NEWS

Chevrolet Corvette: la C8 sfida la C7

Pubblicato 26 luglio 2019

L’ottava edizione della Chevrolet Corvette volta decisamente pagina rispetto alle precedenti. Vediamo come.

Chevrolet Corvette: la C8 sfida la C7

L’arrivo dell’ottava generazione ha “spaccato” in due la comunità dei fans della Chevrolet Corvette: da una parte ci sono quelli contrari alla scelta del motore centrale, fedeli all’idea che la supercar americana debba averlo anteriore (come vuole la tradizione), mentre i favorevoli sono convinti che la nuova architettura possa possa portare la Corvette al livello delle rivali, ovvero Audi R8, Honda NSX e McLaren 540C. Qualunque sia la posizione di ciascuno, resta il fatto che la Chevrolet ha osato non poco con la nuova Corvette Stingray, perché oltre alla posizione del motore cambiano anche tante altre cose. Vediamo quali.


DESIGN - Gli stilisti della Chevrolet hanno dovuto fare “tabula rasa” al momento di disegnare la Corvette Stingray 2020, che ha poco in comune con il vecchio modello (lanciato nel 2014). Il cofano anteriore è sempre scolpito ed i rastremati fari “salgono” verso i passaruota, ma la parte anteriore è più corta: non c’è più il lungo cofano diventato un marchio di fabbrica delle Corvette. Nettamente diversa è anche la fiancata, meno levigata e con una vistosa apertura per il raffreddamento del motore, impreziosita da un profilo nero, che fa il paio con quelli per l’ala posteriore, gli specchietti e il “labbro” anteriore. Le maniglie apriporta sono nascoste alla vista e non più “incassate” nella carrozzeria. Il tetto della nuova Chevrolet Corvette è meno allungato verso il posteriore, dove si notano le prese d’aria e gli scarichi ai lati del fascione (prima erano al centro).


MOTORE - Il motore della Chevrolet Corvette Stingray 2020 è un V8 aspirato di 6.2 litri, che deriva dall’otto cilindri di 466 CV di cui era dotata la settima generazione. Il 6.2 era stato sviluppato appositamente per la Corvette C7 e aveva soluzioni per migliorarne l’efficienza, come l’iniezione diretta della benzina e il sistema per controllare l’apertura delle valvole. Con la C8 il suo nome interno è passato tuttavia da LT1 a LT2, a testimonianza delle migliorie introdotte, perché la Chevrolet ha rivisto la testata, aumentato il serbatoio dell’olio di raffreddamento e abbassato l’albero. La potenza è di 497 CV, ma raggiunge i 502 CV ordinando lo scarico ad alte prestazioni nel pacchetto Z51. Il motore è visibile dall’esterno attraverso il lunotto in vetro. 


CAMBIO - La trasmissione della potenza alle ruote posteriori avviene attraverso ad un cambio robotizzato a doppia frizione con 8 rapporti, montato sull’asse posteriore per migliorare la ripartizione dei pesi. La prima marcia ha una rapportatura corta per favorire lo sprint, mentre la settima e ottava marcia sono lunghe per tenere bassi i giri del motore guidando a velocità costante (così migliorano le percorrenze). Il cambio ha le palette al volante per scegliere i rapporti manualmente. A differenza delle vecchie generazioni non c’è un selettore nel tunnel, perché i programmi di parcheggio, folle e utilizzo manuale si attivano tramite tre pulsanti. Non è più disponibile il cambio manuale.


TELAIO - Dove alla Chevrolet hanno lavorato maggiormente è nel telaio, in alluminio come per la vecchia generazione ma completamente riprogettato: il motore è centrale e la rigidità fa segnare un +10%, a vantaggio della precisione di guida e anche del comfort, perché le sospensioni (optional quelle a controllo elettronico) lavorano meglio. Il nuovo telaio ha consentito inoltre di sviluppare le versioni per i Paesi con la guida a destra, una novità assoluta per la Corvette, e realizzare due vani di carico: uno anteriore (ampio a sufficiente per un trolley da cabina aerea) e l’altro dietro, dov’è possibile stivare due sacche da golf o il tettuccio rimovibile (la carrozzeria della Chevrolet Corvette Stingary è targa).

Chevrolet Corvette Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
54
18
10
5
7
VOTO MEDIO
4,1
4.1383
94


Aggiungi un commento
Ritratto di Gatsu
30 luglio 2019 - 00:27
2
Scusa rinfrescami la memoria, che supercar ci sono a motore anteriore? Al massimo ci sono delle granturismo (come Maserati) ma come questa non c'è nessuna a quel prezzo, dove la vai a trovare un'auto che ti regala le emozioni e la guida di una Ferrari o simili al prezzo di una Porsche base? Ti rendi conto che questa costa meno di un terzo della Rossa più accessibile di Maranello? La "ricetta" sarà la stessa ma è decisamente x una clientela più ampia di quella Ferrari (e poi una linea più europea va più incontro ai nostri gusti, necessario se si vuole aumentare le vendite). Secondo me non hanno sbagliato un colpo, l'auto è perfetta.
Ritratto di THORO
30 luglio 2019 - 11:43
Quindi o ci sono le supercar a motore centrale o le granturismo a motore anteriore, stai affermando in pratica che le ultime Corvette e Viper in sostanza non sono state mai degne si esistere poiché non appartenevano a nessuna delle due categorie, è corretto? Allora mettiamola così, le vecchie Corvette potevano essere paragonate ad una 812 superfast date le caratteristiche di distribuzione dei pesi e considerando che la 812 costa almeno 300000 euro (il doppio di una 458) vuol dire che la Corvette ne costava circa 1/6. Meglio ancora che 1/3 rispetto alla 458, no? Prima potevi avere una simil 812 spendendo 1/6, cioè 50-60mila euro, adesso per la stessa cifra puoi avere "solo" delle doti simili alla 458, che invece costa la metà rispetto ad una 812. Beh a mio parere, era meglio non stravolgere linea e meccanica, immagini una 911 con motore anteriore? Anche se dovesse andare meglio, la tollereresti mai? Io no.
Ritratto di Gatsu
30 luglio 2019 - 13:03
2
Non è corretto nulla, non ho mai detto che Corvette e Viper precedenti non fossero degne, anzi le adoravo, semplicemente allo stato attuale del progresso nella tecnologia e meccanica con quella disposizione erano arrivati apice di quel tipo di sistema e non poteva migliorare oltre, ecco perché hanno deciso di cambiare schema. Le vecchie Corvette simili alla 812??? Ma non scherziamo dai, alla carta questa C8 è superiore alla C7 in termini di prestazioni e 0-100 ma arrivare alla 812 è esagerato. La 911 a motore anteriore non potrebbe mai andare meglio, è perfetta così, al massimo non si apprezzano i quattro cilindri nella 718
Ritratto di THORO
30 luglio 2019 - 15:03
Che non poteva essere ulteriormente migliorata con la vecchia disposizione è un parere tuo e non mi sembra che tu sia uno degli ingegneri Chevrolet che lavorano a quel progetto. Semplicemente, hanno tentato questa nuova strada per vendere qualche auto in più, a discapito della propria storia e tradizione. È come cambiare una ricetta tipica di una certa tradizione culturale, saranno solo stupide rivisitazioni che tentano solo di aumentare i guadagni. In pratica, sei uno di quelli che accetta le nuove BMW a trazione anteriore, le Alfa col solo cambio automatico, basta completare il giro in 1 secondo in meno ed è tutto tollerabile. Comunque ripeto, perché probabilmente non hai capito o mi sono spiegato male, questa C8 sarà sicuramente una validissima auto, per fortuna l'hanno fatta, mancava nella gamma un'auto del genere, ma ampliate la gamma, non chiamatela Corvette
Ritratto di Gatsu
30 luglio 2019 - 16:11
2
A parte che il discorso che il sistema motore anteriore/trazione posteriore non potesse essere ulteriormente migliorato con non lo dico solo io ma lo dichiarano loro stessi: https://it.motor1.com/news/362306/nuova-chervolet-corvette-stingray-e-le-rivali-da-quasi-500-cv/amp/ Non è inusuale che con i progressi della tecnica si facciano dei cambiamenti, pensa le Ferrari col turbo, prima il solo pensiero che non fosse l'aspirato era assurdo, ok la tradizione ma se ci sono soluzioni migliori perché non usarle? E guarda che non credo proprio che la soluzione motore centrale e trazione posteriore sia più economica (semmai gli costa di più visto che usano una piattaforma del tutto nuova anziché una evoluzione di quella vecchia). E poi preferisco le BMW a trazione posteriore e le Alfa col cambio robotizzato (quindi cmq cambiata manuale ma sportiva). Quindi anche una 488 non si può chiamare Ferrari perché non ha un aspirato? È solo l'inizio del nuovo corso Corvette, non credo si perda l'identità dell'auto.
Ritratto di palazzello
29 luglio 2019 - 08:57
E' una bellissima macchina ma non è una Corvette!!!! Non è riconoscibile immediatamente, non è fascinosa come le precedenti corvette, non ha l'iconico cofano anteriore lungo, non ha il motore anteriore...
Ritratto di Alberto de Gregorio
29 luglio 2019 - 19:35
Ho trasferito con il copia-e-incolla questo brano da Motorbox.com. Evidentemente in Chevrolet ci hanno preso in pieno, del resto le vendite della C7 erano in costante calo. "SOLD OUT Chevrolet ha rivelato che, dopo il recente lancio della nuova Corvette Stingray C8, ha già quasi esaurito la produzione per il tutto 2020; se la ordinate oggi rischiate di riceverla nel 2021. La sportiva low-cost made in USA è stata rivoluzionata da capo a piedi ma ha subito trovato un gran numero di consensi. Il capo del design GM Michael Simcoe ha recentemente dichiarato: "Penso che gli ordini abbiano quasi già raggiunto il numero massimo per il primo anno di produzione". In effetti questa dichiarazione trova riscontro in un pubblico che da subito ha amato il nuovo corso dell'icona Corvette".
Ritratto di Gatsu
29 luglio 2019 - 12:45
2
È fenomenale: https://youtu.be/7pq1dZuJG3c
Ritratto di marcoluga
29 luglio 2019 - 20:34
Fighissime entrambe ;o)
Ritratto di carmelo.sc
30 luglio 2019 - 19:36
Molto più bella la C7, molto più personale e riconoscibile. La c8 è anonima, sembra una Mclaren, non mi fa impazzire..
Pagine