NEWS

Citroën C3: dal 2016 già consegnate 400.000

6 settembre 2018

Record di vendite per l’utilitaria Citroën C3 in meno di due anni di vita.

Citroën C3: dal 2016 già consegnate 400.000

CHE INIZIO - La terza generazione della Citroën C3 ha avuto bisogno di soli 22 mesi per raggiungere il traguardo dei 400.000 esemplari venduti, un risultato che conferma l’importanza di questo modello per la casa francese: la prima generazione ha toccato infatti i 2,25 milioni di unità fra il 2002 e il 2009 e la seconda gli 1,3 milioni fra il 2009 e il 2016. La C3 è arrivata a quota 160.000 esemplari fra gennaio e settembre 2018, per un incremento del 12% fra i primi sei mesi del 2018 e lo stesso periodo dell’anno scorso. Sulla base di questi numeri l’utilitaria è stata il modello più venduto dalla Citroën nei primi sei mesi in Europa.

BEN DOTATA - La Citroën ha fornito qualche curiosità sulla ripartizione degli ordini, che nella maggior parte dei casi (40% di quelli totali) sono stati indirizzati verso il terzo e più alto livello di allestimento, lo Shine, che ha di serie i sensori di prossimità posteriori, il “clima” automatico e gli Airbump, i fascioni paraurti sulle fiancate ordinati sul 55% degli esemplari venduti. Il 65% delle auto aveva la vernice bicolore. La terza generazione della Citroën C3 ha linee morbide e arrotondate come le prime due, ma le sue forme sono più decise e filanti: rispetto alla seconda generazione è più lunga di 6 cm (raggiunge i 400 cm), larga e bassa. 

FINO A 110 CV - Il frontale è tipico delle Citroën più recenti, quindi troviamo le luci su tre livelli e la sottile mascherina in alto nel fascione. La Citroën C3 può essere personalizzata facilmente e all’interno spicca lo schermo a sfioramento di 7” del sistema multimediale, montato al centro della consolle centrale sotto le bocchette allungate del clima. I motori sono i benzina 1.2 aspirato (68 CV o 82 CV, ) e turbo (110 CV), oltre al diesel 1.5 da 110 CV. Sul telaio della C3 è costruita la crossover C3 Aircross.

Citroën C3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
59
67
40
35
54
VOTO MEDIO
3,2
3.164705
255
Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
7 settembre 2018 - 08:50
La Fiat o FCA che rinuncia a fare una nuova Punto che tutti comprerebbero, mi sembra un gruppo così sconclusionato che potrebbe ripetere i disastri della British Leyland di 40 anni fa... Scherzo dai.
Ritratto di IloveDR
7 settembre 2018 - 09:08
4
l'assenza di Punto ha fatto migliorare i numeri delle segmeto B concorrenti, consentendole di registrare dei minimi margini di guadagno...a volte non contano esclusivamente i margini di guadagno, ma anche il non lasciare spazi vitali ai concorrenti...eppure un mese fa a Sergio lo volevano già fare santo
Ritratto di Giuliopedrali
7 settembre 2018 - 10:26
Be il fatto che subito dopo la beatificazione per la prima volta in credo almeno 120 anni di storia italiana un auto straniera (Renault Clio) è stata in testa alla classifica italiana delle auto più vendute...
Ritratto di grande_punto
7 settembre 2018 - 09:46
3
Personalmente la ritengo inguardabile, specie nel frontale con quegli orrendi fari sdoppiati.. penso che la precedente sia mille volte meglio..
Ritratto di Claus90
7 settembre 2018 - 14:34
A me non fa impazzire questa francese, di solito le Citroen erano auto mature con impostazione classica e con i sedili alla francese, si prediligeva molto il confort di marcia e la tecnologia, Citroen ha stravolto la gamma con auto giocattolo tutta plastica e pasticciate, ne vendono tante di c3 perché sono ben accessoriate specie nella versione top di gamma, quindi anche se il prezzo seppur non regalato non da la sensazione che sia un cattivo affare se rapportato a tutte le segmento B che sono scarse e che neanche negli allestimenti top offrono di serie gli alzacristalli elettrici posteriori tanto per citare una fra le tante cose.
Ritratto di PARRELLA GIOVANNI
7 settembre 2018 - 21:02
Il motivo dell'enorme successo di auto quali C3 e Clio (inspiegabile per alcuni) e' che ormai la maggior parte degli automobilisti, non solo italiani a giudicare dalle vendite nel Vecchio Continente, si è stufata di acquistare auto anonime, standardizzate, fatte quasi con gli stessi stampi, con scarsa anima e modesto appeal da World Car, ma le vuole ORIGINALI, BELLE , ATTRAENTI, COLORATE, CROMATE (chi più ne ha più ne metta) insomma PARTICOLARI. Questo anche a costo di optare per interni non al top per quanto concerne le rifiniture interne, volentieri lasciate a chi acquista le varie teutoniche quali Polo, Ibiza, Fabia, Corsa , le quali presentano tutte numeri di vendita assolutamente RIDICOLI/RISIBILI nonostante la presunta maggiore qualitá generale (a parte Polo che vive anche di rendita passata e molto aiutata dal "blasone" del marchio).
Ritratto di Biondi stefano
7 settembre 2018 - 22:23
Il mercato dice che ci sono 400mila buoni motivi per sceglier la nuova C3.
Ritratto di Boys
8 settembre 2018 - 13:20
1
Non male anzi..esternamente è molto personale a me piace..internamente un Po povera sia a livello stilistico che di qualità...però visto che oggi vi sono nel segmento auto banalissime sopratutto tedesche ..forse..
Ritratto di Roomy79
8 settembre 2018 - 23:16
1
Bella e allegra, con dei motori brillanti come il 1200, prezzi in concessionario validi...ieri ho visto una nuova polo in versione trendline per strada...sembrava un auto di dieci anni fa, per essere attraenti certe auto vanno prese full full a prezzi folli, altre sorridono anche in versione intermedia.
Ritratto di marcoluga
9 settembre 2018 - 22:39
Carina fuori. Interni no.
Pagine