NEWS

Chery Exeed TX: in Europa non prima del 2020

31 agosto 2018

La casa cinese conferma l’arrivo nel Vecchio Continente con una suv moderna che promette di essere all'altezza della concorrenza occidentale.

Chery Exeed TX: in Europa non prima del 2020

QUALITÀ EUROPEA - Non arriverà in Europa prima del 2020 l’inedita suv della casa cinese Chery, un modello dotato di motore ibrido e studiato per essere in linea con gli standard delle auto vendute nel Vecchio Continente, dunque più curata rispetto alla media delle auto cinesi, che invece badano più alla sostanza. Lo ha rivelato il numero uno dell’azienda Chen Anning al quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung, confermando quanto la casa cinese aveva anticipato nel settembre del 2017 al Salone di Francoforte quando presentò la Chery Exeed TX (nelle foto), il suo modello di punta che sarà venduto anche negli Stati Uniti, dov’è atteso il prossimo anno. È una suv paragonabile a Honda CR-V e Toyota Rav4 essendo lunga 466 cm.

IBRIDA E ELETTRICA - La casa cinese lavorerà sulla Chery Exeed TX con il supporto di fornitori di primo livello (la trazione integrale sarà messa a punto dalla BorgWarner) e ha dato molta importanza alla base meccanica, che infatti sarà predisposta per accogliere motori ibridi o anche elettrici. L’ibrido ricaricabile sarà composto da un benzina 1.5 da 150 CV e da un elettrico da 116 CV, in grado di muovere la Exeed TX per un massimo di 70 chilometri (e fino a 120 km/h) in modalità ad emissioni zero. La Chery ha parlato di uno spunto 0-100 km/h in 6 secondi. L’interno sarà ben rifinito e in linea con i gusti degli automobilisti europei, come dimostra il grande schermo a sfioramento di 10” a sbalzo nel cruscotto. Attraverso quest'ultimo si potrà accedere al sistema operativo sviluppato insieme al gigante di internet Baidu, che può contare su un'intelligenza artificiale in grado di comprendere i comandi vocali del guidatore per attivare varie funzioni dell'auto.

PIÙ VENDITE ALL’ESTERO - La Chery è una casa automobilistica di successo in Cina, ma deve ancora affermarsi in aree del mondo dove gli automobilisti sono più esigenti, come l’Europa e gli Stati Uniti. La Exeed TX risponde a questa esigenza e sarà un modello fondamentale nella strategia di crescita messa a punto da Chen Anning, che intende far aumentare la quota di auto vendute all’estero da circa il 25% registrato attualmente al 33%. La Chery crede molto nell’Europa e aprirà un centro di sviluppo tecnico a Francoforte, come ha anticipato il manager, dove a medio regime lavoreranno diverse centinaia di persone.

Chery Exeed TX
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
3
5
3
5
VOTO MEDIO
2,4
2.375
16
Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
1 settembre 2018 - 10:28
Bo io guardando le auto cinesi che escono vedo davvero tanti modelli che farebbero invidia ai nostri, con un gusto a volte proprio cinese (a volte molto piavevole), in alcuni particolari queste auto vengono già imitate: dai colori sgargianti degli interni molto ricchi e negli schermi infotaintmet giganteschi alle luci piccole di coda. Del resto il gusto cinese ha origini antichissime e ora tutti i designer europei migliori lavorano in Cina.
Ritratto di Giuliopedrali
1 settembre 2018 - 11:42
Poi sinceramente i giapponesi e i coreani hanno prodotto magari le migliori auto del mondo, però poche che scaldano il cuore, quindi a quei livelli non è difficile neanche per i cinesi, altra cosa è il brivido che dà solo sentire nomi come: Alfa Romeo, Porsche, Rolls-Royce, Ferrari ecc.
Ritratto di MAXTONE
2 settembre 2018 - 09:22
Lexus LFA (unica auto con timbro da F1 al mondo), LC500 V8 (fatto ascoltare ad ignari passanti in cuffia e c'era chi chiedeva se si trattasse di Ferrari o Maserati), intere generazioni di Celica compresa la bestiale GT-Four, le Supra, la 2000GT Spider di James Bond (una normale versione coupé battuta all'asta per 1,16 milioni di $) le Nissan Skyline, GT-R, Fairlady/300ZX, Honda NSX, la prima ha quotazioni da F355, l'attuale ha contenuti da Porsche 919, Mazda ha una storia fatta di modelli prestigiosi come la Cosmo e le RX. Sei sicuro che le giapponesi non scaldino il cuore? Godono di popolarità immensa nelle più svariate parti del globo soprattutto tra i giovanissimi che le hanno conosciute con l'avvento dei videogiochi, io stesso mi innamorai della Civic Type-R usandola nella mia pra PlayStation nel 98 col videogame granturismo. Io l'unica cosa che compro di cinese attualmente sono i caricabatteria commerciali da 5€ e i cavetti USB da 3€.
Ritratto di Giuliopedrali
2 settembre 2018 - 14:09
Si ma supercar in pratica, ma capisci una 2CV o una 500 le abbiamo solo noi...
Ritratto di Giuliopedrali
1 settembre 2018 - 12:00
Intanto qui da noi di confrontabile abbiamo 500X, Renegade e Compass niente male, comunque più anguste e meno brillanti e forse neanche a livello di questa TX come finiture ecc, ma soprattutto auto che fanno numeri (da noi) se sono quasi regalate, con una marea di sconti, promozioni e qui sta il punto...
Ritratto di Thresher3253
1 settembre 2018 - 12:10
Si, ma per cortesia, impara sia a costruire i post sia a usare il tasto Rispondi. Su venti commenti 18 sono tuoi.
Ritratto di Giuliopedrali
1 settembre 2018 - 12:15
Be perché è un auto cinese, io le seguo da anni e vedo che tutti sono rimasti a 10 anni fa... Su altri articoli non commento mai, tipo di sport automobilistico.
Ritratto di gjgg
1 settembre 2018 - 13:36
1
Diciamo che per come si sta orientando il mercato auto europeo (tablet tablet tablet e led led led, e cose affini) potrebbe essere loro offerto un aiutino per finalmente non dico sfòndare ma almeno iniziare a vedere qualcuna delle auto di questo paese produttore (si leggeva di imminente invasione cinese già 15 anni fa, e invece...). Fatto sta che finché non si inizieranno a leggere dati effettivi e attinenti su cosa fanno in strada (quante stelle euroncap, consumi, frenata, prestazioni non esclusivamente limitata allo 0-100, garanzia offerta, rete assistenza, test terzi su qualità degli interni finiture guarnizioni ecc) restano qui quasi essenzialmente alla stregua di rendering (nonostante nella loro madrepatria vengano realmente vendute) sui quali a uno il frontale ricorda una lexus, all'altro il posteriore della Sportage
Ritratto di gjgg
1 settembre 2018 - 13:48
1
Quindi potrebbe risultare di interesse comune (penso) che chi ne sa su quel mercato riportasse quella serie di dati che generalmente si leggono in una prova di test drive (li faranno pure là presumo) e capire se nei fatti sono a livello di una triade, o di una generalista europea, o di una low cost europea, o ancora più sotto. Il solo limitarsi a proclamare linee avanguardistiche, motorizzazioni e prestazioni futuristiche, e interni salottieri potrebbe non bastare senza dati a supporto. Penso
Ritratto di tramsi
1 settembre 2018 - 15:48
Non è affatto vero: ogni articolo, decine di post tuoi sparsi ovunque, senza soluzione di continuità e sganciati dal contesto. Premi il tasto "rispondi" e attieniti alle regole del blog!
Pagine