NEWS

Torna la Chevrolet Blazer

22 giugno 2018

Dopo anni di assenza torna la Chevrolet Blazer, che cambia completamente pelle: ora ha linee accattivanti e si ispira alla coupé Camaro.

Torna la Chevrolet Blazer

STILE RIVISTO - La Chevrolet Blazer è una delle fuoristrada più conosciute ed apprezzate negli Usa, dove è stata prodotta, in varie versioni e in milioni di esemplari, tra il 1969 e il 2005. Oggi, dopo tredici anni di assenza, lo storico nome torna su un modello del tutto inedito che sarà negli autosaloni a inizio 2019. Questa nuova Chevrolet Blazer è una suv che si discosta profondamente dalle sue antenate, grazie ad un look “stiloso” e raffinato, ispirato alla sportiva Chevrolet Camaro, che nulla ha a che fare con le goffe e squadrate linee delle edizioni precedenti.

TRAZIONE ANTERIORE O INTEGRALE - La Chevrolet Blazer 2019 ha proporzioni azzeccate, che si accompagnano a dettagli volti ad enfatizzarne il look sportivo, come la base dei vetri laterali che sale verso l’alto in corrispondenza del montante posteriore del tetto e il lunotto molto inclinato. Optional le ruote di 21”. La suv americana è basata su una meccanica a trazione anteriore o integrale e secondo quando annunciato dalla Chevrolet ha dimensioni a metà fra la suv media Equinox (misura 465 cm in lunghezza) e la grande Traverse (519 cm). A disposizione ci sarà anche la versione RS, con cerchi neri e un look più grintoso rispetto alla "base" e alla raffinata versione Premier.

INTERNO RAFFINATO - L’approccio scelto per la carrozzeria si ritrova all’interno della Chevrolet Blazer 2019, che si ispira alle altre berline e alle sportive della casa americana. Spicca infatti lo schermo a sfioramento di 8” nella consolle, tramite il quale controllare il sistema multimediale Chevrolet Infotainment 3 e gestire le funzionalità Apple CarPlay, Android Auto e la connettività a internet integrata. Non mancano inoltre la ricarica senza fili per gli smartphone e sei ingressi Usb, oltre a dotazioni più funzionali come il divano posteriore scorrevole (la Chevrolet Blazer ha 5 posti) e l’apertura senza mani del portellone: basta muovere un piede sotto il fascione per farlo aprire. 

DUE MOTORI - I motori annunciati dalla Chevrolet per la nuova Blazer sono i benzina aspirati a quattro cilindri 2.5 da 196 CV e sei cilindri 3.6 da 309 CV, abbinati entrambi a un cambio automatico a 9 marce. A richiesta si può avere la trazione integrale e il sistema Hitch Guidance, utile per allineare il gancio di traino ad un carrellino senza aver bisogno dell’assistenza di una seconda persona.

Chevrolet Blazer
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
5
10
5
3
2
VOTO MEDIO
3,5
3.52
25


Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
23 giugno 2018 - 16:54
E' vero Max, GM, in particolare con Chevrolet e GMC, ha uno stile giocattoloso e cinematografico (che non mi dispiace, anzi se fossi un ragazzino premerei affinchè i miei genitori comprassero una Chevrolet e siamo tutti ragazzini dentro), le Ford invece sembrano più mature e classiche. Mi auspico anche io un ritorno di Chevrolet, anche se con i dazi la vedo dura, visto che GM non ha impianti in Europa, a meno che non trovi una partnership. Cosa secondo me estremamente necessaria anche per Ford, che per essere solo un marchio (Lincoln è abbastanza di nicchia), ha una galassia di modelli di cui molti dedicati a singoli mercati. Fino al mese scorso aveva il listino più numeroso in Italia, 6 modelli sportivi con un altro in arrivo e l'impegno in varie competizioni (Nascar, WRC, Rallycross, V8 Supercar, WEC, Formula drift e altri campionati GT vari) e non risparmia certo sulla progettazione dei propri modelli, spesso ai vertici della categoria (vedi Fiesta). Probabilmente anche per questo ha deciso di fare tagli sulle berline in USA, mentre un tempo poteva contare su Volvo per la fornitura dei motori e la condivisione dei telai o su Mazda con molte piattaforme comuni.
Ritratto di Gianlupo
23 giugno 2018 - 10:14
Lo chiamassero in un altro modo; il Blazer è/è stato un'altra cosa.
Ritratto di Giuliopedrali
23 giugno 2018 - 12:49
Il nome è iconico, molto bello Blazer, ovviamente è molto più dinamica meno cassone, però con quelle linee filanti avrebbe potuto davvero essere la nuova Chevelle!
Ritratto di Leonal1980
23 giugno 2018 - 12:56
3
Molto affascinante, hanno fatto bene ad ispirarsi alla Camaro nel frontale. Dietro al contrario del frontale non mi fa impazzire, dentro è stupenda anche se trovo molti particolari presi da altre auto. Le rifiniture si vedranno, essendo solamente un rendering.
Ritratto di Rav
23 giugno 2018 - 12:58
2
Mah, il nome evoca uno dei fuoristrada più conosciuti tra quelli americani e la linea aggressiva ce l'ha sempre avuta. Però questo effetto suv volutamente sportivo col muso della Camaro è forse un po' eccessivo. inoltre tanti elementi della carrozzeria prendono spunto da modelli oggi in commercio, modelli addirittura di fasce più basse (nell'impostazione mi ricorda ill Qashqai con un infarinata di Seat nei montanti posteriori e di Ford al posteriore e pure dentro sembra un mix fra suv tedeschi). Insomma, decisamente migliore degli anonimi suv della casa, ad eccezione dell'intramontabile Tahoe, ma potevano sforzarsi un po' di più.
Ritratto di Giuliopedrali
23 giugno 2018 - 13:53
In realtà non si ispira per niente ne alla Blazer ne alla Camaro, ma disegnando auto siccome varie volte ho tentato di ricreare la Chevelle, appunto alla Chevelle anche se era una berlina four door hard top o una coupé, soprattutto a quella stupenda del 1969, guardare il frontale e i montanti posteriori, o dei primi anni 70.
Ritratto di Fr4ncesco
23 giugno 2018 - 15:42
Alla Blazer no, alla Camaro si, ho lo stesso frontale e la stessa plancia.
Ritratto di Fr4ncesco
23 giugno 2018 - 15:45
Ha*
Ritratto di Giuliopedrali
24 giugno 2018 - 09:36
Si ma nel complesso è molto una Chevelle 2020. Del resto nel 1969 per esempio (che periodo fiabesco!) Chevelle two door hard top, magari SS, e Camaro avevano caratteristiche quasi sovrapponibili.
Ritratto di Fr4ncesco
24 giugno 2018 - 10:28
Mi piace il parallelismo, ho sempre detto che la Impala di oggi è la Tahoe, di cui riprende dimensioni, telaio a scocca portante, trazione posteriore, motori 8 cilindri, 6 posti e leva del cambio al volante, non a caso è un'auto tipica e usata dalle tipiche istituzioni americane.
Pagine