NEWS

Caro assicurazioni? Le aziende tagliano le garanzie “accessorie”

29 settembre 2011

Molte società che possiedono una flotta di veicoli non stipulano più le polizze incendio, furto e kasko: costano troppo e rimborsano poco.

SOLO LA RCA - La corsa inarrestabile dei premi assicurativi spinge a risparmiare le società dotate di un parco auto aziendale: aumenta il numero di quelle che stipulano solo la Rc auto, annullando le coperture per l’incendio, il furto e le polizze kasko (rimborsano i danni alla vettura anche quando si ha torto). È quel che emerge da un’inchiesta della rivista Auto Aziendali Magazine, che rileva come per una società che gestisce alcune decine di vetture, i costi siano sproporzionati ai rischi, e i rimborsi non adeguati ai danni denunciati. Così, molte preferiscono far fronte di tasca loro a eventuali costi di riparazione.

LO FA ANCHE CHI NOLEGGIA
- La tendenza ad “autoassicurarsi”, iniziata tra le società che possedevano i veicoli della flotta, oggi si diffonde anche tra quelle che affittano le vetture da un operatore specializzato con la formula del noleggio a lungo termine. Per ridurre i canoni, infatti, le società chiedono ai noleggiatori di eliminare i rischi per il furto e incendio e, con sempre maggiore frequenza, anche la copertura kasko.

Aggiungi un commento
Ritratto di mustang54
29 settembre 2011 - 14:13
2
anche a noi comuni mortali... io 1 classe di mia madre pago 980€ annui ad un'auto del valore di 1200€. E se mi causassero un danno, non vogliono neanche pagarmi perché l'auto vale poco.
Ritratto di Sprint105
29 settembre 2011 - 15:13
con quel che costano le polizze non c'è da stupirsi se anche lo società cerchino di risparmiare dove possono
Ritratto di lucios
29 settembre 2011 - 17:05
4
....sono uno dei mali più grandi di questo Paese, insieme al caro benzina......
Ritratto di abarth1285
29 settembre 2011 - 17:46
1
..un ragazzo rumeno che lavora da mio padre ha una peugeot 407 immatricolata nel suo paese ed assicurata lì, al costo di ben 200€ all'anno... il mio problema sorge perchè vive e lavora qua in Italia da due anni almeno. Scusate tanto però o si fa che anche noi poveri cr.e.tini italiani possiamo andare ad assicurarci in altri paesi della comunità europea oppure si pone sullo stesso piano tutti quelli che vivono e lavorano entro i nostri confini, italiani e non... mi da proprio sui nervi pagare 1.400€ per l'assicurazione di un'auto che vale 16.000€. Il mio non vuole essere un discorso razzista, sia beninteso, ma voglio solo che si sia tutti trattati alla stessa maniera...
Ritratto di trautman
29 settembre 2011 - 21:37
Un'auto con targa estera non puo' circolare all'infinito in Italia, ma al massimo per un anno (art 132 c.d.s.). Lui paga molto meno di te, evade delle tasse che tu paghi (contributi provinciali e solidarieta' vittime della strada, bollo ,revisione,) se provoca un incidente obbliga a una lunga procedura internazionale per il rimborso. Il bello è che rischia al massimo una multa di 300€ se lo fermano, percui fattelo amico e prendi targa rumena con il suo aiuto.
Ritratto di abarth1285
30 settembre 2011 - 08:26
1
eh si siamo proprio un paese di fessi...
Ritratto di bruno1978bruno
29 settembre 2011 - 17:54
"ALTRO CHE FURTO E INCENDIO" . . . . . IL FURTO LO FANNO LE ASSICURAZIONI. Partendo dal presupposto che la polizza con formula "Kasko" copre tutto e tutti (o quasi), farei il contrario. Per tagliare il costo di una polizza ma almeno del 70/80 % sarei disposto volentieri a non evere la copertura per danni alle cose, ma solo quella per rimborsare i danni/morte alle persone o animali. Sarebbe un taglio netto alle truffe, e un deterrente alle distrazioni (si spera) per chi guida un veicolo con superficialità. Oggi non è raro nei piccoli/medio danni fra veicoli accordarsi per la riparazione rimborsando di tasca propria, pagando comunque annualmente tariffe altissime, anche insostenibili per delle famiglie che per problemi lavorativi hanno bisogno di più di una vettura a nucleo familiare. In fondo chi sbaglia paga, ma perchè io devo pagare se non sbaglio, anzi pago caro gli errori veri (ma sopratutto fasulli) degli altri. Ma si sà, non conviene al padrone e non solo . . . . . ., meglio lamentarsi e piangere miseria, ma incassare sempre di più, e frodare sempre di più. "E IO PAGO"
Ritratto di gig
29 settembre 2011 - 18:24
Concordo.
Ritratto di NURS
1 ottobre 2011 - 10:17
A rimborsare i danni al posto dell'automobilista che non ha soldi; orbene con quello che costa in tanti anni, uno potrebbe praticamente ripagare qualsiiasi danno... Quindi a che serve?