NEWS

Come nascono le Audi RS

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 27 maggio 2020

Tanti chilometri al Nürburgring, test al caldo e freddo più intensi e un attento studio: l’Audi svela come sviluppa i suoi modelli più sportivi. 

Come nascono le Audi RS

CIRCUITO O PALESTRA? - La Formula 1 non vi corre più dal 1976, ma il vecchio circuito tedesco del Nürburgring (noto come Nordschleife) è ancora fra i tracciati più noti e affascinanti in Europa: è lungo 20,832 km e alterna non soltanto lunghi rettilinei e impegnative curve, ma anche salti, compressioni e tornanti in contropendenza. Il Nürburgring è un circuito per piloti esperti e dove le auto vengono messe a dura prova, tanto è vero che fra le sue curve avviene lo sviluppo di molti nuovi modelli. Fra le case ad averlo scelto come banco di prova c’è l’Audi, che al Nürburgring effettua alcuni test per le sue vetture sportive, le RS, quelle messe a punto dalla divisione Audi Sport: all’Inferno Verde (questo il soprannome del Nürburgring), i suoi collaudatori più esperti sono in grado di valutare il comportamento dell’auto in curva, la maneggevolezza, la stabilità e anche la robustezza.

IL RECORD È SUO - Il tester di spicco dell’Audi al Nürburgring è Frank Stippler, 45enne nato a Colonia che abbina la formazione da ingegnere all’abilità nella guida in pista, tanto da vantare due primi posti alla 24 Ore del Nürburgring. Stippler ha il compito di sviluppare le auto da corsa per i team clienti e quelle stradali, compresa l’Audi RS Q8, suv di grandi dimensioni che detiene il record sul giro al Nürburgring per le suv: nell’autunno 2019, Stippler fermò il cronometro dopo 7 minuti, 42 secondi e 253 millesimi, circa 12 secondi in meno rispetto al precedente record, detenuto dalla Mercedes-AMG GLC 63 S. Per prepararsi al record, e per mettere alla prova motore, cambio, assetto e freni, l’Audi RS Q8 (come ogni altra RS) ha percorso circa 8.000 km al Nürburgring: in questo scenario, secondo la casa tedesca, l’impegno dell’auto può corrispondere a quello che sosterrebbe su strada nel corso della sua “vita”. 

TEST IN TUTTO IL MONDO - Oltre agli 8.000 km all’Inferno Verde, l’Audi RS Q8 ne ha percorsi 1.200.000 in 2 anni fra Cina, Finlandia, Francia, Italia, Stati Uniti, Sudafrica e Svezia, dove collaudatori e progettisti hanno potuto metterla alla “frusta” nelle condizioni ambientali più disparate, prima di scegliere i set up definitivi e dare il via libera alla produzione. In Italia, sul circuito pugliese di Nardò, l’Audi ha svolto test a elevata velocità; in Svezia, sono stati messi alla prova il 4x4 e l’aderenza su fondi ghiacciati o innevati; in Sudafrica, la casa ha condotto prove ad alta quota e in condizioni di forte caldo. 

PER TUTTI I GIORNI - I test al freddo e al caldo estremo dimostrano che le Audi RS sono vetture ad alte prestazioni adatte non solo alla pista, ma anche alla guida di tutti i giorni: la maggior parte dei clienti le apprezza per l’usabilità e arriva a percorrere decine di migliaia di km ogni anno. Non è un caso, dunque, che alcuni modelli siano dotati di soluzioni tecniche per ridurre i consumi di carburante: il V8 della RS Q8, condiviso con le RS 6 Avant e RS 7 Sportback, ha la funzione per disattivare 4 pistoni alle andature ridotte e si abbina all’ibrido leggero, che migliora le percorrenze nella guida in città. L’usabilità delle Audi RS è dettata anche dal look, dinamico ma non troppo esasperato: a distinguere la compatta RS 3 Sportback e la coupé RS 5 sono le prese d’aria maggiorate, la rifinitura nera della mascherina anteriore ed i due scarichi ovali nel fascione, un vero e proprio tratto distintivo delle Audi RS. 

13 MODELLI IN 5 FABBRICHE - La produzione delle RS avviene in 5 stabilimenti, gli stessi in cui sono realizzate le Audi da cui derivano: le RS 3 Sportback, RS 3 Sedan, RS 4 Avant, RS 5 Coupé e RS 5 Sportback hanno “casa” a Ingolstadt, in Germania; le Audi RS 6 Avant e RS7 Sportback sono prodotte sempre in Germania, ma a Neckarsulm; l’impianto delle TT RS Coupé, TT RS Roadster, RS Q3 e RS Q3 Sportback si trova a Gyor, in Ungheria, a Bratislava (in Slovacchia) viene fabbricata la RS Q8. Ogni modello, dopo il cosiddetto matrimonio (la procedura di unione fra carrozzeria e motore), viene personalizzato con le parti messe a punto dall’Audi Sport, vale a dire i fascioni, le minigonne, le appendici aerodinamiche, lo scarico e le ruote. La supercar Audi R8 è l’unica prodotta (artigianalmente) nell’impianto vicino a quello di Neckarsulm, dove sono realizzate anche le versioni da gara.

Audi Q8
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
54
27
20
34
66
VOTO MEDIO
2,8
2.84577
201




Aggiungi un commento
Ritratto di marcoveneto
29 maggio 2020 - 09:25
Molti imprenditori hanno un'audi RSx... E un dato di fatto.. Se poi hanno targa tedesca per motivi fiscali, è un altro discorso..
Ritratto di Giuliopedrali
29 maggio 2020 - 12:22
Da me ce n'è una ancor V10, o almeno c'era, o forse è diventata una Tesla...
Ritratto di Leonal1980
1 giugno 2020 - 11:09
4
ma che Golf R fake? si chiama Golf Sport (con Rline di serie) è una audi A3 che gli metti l' S-Line. ma che robe che devo leggere.
Ritratto di No doubt
28 maggio 2020 - 14:31
Ahahah mamma mia ke razza di disadattato scusa eh...
Ritratto di No doubt
28 maggio 2020 - 16:33
Mi riferivo al remor o tremor ke dir si voglia... ovviamente
Ritratto di Miti
28 maggio 2020 - 23:11
1
Articolo tipico del al volante. Un milione di parole per non dire nulla.
Ritratto di Giuliopedrali
29 maggio 2020 - 08:54
Certo che i tedeschi perseverano, fossimo anche noi così, questa ditta Auto Union di Zwickau che era andata a finire in Germania Est ritrasferita nel 1965 in Franconia come Audi con modelli in comune con NSU (Prinz) e le DKW con motore a due tempi come il Ciao, ora arriva a chiedere quasi 200.000 Euro per le sue super sportive provate in quel circuito scassato del Nurburgring, c'è da ammirarli.
Ritratto di Sepp0
29 maggio 2020 - 15:04
Sì, ci sono voluti 50 anni. E un gruppo dietro che vende leggermente più auto di Fiat (sia pre che dopo CA) e con tutt'altri margini per vettura. Audi sopravvive grazie alle sinergie con le piattaforme VW, se corresse da sola come Volvo avrebbe i numeri di Volvo (o sarebbe già fallita).
Ritratto di Scatnpuz
31 maggio 2020 - 12:36
È l’unica parte valida del marchio. Per il resto audi é più generalista di ford o Fiat....con il solito popolino in italia che la mette su un piedistallo...
Ritratto di Giulio Menzo
2 giugno 2020 - 13:05
2
Molto interessante il processo produttivo delle RS. Devo dire però che alla fine queste auto qui sono le uniche ad avere un prezzo sensato (forse neanche troppo) della gamma Audi, le altre hanno prezzi veramente gonfiati per auto magari buone, ma che non hanno una buona dotazione e non giustificano il prezzo elevato.
Pagine