NEWS

La classifica 2016 sulla soddisfazione del cliente di Consumer Report

27 dicembre 2016

Secondo l'annuale classifica riferita al mercato statunitense, la Tesla si conferma prima. Ultima la Fiat.

La classifica 2016 sulla soddisfazione del cliente di Consumer Report

RIFARESTE L’ACQUISTO? - L'associazione dei consumatori Consumer Reports ha redatto come ogni anno la classifica Annual Owner Satisfaction Survey, elaborando i giudizi forniti dagli automobilisti suoi iscritti e definendo così il grado di soddisfazione nei confronti delle varie case automobilistiche presenti negli Stati Uniti. La ricerca gode di ottima reputazione e viene spesso considerata determinante in fase d’acquisto, perché effettuata sulla base dei giudizi assegnati dai proprietari delle automobili, che in questo caso devono esprimersi soltanto circa le eventuali intenzioni di riacquisto. Gli esperti di Consumer Reports hanno considerato le valutazioni fornite ad oltre 300.000 veicoli, in vendita fra il 2013 e il 2016 e di marchi con almeno due vetture a listino. Ai partecipanti è stato chiesto se intendessero ripetere l’acquisto della vettura in loro possesso.

IN CALO LA VW - La percentuale di chi ha risposto “certamente sì” è stata utilizzata per determinare il giudizio finale, espresso in termini percentuali, che rappresenta una media fra i modelli a listino. Il giudizio migliore nella classifica Annual Owner Satisfaction Survey 2016 è stato assegnato alla Tesla, promossa dal 91% dei clienti, che precede la Porsche (84%), l’Audi (77%) e la Subaru (76%). Le prime quattro posizioni sono invariate rispetto al 2015. Consumer Reports ha messo in evidenza l’ottimo risultato conseguito dalle Lincoln e Hyundai, capaci entrambe di migliorare la prestazione dell’anno scorso: la Lincoln è passata dalla 21° alla 12° posizione, la Hyundai dalla 24° alla 13°. Di converso la Ram è scivolata dalla 5° alla 17° posizione, la BMW è caduta dalla 6° alla 14° e la Volkswagen è scesa dal 16° al 24° posto. Ultima è la Fiat, con un grado di soddisfazione pari al 53%.

LA CLASSIFICA

Posizione Marca Sì, l'acquisterei ancora?
1 Tesla 91%
2 Porsche 84%
3 Audi 77%
4 Subaru 76%
5 Toyota 76%
6 Honda 75%
7 Mazda 74%
8 Chrysler 73%
9 Chevrolet 73%
10 Lexus 73%
11 GMC 73%
12 Lincoln 73%
13 Hyundai 73%
14 BMW 72%
15 Ford 72%
16 Mini 71%
17 Ram 70%
18 Kia 70%
19 Mercedes-Benz 69%
20 Volvo 69%
21 Buick 68%
22 Cadillac 68%
23 Dodge 66%
24 Volkswagen 64%
25 Jeep 60%
26 Acura 58%
27 Infiniti 58%
28 Nissan 58%
29 Fiat 53%


Aggiungi un commento
Ritratto di Pagani_Z
27 dicembre 2016 - 15:43
1
Per anni c'è anche chi si è comprato la A8 6.0 W12 (prima serie) per poi passare alla S8 5.2 V10 (seconda serie) e poi alla A8 6.3 W12 (ultimo modello) e R8 Plus 5.2 FSI da 610 cv senza aver mai avuto un problema, non dobbiamo mica sempre prendere come riferimento il tizio col Golf, queste aziende producono anche altro...
Ritratto di str
27 dicembre 2016 - 16:08
La Mercedes Classe A che si rovesciava, La smart come unica macchina al mondo che si rovesciava in rettilineo, la audi TT che si "sollevava" e che ha il record dei morti per auto. E poi la Bugatti che costava di più di quello che valeva, ma poi c'è anche la Toyota che ha riubato i progetti Ferrari che era delal Fiat. E' ora di finirla con le tedesche superiori, sono superiori nel prezzo e nelal manutenzione e i meccanici ringraziano. Almeno prima di parlare entrate in una officina libera per alcuni giorni. L'oggettività non è la simpatia.
Ritratto di str
27 dicembre 2016 - 17:45
Se si esegue la manutenzione consigliata dal produttore, la cinghi va cambiata secondo il libretto manutenzione e non a piacere. La Golf prevedeva 80.000 km, mentre la Ford prevedeva 180.000 km. La cinghia in sè non è un costo, ma sono gli altri rimpiazzi che determinano il costo. Cambiare cinghia prima significa cambiare pezzi prima, che vuol dire pezzi più deboli. la logica non è un'opinione, ma una regola.
Ritratto di str
27 dicembre 2016 - 18:25
Un buon concessionario. Io cerco di leggere il libretto.
Ritratto di str
27 dicembre 2016 - 18:41
Il concessionario non può smentire il libretto. La WV dovrebbe eliminarlo.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
27 dicembre 2016 - 19:21
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di marian123
27 dicembre 2016 - 15:45
Tagliando cinghia a 80 mila? Ma in che mondo vivi?
Ritratto di str
27 dicembre 2016 - 17:46
Non ora. Ho scritto faceva. Procurati un vecchio libretto.
Ritratto di str
27 dicembre 2016 - 18:24
Certo. Ma la storia insegna che il successo non deriva dal far bene, ma dal saper pubblicizzare bene. Stessa cosa per Fiat, quel che era , era
Ritratto di str
27 dicembre 2016 - 18:41
Grazie per la cortesia. Notte
Pagine