Divine DS: il futuro della media

04 settembre 2014

Ecco le prime immagini della Divine DS, il prototipo che la divisione di lusso della Citroën esporrà al salone di Parigi.

Divine DS: il futuro della media
LA MEDIA SOPRA LA MEDIA - Considerata la lunghezza di 420 cm della Divine DS, si può supporre che la nuova concept car anticipi l’erede della berlina-crossover di medie dimensioni Citroën DS4. Per scoprirlo occorrerà attendere ancora qualche anno; intanto si può dire che, dal punto di vista estetico, il prototipo presente ai primi di ottobre al salone di Parigi segna una svolta rispetto alle DS attuali. La Citroën non fa mistero di puntare molto sul marchio di lusso DS e, per conquistare una clientela particolarmente esigente, serve anche un design di forte impatto, che non manca alla Divine DS. 
 
 
FORME COMPLESSE - Nel frontale della Divine DS, molto elaborato, spicca l’imponente mascherina, le cui cornici lucide si prolungano sui paraurti e sotto i sottili fari (dei laser sostituiscono le tradizionali lampadine). Altri due profili lucidi collegano la punta del cofano agli specchietti retrovisori. Fra i dettagli più originali, spicca il tetto: costituisce un elemento unico insieme al lunotto e si distingue per il motivo a rombi. La parte posteriore così raccolta e arrotondata è sportiva mentre i fanali arcuati evidenziano la larghezza dei parafanghi. Nella parte inferiore della fiancata si evidenzia una sporgenza a mo’ di protezione laterale, che snellisce il profilo della Divine DS, aggiungendo dinamismo. 
 
 
INTERCAMBIABILE - I ricercati rivestimenti dell’abitacolo della Divine DS, con tessuti intrecciati di cristalli Swarowski, possono essere facilmente sostituiti con altri, per avere un interno sempre diverso. La plancia avvolgente e poco invadente è dominata dalla strumentazione digitale e dall’ampio schermo trasparente di fronte al guidatore, che raggruppa le principali informazioni. Per quanto riguarda il motore, si tratta del 1.6 turbo a benzina già utilizzato dalle DS attuali, ma forte di 270 CV.




Aggiungi un commento
Ritratto di Erik98
5 settembre 2014 - 13:18
1
Bellissima e soprattutto originale come dev'essere una Citroen, se le prossime DS avranno una linea del genere, il passo avanti rispetto alle generazioni precedenti sarà notevole! Le altre auto per farmele piacere, dovevo guardarle più volte in foto e dal vivo, questa è bastata una sola volta!
Ritratto di Alibaba e i 40 ladroni
5 settembre 2014 - 17:35
La proporrei a Audi per la nuova A1 al posto di quello scorfano che hanno tutt'ora. Questa si, con i 4 anelli stampati sulla mascherina anteriore sarebbe una vera nuova Audi e non il solito copia incolla.
Ritratto di SignorLoBorro
5 settembre 2014 - 17:58
2
Io ci vedo pure un po' di brera...
Ritratto di Gregor Samsa
5 settembre 2014 - 19:31
Sono un'utente Citroen da circa 6 anni. Ho avuto sue C5 Tourer 3za serie: una 2.7 HDI Fap 204 cv (190.000 km in tre anni con la sola sostituzione di un ammortizzatore e dell'interruttore posto sotto il pedale del freno) ed ora una 2.2 HDI Fap 204 cv. Stessa affidabilità, mancanza di cigolii e rumorosità interne. Due veri salotti, auto sicure e silenziose. Ottimi motori (mai un problema) utilizzati anche da Peugeot, Land Rover, Range Rover, Jaguar. Il mio rammarico è che Citroen abbandonerà le sospensioni idrattive vera peculiarità della marca (debuttarono sul posteriore della Traction Avant e in toto sulle DS / ID del 55). Altro limite enorme l'assenza di un progetto con 4 ruote motrici e di un vero Suv auto progettato. Il motivo per cui abbandonerò presto la marca.
Ritratto di PopArt
6 settembre 2014 - 10:30
La trazione integrale è pronta già da un bel pezzo ed è una delle più sofisticate, la può avere sulla DS5 e su altri modello Peugeot ovvero la 3008 e la 508. È un sistema ibrido che utilizza un motore termico diesel per le ruote anteriori e motore elettrico per il posteriore.
Ritratto di Gregor Samsa
6 settembre 2014 - 20:46
Lo so e l'ho provata da tempo. Primo problema: non funziona ad alta quota (es. oltre 1.300 m). Secondo problema: nessuna estensione di garanzia sul pacco batterie propulsore elettrico. Terzo problema: il cambio elettroattuato è lentissimo. Quarto problema: sulla DS5 il bagagliaio si riduce notevolmente. Quinto problema: la DS5 è molto rigida sopratutto al retrotreno, disagio che si aggiunge al volante disassato scomodissimo nei lunghi viaggi e della totale assenza di un ripiano su cui riporre il cellulare. Della serie: famole strane 'ste DS ma almeno comode... vedi ad es. DS4 senza vetri posteriori apribili e neppure le bocchette dell'areazione.. Nel dna di Citroen c'era il confort... Mi sembra che l'attuale dirigenza se ne sia scordato. Anche la 3008 è rigidissima mentre almeno sul piano del confort la 508 se la cava.
Ritratto di Moreno1999
6 settembre 2014 - 13:31
4
Penso che tu abbia ragione, Kafka! Le suv Citroën le ho sempre trovate un po deludenti
Ritratto di Fantomas72
6 settembre 2014 - 14:25
Se la fanno cosi... avrà molto successo , un auto fuori dal coro , come una Citroen dev'essere , pardon una DS.. , complimenti al gruppo PSA che fanno nascere un nuovo brand !!
Ritratto di Franchigno
6 settembre 2014 - 15:48
Veramente bella,alla Citroen tanto di cappello,trovo sia una della poche case che fa delle linee veramente innovative.E spesso lo sono anche meccanicamente.
Ritratto di David_FE
6 settembre 2014 - 17:29
se la dovessero produrre in serie,sicuramente non sarà identica a questa.comunque la trovo molto bella e originale.cosa che anche la fiat dovrebbe fare
Pagine