NEWS

Carburante alle stelle? Faccio il pendolare del pieno

29 dicembre 2011

In Italia nuovo record della benzina, che sfonda quota 1,72 euro. E anche il gasolio è sempre più caro. La soluzione? Per chi abita vicino a Svizzera o Slovenia, fare rifornimento oltreconfine: non la regalano, ma è meno costosa.

IN CODA AI VALICHI - Pendolarismo del pieno: ritorna il fenomeno che aveva caratterizzato i primi anni 90, con automobilisti italiani in fila verso Svizzera (nella foto in alto la dogana di Ponte Chiasso) o Slovenia, a caccia di un pieno meno esoso. A spingerli oltreconfine è il prezzo del carburante che nel nostro paese è il più alto dell’Unione europea: in modalità servito, attorno a 1,71 euro per un litro di benzina (oggi negli impianti Eni 1,722 euro, nuovo record), mentre il diesel viaggia attorno a 1,7 euro. Fanno gola i prezzi dei nostri vicini: in Svizzera, 1,31-1,46 euro per un litro di benzina, e 1,39-1,61 per il gasolio; mentre in Slovenia siamo rispettivamente a quota 1,32 e 1,27.

DUE CONTI - Il fatto è tutti i paesi (tranne la Svizzera per il gasolio) confinanti con l’Italia caricano sui carburanti meno imposte rispetto al nostro: una differenza da 13 a 31 centesimi il litro. Con la manovra Monti che ha peggiorato la situazione: vedi qui. Il Friuli-Venezia Giulia (confinante con Austria e Slovenia) ha prezzi più alti rispetto a quelli oltrefrontiera tra i 36 ed i 40 centesimi/litro per la benzina, e tra i 19 ed i 30 centesimi per il gasolio. Nelle province dell’alta Lombardia, il divario rispetto alla Svizzera è sino a 35 centesimi per la benzina e sino a 20 per il gasolio. Così, si calcola che autotrasportatori e famiglie spenderanno 600 milioni di euro l’anno fuori dall’Italia: un danno di 300 milioni per il nostro fisco. 





Aggiungi un commento
Ritratto di Raoul4x4
30 dicembre 2011 - 18:01
Ho preso da poco un scooter per mio figlio , mi vergogno a dirvi che pago una rca più cara per il 125 che per la mia utilitaria ! La verità è che non vedo una via d'uscita !
Ritratto di Jinzo
30 dicembre 2011 - 04:26
ha le pal*e di armarsi e andare a montecitorio e al quirinale e farli tutti fuori?... bastano anche 10.000 persone e riprendi in mano la patria e l'onore
Ritratto di fab13
31 dicembre 2011 - 10:58
Caro Jinzo, anche se li uccidessimo tutti al posto di quei 1000 politici ne andrebbero altri mille perché c'è scritto sulla costituzione. Quindi non c'è via d'uscita
Ritratto di bubu
30 dicembre 2011 - 09:55
sono impazziti!!!!! un litro di disel 1.65... ma come cavolo si fa?????? la benzina arriverà a 2.00 euro tra un pò.... è uno schifo!!!
Ritratto di SaverioS
3 gennaio 2012 - 14:49
Non ce l'ho con te eh! ma comunque in coerenza di come ci siamo scontrati riguardo al freemont....... io, da qualche parte nel forum riguardo i carburanti avevo PREVISTO e scritto ( nel giugno del 2011 !!! ) che durante le festività Natalizie del 2011 la benzina sarebbe arrivata a costare 2,00 € al litro, BE', HO SBAGLIATO DI POCO..... perchè e arrivata a costare 1,85 € al litro. Allora faccio un'altra previsione.... ( la pensavo lo stesso a giugno del 2011!!! e lo ribadisco quì ) vuoi vedere che per Natale 2012 la benzina arriva a 3.00 € al litro !!!!! e staremo ancora quì tutti quanti a menarcela senza fare nulla di concreto. SBAGLIARE E UMANO PERSEVERARE E DIABOLICO.
Ritratto di bubu
4 gennaio 2012 - 10:00
no no figurati, perchè dovresti avercela con me!?!? alla fine non hai detto cose impossibile eh... sinceramente però penso che 3.00 euro al litro sarebbe davvero troppo esagerato... meriterebbero che nessuno facesse più rifornimento e vediamo che succede..il problema è che molta gente lavora e ha bisogno ogni giorno della macchina.. allora sarebbe più opportuno abbassare anche del 30% gli stipendi di parlamentari e ministri, visto che sono i più alti d'europa, e di certo di questi tempi non mi sembra che possiamo permetterceli.. forse così il carburante costerebbe qualcosa in meno!!!
Ritratto di multiair
30 dicembre 2011 - 10:14
Strano non lo sto trovando...
Ritratto di Bellafrance
30 dicembre 2011 - 10:53
Purtroppo vogliono recuperare un po' di soldi usando il comparto auto come il solito bancomat. Proprio un'idea nuova... Sanno benissimo che è difficile usare meno le auto, troppo spesso i trasporti pubblici non funzionano e poi le merci viaggiano quasi tutte su gomma. Però un divario di costi di carburanti così forte con i paesi confinanti porta sempre più italiani a fare le vacanze oltre confine (oltre al pieno per i fortunati che abitano vicino). E già che ci sono si fanno pure acquisti visto che molti prodotti costano meno.. Povera Italia
Ritratto di rebatour
30 dicembre 2011 - 15:23
dimostrano che il Prof. Monti sarà anche un ottimo economista, ma di tecnica automobilistica e di psicologia non capisce una cippa. Perfino i tedeschi vanno in Svizzera o Austria a rifornirsi di carburante. Anch'io ogni tanto vado a fare un giro, ci sono alcuni valichi che la domenica sono sguarniti o quasi, quindi non rischi di trovare "eroici" finanzieri che ti guardano di brutto, quasi tu fossi un nemico della patria solo perchè hai messo un poco di benzina.
Ritratto di blve
30 dicembre 2011 - 13:02
1
Questo del caro carburanti è un problema gigantesco...anche perchè facendo due conti sembra che vogliano limitare l'uso dell'auto senza però migliorare i trasporti pubblici...quindi se 2+2 fa 4 vuol dire che siamo ormai finiti nel baratro...leggevo l'altro giorno che hanno soppresso i treni notte...questo è un'altro forte segnale per noi cittadini normali...ha dimenticavo da ieri sono aumentate anche le tariffe autostradali...non ho più parole!
Pagine