gente che si fa il mazzo ma non possiamo rimetterci tutti per poche regioni...anche il trentino, il friuli, la valle d' aosta sono troppo privilegiate e per cosa? Per dei patti stabiliti 60 anni fa? I tempi sono cambiati ed è ora di rinnovarsi accidenti...
Ritratto di artoten
11 gennaio 2012 - 10:51
Io vivo in una zona del veneto che non è tra le più ricche e i miei sono nati in case dove il cesso era fuori casa (e parlo degli anni '60). Zone rese povere grazie ai grandi latifondisti che arrivarono persino a bloccare il rilascio dei passaporti per evitare che i lavoratori scappassero all'estero! Ho un sacco di zii che sono emigrati e si sono fatti una famiglia all'estero o vivono nel milanese o verso Genova. Tanti fanno ancora i pendolari con il friuli dove le paghe sono migliori! Se ora io vivo abbastanza bene devo ringraziare questa gente che è emigrata ma dopo aver imparato un lavoro sono tornati e hanno aperto fabbriche o hanno comunque portato capitali nella nostra zona. Ivece un emigrante del mezzogiorno si trova a dover pagare tasse qui al nord che poi finisco ai suoi compaesani che grazie ad un aiutino hanno un bel lavoro statale, ad appalti che poi finiscono in mano alla camorra, ecc ecc... Insomma si penalizza chi lavore e si premia il furbetto della situzione! E poi si parla di crescita...
Ritratto di Paolo-Brugherio
30 dicembre 2011 - 18:14
6
...più il tuo tempo, più l'usura dell'auto e delle gomme, il tutto per risparmiare 10 euro! Per farti guardare come il poveraccio che va oltreconfine per risparmiare qualche euro coi quali non ci mangi neanche una pizza? Manco fossi un emigrante... No, io non ci sto! Abito a 40 km dalla Svizzera ed almeno un paio di volte all'anno l'attraverso per andare in Germania, ma non ho mai fatto benzina da loro: sono ricchi anche di nostri soldi e ci facciamo prendere per dei pezzenti!
Ritratto di rebatour
30 dicembre 2011 - 21:12
che nessuno va in Svizzera per la sola benzina, si approfitta per fare una gitarella oppure se si è già nei paraggi. Anch'io vado di frequente in Germania, ma quando sono a Basilea, Sciaffusa o St. Margrethen rabbocco il serbatoio senza farmi venire le fisime. Buon 2012!
Ritratto di Paolo-Brugherio
30 dicembre 2011 - 21:57
6
Però, personalmente, cerco di darne il meno possibile di quattrini agli svizzeri: ci pensano già altri furbacchioni italiani a portargliene! E che dire del bollino autostradale che sfrutti una o due volte all'anno? Ma non gliela dò vinta, e faccio la viabilità ordinaria: ci metto un po' di tempo in più però risparmio (sia sul bollino che sui consumi) e mi godo i panorami... Alla faccia dei tanti comaschi e varesotti che fanno la coda per risparmiare poi quanto? Cifre che ti cambiano la vita? Buon 2012 anche a te ed a tutti i tuoi cari!
Ritratto di artoten
11 gennaio 2012 - 10:34
... ma se tutti compriamo auto elettriche...come la producono l'elettricità? Ricordiamoci un paio d'anni fa l'emergenza elettrica estiva con piani per il black-out controllato! e poi il costo della benzina è solo tasse che dovrebbero riversare sulla bolletta elettrica!
Pagine