NEWS

Compasso d’Oro al design dell’Alfa Romeo Giulia

21 giugno 2018

L’ADI, Associazione per il disegno industriale ha assegnato alla berlina dell’Alfa Romeo il prestigioso riconoscimento, giunto alla sua 25esima edizione.

Compasso d’Oro al design dell’Alfa Romeo Giulia

IMPORTANTE RICONOSCIMENTO - Il successo dell’Alfa Romeo Giulia va al di là del solo ambiente automobilistico. Lo testimonia il premio assegnatole dall’ADI, l’Associazione per il disegno industriale: il Compasso d’Oro, riconoscimento importante a livello mondiale. Il premio fu creato nel 1954 e quest’anno è giunto alla sua venticinquesima edizione. Nel suo albo d’oro figurano oggetti di ogni tipo, dalla macchina per scrivere, ai bicchieri, alle seggiole, alle caffettiere e così via comprese ovviamente le automobili. Perché notoriamente il design è un’attività che permea qualsiasi settore produttivo.

ESPRESSIONE DEL DNA DELLA CASA - Il successo ottenuto dall’Alfa Romeo testimonia l’esito del lavoro fatto dai progettisti, che hanno saputo creare una vettura espressione della tradizione italiana e Alfa in particolare - riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo - con le nuove esigenze tecniche e di comportamento. Quella che ne è scaturito è una proposta di berlina importante ma anche con profilo compatto, ricca di eleganza ma al tempo stesso on poco grintosa. Tutto grazie alla sostanziale semplicità della linea (caratteristica che da sempre si ritrova sulle auto più belle).

DUE OSPITI D’ECCEZIONE - In occasione della consegna del premio, al Castello Sforzesco di Milano, l’Alfa Romeo ha esposto due modelli della casa: l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, la berlina più potente mai creata dal marchio per uso stradale, e un esemplare della serie speciale Alfa 4C Spider “Italia”. La prima si fa notare per la grintosità dell’aspetto, a esternazione delle doti motoristiche fornite dal propulsore V6 Turbo a benzina da 510 Cv e 600 Nm di coppia. La 4C Spider “Italia” punta a soddisfare i palati più esigenti in fatto di estetica, con la sua carrozzeria in color Blu Misano, inserti in colore nero lucido per i paraurti. I cerchi sono da 18” davanti e 19” dietro. Attraverso di essi si intravedono le pinze dei freni in color giallo. Lo stesso contrasto cromatico è ottenuto all’interno con le cuciture dei sedili in color giallo, appunto. Una combinazione particolarmente intrigante che fa della vettura un oggetto da collezione. E in effetti ne sono stati previsti solo 108 esemplari.  

Alfa Romeo Giulia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1060
176
65
43
88
VOTO MEDIO
4,5
4.45042
1432
Aggiungi un commento
Ritratto di dottorstrange
22 giugno 2018 - 17:40
La Giulia è davvero molto bella, più delle auto di pari segmento tedesche e giapponesi direi (queste ultime poi hanno spesso dei motori privi di scelta e un'assistenza postvendita quasi inesistente, cosa da non sottovalutare). Però anche io penso che non abbia il fattore wow fino in fondo, non so se il premio se lo meriti davvero. Tutto questo, sia chiaro, pur sempre riconoscente che finalmente l'abbiano fatta e consapevole che il rilancio di Alfa è una cosa reale, a questo punto.
Ritratto di Prrrrr
22 giugno 2018 - 20:01
M93 Ma perfavore, come fai a definire la 159 più Alfa della Giulia dai.... ma fai il bravo, non puoi scrivere ste cose riguardo alla Giulia. Abbiamo aspettato 30 Anni che tornasse e mo sono meglio 156 e 159? Anche "stilisticamente parlando" la Giulia è stato un successo!
Ritratto di MirtilloHSD
21 giugno 2018 - 17:01
4
Io preferisco la Mondeo, la Lexus IS e la Infiniti Q50. La Giulia potevano farla ibrida.... Un saluto, Mirtillo
Ritratto di Ercole1994
21 giugno 2018 - 17:02
Un chiaro segno che, la semplicità, premia sempre. Le linee futuristiche e molto "lavorate", possono anche colpire, ma alla fine, una linea fluida e semplice, "seduce" sempre di più, magari non a prima vista, ma osservandola giorno dopo giorno.
Ritratto di Arreis88
21 giugno 2018 - 19:28
Quoto e straquoto.
Ritratto di Giuliopedrali
21 giugno 2018 - 19:34
Bella la Giulia. Comunque quelli che dicono che solo le super sportive sono vere Alfa, mentre Alfa è proprio quella che ha inventato la sportiva di famiglia, è un po' come se dicessero che la Fiat è un mito per le stupende Dino, 124 spider o 130 coupé, bellissime davvero, però è un falso storico, chiaramente la Fiat è nel cuore di tutti per le 600, 500, 127, Uno e così via...
Ritratto di Alfa1967
21 giugno 2018 - 19:42
La Giulia è una grande macchina. sportiva,elegante,tenuta di strada eccezzionale e design bellissimo. Peccato non producano la sw. Finora percorsi 82000 km di puro piacere.
Ritratto di Mbutu
21 giugno 2018 - 20:01
Se sia realmente la migliore non mi sento in grado di dirlo. Ma avendola sempre trovata bellissima non posso che concordare. Ha proprio un'eleganza innata. Che poi sia dna Alfa o meno poco importa.
Ritratto di mirko.10
21 giugno 2018 - 20:25
2
Premio meritatissimo, la giulia è davvero bella! L'importanza storica del compasso come strumento geometrico e la giulia come il risultato di un disegno perfetto.......chissà se a wolfsburg,almeno, organizzano il premio riga d'oro, riga per riga basta stendere sempre dritto un tracciato.
Ritratto di Giuliopedrali
22 giugno 2018 - 08:30
Del resto anche lo stile VW e Audi l'ha inventato negli anni 70 un certo Giorgetto Giugiaro. (Lo stile BMW negli anni 60 Giovanni Michelotti, lo stile Mercedes moderno negli anni 80 Bruno Sacco).
Pagine