NEWS

In Cina bastano 43 ore per rifare un ponte

26 novembre 2015

Un video mostra i lavori necessari per ricostruire integralmente un ponte, rinnovato in sole 43 ore.

In Cina bastano 43 ore per rifare un ponte
TIME LAPSE - L’industria cinese viene spesso criticata per la mancanza di qualità in alcuni suoi prodotti, inclini alla rottura e poco rifiniti. Di converso, però, l’industria cinese sa muoversi in tempi strettissimi e con la massima efficienza. Lo dimostra il video qui sotto, girato a Pechino. La telecamera è puntata verso lo Sanyuan Bridge, coinvolto da un profondissimo aggiornamento e del tutto rinnovato in appena 43 ore. Il video è realizzato mediante la tecnica del time lapse, grazie alla quale un fatto particolarmente lungo viene condensato in pochi secondi.
 
PIASTRA PREFABBRICATA - Il ponte Sanyuan si trova nella parte nordorientale della città e va considerato un fondamentale varco in direzione della National Highway 101, autostrada che unisce la capitale a Shenyang. Sul ponte transitano ogni giorno circa 200.000 automobili. La sua chiusura prolungata avrebbe determinato serissime conseguenze in termini di viabilità, quindi i responsabili dei lavori hanno optato per una soluzione d’impatto: collocare una soletta prefabbricata sulle travi di sostegno e limitare al minimo i lavori più invasivi. È bastato quindi rimuovere la base su cui poggiava il manto stradale, rinforzare le colonne ed inserire la piattaforma nella struttura già presente.
 
RITARDO IMPREVISTO - In tal modo i tecnici sono riusciti a completare tutti i lavori in sole 43 ore. Il sito Shangailist rivela che gli operai si sono messi all’opera intorno alle 23 del 13 novembre e che la circolazione è stata riaperta alle 18 circa del 15 novembre. I lavori di ricostruzione sarebbero potuti durare anche 12 ore in meno, ma il personale è dovuto intervenire per risolvere questioni strutturali inizialmente non previste. La soletta è lunga 55 metri e larga 45.
VIDEO


Aggiungi un commento
Ritratto di italico
27 novembre 2015 - 08:06
3
x SR71s....attento a quello che dici, per prima cosa stiamo in italia, e siamo italiani..chiaro?..bene poi non parlare bene della parte civilizzata ...perchè oltre a ciò che hanno scritto altri ti vorrei solo e solo ricordare altrimenti qui parliamo per anni, lo scandalo del mose a venezia ( i cinesi già lo avrebbero fatto) oppure dello scandalo dell'expo e di quanto ci è costato ( rientro ben poco) ......o della tav che non so in quale paesino tra le alpi stanno facendo una piccola guerra privata? ..... certo poi in sicilia un cavalcavia appena inagurato è crollato, ma qui rientrano troppe logiche e discorsi ( uno per esempio la impunibilità del reponsabile di costruisce, ingegniere, geometra, tecnico etc...chiamatelo come vi pare) e questo per dire che l'italia è una sola ....e non una di seria A e B
Ritratto di zero
27 novembre 2015 - 09:14
11
Solo una breve precisazione, per completezza di cronaca: quel famoso cavalcavia Scorciavacche appena costruito non è crollato. E' stata una breve rampa di accesso al cavalcavia, lunga appena 20 metri (non sospesa ma semplicemente poggiata su un piccolo terrapieno di riporto) ad essere colpita da uno smottamento laterale che ha creato delle profonde fenditure sull'asfalto nel punto di congiunzione col cavalcavia. Se per un errore del genere si conclude che non siamo "civilizzati", allora si dovrebbe parlare per lo meno di quinto mondo per gli smottamenti a catena che stanno impedendo l'apertura della variante di valico della A1 tra Firenze e Bologna. Ma se si procede con questi ragionamenti, non la si finisce più e non si arriva a nulla. Quanto, invece, alla frana che ha colpito il viadotto Himera sull'autosrada A19 Palermo-Catania, anche lì non è crollato alcun viadotto... L'ANAS era informata del rischio idrogeologico che l'area (totalmente libera da qualunque costruzione nel raggio di chilometri e quindi in aperta campagna) subiva da anni a causa di questa lenta frana, praticamente innocua se non fosse stato per i piloni di quel viadotto. Se l'ANAS avesse provveduto a fare tre anni fa sul vecchio viadotto quello che sta facendo ora (cioè mettere in sicurezza i piloni di fondazione) sul nuovo viadotto in costruzione, non sarebbe accaduto nulla. Siamo sempre al solito punto: in queste cose, un soldo risparmiato oggi costa dieci soldi spesi domani. Ma questo vale a qualunque latitudine, non solo in Sicilia.
Ritratto di SR71s
27 novembre 2015 - 14:35
AlexTurbo, italico e zero, capisco che deve essere frustrante essere il peso morto di un paese che funziona a metà e combattere contro i giustificati pregiudizi della gente, però affermare che il nord sia uguale al sud è semplicemente avere le fette di salame sugli occhi. Negare che risalendo la penisola dalla Sicilia alla Lombardia, semplicemente senza uscire dall'autostrada, è come cambiare continente è un dato di fatto che non può essere combattuto a colpi di nazionalismi e ipocrisia quali "siamo tutti italiani" e "la corruzione c'è sia a nord che a sud". Capisco che vivere nel mondo politically correct delle favole faccia parecchio comodo per nascondere sotto il tappeto difetti intrinseci delle regioni nelle quali vivete, però a volte un po' di obiettività nel riconoscere che tra nord e sud non c'è paragone, non guasterebbe. Detto questo, anche io mi sento italiano e come tale riconosco alle regioni del sud, alcuni meriti, ma sulle infrastrutture, grandi opere e urbanistica in generale è meglio stendere un velo pietoso. Poi va be', gentaglia che senza conoscere il proprio interlocutore, minaccia, dà del leghista a caso e afferma che "la mia mente è crollata", pretende pure di non essere additata come poco civile... siete uno spasso.
Ritratto di zero
27 novembre 2015 - 19:16
11
Ma no, dai... Pure io capisco come deve essere frustrante arrangiarsi ogni giorno senza conoscere un briciolo di storia remota e recente e "amminchiandosi", in ogni secondo della propria esistenza, ad individuare pesi morti e pseudo-locomotive per cercare di raggiungere le alte vette del chiacchericcio del bar dello sport presso cui rintanarsi dopo un po' di lavoro giù per le valli. Frustrato è chi frustrato si sente. C'è tanto complesso di inferiorità nei tuoi messaggi: emani frustrazione da tutti i pori. Soprattutto, ispiri molta pena per l'incapacità (che condividi con una discreta quantità di tuoi compagni di sventura) di riuscire, non dico a comprendere, ma anche solo ad immaginare valori e storie di altri popoli o di parte di essi. Vivi così, osservando cose che accadono a mille e più chilometri da te, muto, col grappino in mano (perché, in fin dei conti, solo quello hai a disposizione) e bestemmiando contro quel Sud, esotico e mantenuto, che è causa di tutti i tuoi mali, che conosci solo per averlo visto sulle cartine geografiche e di cui ignori completamente virtù, problemi, progressi. lo so, non deve essere un bel vivere: non tutti ricevono da Madre Natura il dono dell'orizzonte mentale aperto. Tu, poi, non parti avvantaggiato: l'orizzonte più grandioso a cui puoi aspirare è quello dell'idroscalo...
Ritratto di AlexTurbo90
27 novembre 2015 - 23:22
Quoto e straquoto! Poi si sente pure offeso se gli do del Leghista... ma se concetti tipo: "il peso morto di un paese che funziona a metà e combattere contro i giustificati pregiudizi della gente, però affermare che il nord sia uguale al sud è semplicemente avere le fette di salame sugli occhi. Negare che risalendo la penisola dalla Sicilia alla Lombardia, semplicemente senza uscire dall'autostrada, è come cambiare continente è un dato di fatto", sono SEMPRE state pronunciate proprio dai vari Maroni, Bossi, Salvini ecc? Mah...
Ritratto di AlexTurbo90
27 novembre 2015 - 23:22
Stati pronunciati**
Ritratto di italico
29 novembre 2015 - 01:39
3
oltre al grappin ...vorrei sapere ....ma le paga le tasse? sai è facile criticare il sud ci spolpa il sud mangia soldi...vorrei ricordare una cosa ed è evidente tutti i giorni, che quando tempo qualcuno decantava il federalismo fiscale e a morte il sud , ora che per la maggior parte le tasse vanno nelle casse delle regioni ...provincie( quasi morte) comuni e quello hanno per mantenere la regione cosa è successo? ...le tasse sono aumentate perché non c'è più mamma stato ( noi) che elargiva soldi a destra a manca, per cui ogn'uno a casa sua ( guarda nei comuni tra tasi tari imu ... etc ) cerca il modo di andare avanti ....e questo succede nel sud ma anche ...nel NORD?...ovvia ti sei mai chiesto perché un salvini non parla più di secessione del nord ? ....perché non parla più di padania libera.... ?..addirittura parli di difendere i confini italiani ....( italiani??? no padani?) parla di unità nazionale....ohibò mi sono perso qualcosa? ..o forse facendo i conti si è accorto, come nel tanto decantato nordest, più dell'80% delle imprese evade le tasse?...ha fatto quella buffonata della benzina a zero accise, forse non si è accorto che con le accise pagano lo stipendio a lui e ad altri 900 come lui seduti nei due rami del parlamento??.....ma un pensiero, ma se tutti pagano le tasse, le tasse saranno più basse per tutti...no eh ? ..ok detto questo tieniti stretto il grappin e continua a maledire il resto dell'Italia che qualcuno li intorno forse ti dà ragione...
Ritratto di SR71s
29 novembre 2015 - 20:44
Tipica arroganza ingiustificata di voi abitanti dei luoghi "esotici". Sarei molto curioso di capire in base a quale strampalato percorso logico sei giunto alla conclusione che gli unici ad avere una storia remota e recente, valori e virtù siate voi open minded direttamente dal sud. La cosa divertente è che ti ostini a trarre conclusioni campate per aria semplicemente per portare avanti un'abbozzo di difesa, di fronte alla cruda realtà cui imperterrito continui a voltare la faccia. Non solo, evidentemente hai anche qualche problema nella comprensione del testo dato che, come ho scritto, io mi baso su esperienze vissute in prima persona, (del quale ti ho portato l'esempio del mio viaggio da Catania a Milano). Quindi come vedi, chi parla di argomenti di cui non ha la minima idea, a 1000km di distanza col grappino in mano, non sono di certo io. Ok, che non appena ho pronunciato la parola "frustrazione", ti si è chiusa la vena e hai iniziato con il delirio bambinesco del rigirare al proprio interlocutore lo stesso concetto infarcito di retorica: "tu sei frustrato", "no, tu lo sei di più", (tipico atteggiamento di chi non soffre di alcun complesso di inferiorità mi pare di capire), però come hai potuto notare dalla seconda metà della mia risposta, il mio era anche un riferimento all'articolo in questione, ovvero infrastrutture e urbanistica, settori in cui il sud è nettamente deficitario rispetto al nord. Probabilmente sarà la tua apertura mentale a impedirti di vedere questo gap con il settentrione. Magari nell'asfalto sconnesso e trasandato delle vostre autostrade, o nell'anarchia dilagante per le vostre strade tu ci vedi la forza, il progresso e la virtù di un popolo. Io, invece, dal basso della mia chiusura mentale, no. Ma hey! Voi avete il mare e noi l'idroscalo con la nebbia. Ora che ci penso, quasi quasi seguo l'esempio dei centinaia di migliaia di abitanti che da nord si sono trasferiti a sud per godere dei vostri valori e della vostra storia per una vita migliore. Ah no aspetta... Ciao mitico. Ad Alex e italico: A voi non vale neanche la pena rispondere. Chi pensa che Salvini parli di Italia e non più di "Padania" perchè si è """accorto""" che anche al nord si evade (NOOO??? MA DAI!!!??) è un caso clinico. Statemi bene e W il sudde.
Ritratto di zero
29 novembre 2015 - 22:15
11
Oh... Ma lì, ogni tanto, sorridete? Saranno pure l'ambiente triste e i colori grigi che non vi aiutano, ma resta il fatto che sei così accidioso (do you know "accidioso"?) e sbavoso che mi chiedo... sul serio... ma riuscite a godervi la vita ogni tanto?? Sempre più spesso sto iniziando a pensare che, dalle vostre parti, voi non vivete: voi sopravvivete. Sarà forse per questo che avete uno dei più alti tassi di suicidio d'Europa? Forse, un po' di buona cucina variegata, saporita e colorata come il nostro umore e magari pure una bella colazione vista mare e faraglioni con granita di cioccolato e gelsi e panna a strati alternati e due "briosce" artigianali, coi gabbiani all'orizzonte e il profumo di salsedine che ti solletica la mente... beh, secondo me ti farebbe taaaaanto bene! Bah... Ma che ne puoi sapere tu, povera creatura allevata nel "baretto" sotto casa in cui la scelta più spasmodica che potete fare è quella tra la grappa forte e il cicchetto leggero... La vostra botta di vita più grande è un muffin all'autogrill con vista sulla coda della tangenziale, a luglio come a dicembre! Forse sta tutto qua il nodo del discorso: noi sulle tangenziali ci corriamo per andare a lavorare o per andare a goderci la vita, voi sulle tangenziali ci vivete ed è finita lì. Il risultato sei tu. Sono serio: imparate a sorridere un po' di più. Ogni volta che per lavoro ho a che fare con voi, mi accorgo che non recepite più neanche le battute più elementari: vi siete scordati pure come si fa e restate allampanati come fanno i lampioni nella vostra nebbia. Boh... Contenti voi di tiraare a campare così! Ma... ci avete pensato bene? Vi conviene? Ok... Dopo questo amletico quesito, ti ho già dedicato una quantità troppo grande del mio tempo, più di quanto un povero idio.ta possa aspirare. Perché, è risaputo, discutere con un idio.ta non è mai un buon affare: dicono che prima ti trascina al suo livello e che poi ti batte con l'esperienza. E dunque, siccome in questa cose ho poca esperienza, ti abbraccio e ti saluto senza star qui a studiare ulteriori parole di cui tu, in ogni caso, non saresti neanche in grado di comprendere il significato: io vado a dormire. Tu, però, vedi questa notte di non sognare troppi meridionali minacciosi e mangiabambini... Dormi sereno, perché nessuno ti ha minacciato (come siete facilmente impressionabili lassù!): noi, i "nordisti" bigotti come te li amiamo! Perché li amiamo?? Ma è ovvio: perché, per contrasto, ci aiutano a ricordarci quanto elastica, accogliente e solare è la cultura popolare del Sud. E, del resto, basterebbe osservare la vitalità frenetica e la vivacità H24 delle nostre città e dei nostri borghi avendo in mente l'alienante atmosfera delle vostre latitudini per farsene un'idea. Insomma, anche se difficilmente riuscirai a comprendere un così elementare concetto, posso dirti che parole e connessioni neurali come le tue (pretendere veri e propri pensieri sarebbe come chiedere ad un mulo di calcolare una radice quadrata!) ci aiutano a voler più bene a noi stessi e ad accrescere la nostra autostima, il che non fa mai male. Ergo, grazie!!!! :-))) Bene! Io adesso vado davvero... Qui, domani si lavora. Non so lì da voi... Prima dovete trovare il coraggio di alzarvi dal letto e di aprire le finestre. Addio, piccolo uomo... ;-)
Ritratto di zero
29 novembre 2015 - 23:19
11
Ops... Avevo dimenticato la barzelletta più bella. Quella che tu chiami "anarchia" si chiama "vitalità", la stessa vitalità che ci permette, qui, di non morire di noia e di non sentirci mai soli, a qualunque ora del giorno e qualunque cosa succeda nella nostra vita. Voi, a furia di sentirvi perseguitati da questa nostra vitalità per via del vostro congenito complesso di inferiorità, siete morti dentro. Tu, 'sta cosa, non la puoi proprio capire! :-D Ma non perché sei ottuso (oddio... forse un po' anche per quello...), quanto perché è proprio il vostro modo di vedere la vita che non vi consente più neanche di riuscire a immaginare che altri possano vivere in modo diverso dal vostro. Tu e i tuoi amici siete, in pratica, come un interruttore on/off: noi viviamo bene, gli altri che vivono diversamente da noi vivono male. E così saltate direttamente a quel penosissimo vostro giudizio paternalistico: noi essere meglio, voi essere brutti e cattivi. Non c'è niente da fare: avete proprio il limitatore di giri piazzato troppo in basso! :-))) E la cosa grave è che, nel vostro caso, la cosa non si può neanche risolvere rimappando!! :-D Infine, se è vero come certamente è vero che ALCUNI nostri tratti autostradali (parlo qui in particolare della Sicilia) necessitano di una sacrosanta manutenzione ed è questo che non ti fa dormire la notte, stai tranquiiiiiiillo: ci si sta già lavorando e si stanno pure programmando i prossimi anni. Con soldi esclusivamente nostri, aggiungo. Soldi sudatissimi. Se magari ti informassi un po' di più, anziché farti indottrinare dai tuoi giornalettisti del cuore, potrebbe darsi che pure uno come te queste cose inizierebbe a vederle. ;-) Ecco, magari, visto che il nord è più bravo di noi e che evidentemente i 6 miliardi e spiccioli di deficit del sabaudicissimo Piemonte sono solo una cosa che mi sarò sognato io la notte scorsa, sarebbe cosa bona et iusta se pure dalle vostre parti iniziaste finalmente a curarvele da soli le autostrade, senza succhiare sempre da mamma API (Autostrade per l'Italia). Ecco, magari cominciate appunto dal sistemare un po' autentiche "perle" italiane come la Milano-Torino o la Parma-La Spezia che sono un'idrovora di fondi pubblici molto più di quanto possa esserlo stata nell'immaginario collettivo la Salerno-Reggio Calabria ma che, a differenza di quest'ultima che è diventata oggi un'autostrada bellissima e pure divertente da percorrere, sempre stradoni di campagna continuano a restare. E, ogni volta che ci passo sopra, tocca farsi il segno della croce. Se solo tu ti levassi qualche etto di prosciutto dagli occhi, foooorse riusciresti a vederle 'ste quattro cosucce che ti ho scrittocosa! ;-)) Ari-ciao, salutami il ddio Po e attento a non affogarci dentro quando fai il bagno tra le chiatte. To never meet again, little pulenta! :-D
Pagine