NEWS

Qual è la migliore tra le citycar? Scopriamolo insieme

15 gennaio 2015

Abbiamo messo a confronto le citycar di ultima generazione. Ecco sei modelli rivali per prezzo, dimensioni, potenza e cilindrata.

Qual è la migliore tra le citycar? Scopriamolo insieme
SOPRATTUTTO ECONOMICHE - La crisi economica le ha rese ancora più appetibili, ma non è solo per questo che le vetture da città sono sempre più gradite dagli italiani. Pratiche e maneggevoli, ma soprattutto economiche all’acquisto e poco assetate anche nelle versioni a benzina, hanno conosciuto una netta evoluzione. Ora sono molto più sicure e versatili: contano su una dotazione tecnologica generosa, ospitano comodamente quattro persone e, pur essendo nate per sgusciare in città, non impongono troppi sacrifici nei lunghi viaggi. 
 
CINQUE VANNO A TRE (CILINDRI) - Per verificare sul campo queste qualità abbiamo messo a confronto sei fra le più interessanti e recenti citycar sul mercato, tutte (tranne una) mosse da un 1.0 a tre cilindri, con potenze comprese fra 67 e 69 CV, prezzi oscillanti fra 11.500 a 14.000 euro e lunghe da 346 a 367 cm. Alla sbarra le “cugine” Citroën C1, Peugeot 108 e Toyota Aygo (che condividono progetto e struttura, ma non il look) e le coreane Hyundai i10 e Kia Picanto (che hanno in comune il motore, con una lieve differenza nella potenza e nei rapporti del cambio). Solo la Fiat Panda impiega un 1.2 a quattro cilindri, ma di prestazioni analoghe ai tricilindrici delle rivali.
 
PROVATE NEL LORO HABITAT - Date le dimensioni ridotte delle sei citycar, in questo confronto abbiamo insistito con lunghe prove nei meandri cittadini e su tortuose stradine di montagna. Ma non sono mancate le trasferte in autostrada per verificare pure la qualità del comfort e una intera giornata in pista a Balocco (VC), dove abbiamo rilevato le prestazioni.
 
QUAL È LA PIÙ CONVENIENTE? - Le tre “cugine” hanno tutte un’ottima dotazione standard (Esp, “clima”, cerchi in lega e 6 airbag); ma tra loro, a conti fatti, la Toyota Aygo risulta più conveniente non solo perché offre di serie il “clima” automatico, la vernice metallizzata e la retrocamera, ma anche per il fatto di essere l’unica che può avere (optional) il navigatore satellitare. La più cara è la Peugeot 108, che in allestimento Allure Top ha anche il tetto apribile elettrico. Il migliore rapporto fra prezzo e dotazione è appannaggio della Kia: disponibile in un unico allestimento, è quella che costa meno, ma offre 6 airbag, “clima”, radio e ben 7 anni di garanzia. Infine, la Fiat Panda ha il climatizzatore di serie (ma per averlo automatico bisogna spendere 410 euro extra), e fa pagare a parte gli airbag laterali (310 euro) anche per l’allestimento più ricco, il Lounge. 
 
NELLE PRESTAZIONI PREVALGONO LE “CUGINE” - Più piccole, più basse e con una massa più contenuta rispetto a quella delle rivali, la Citroën C1, la Peugeot 108 e la Toyota Aygo sono decisamente le più brillanti. In velocità di punta vanno ben oltre i 155-160 km/h prudenzialmente promessi dalle rispettive case: tutte superano largamente i 164 effettivi in quarta marcia (e la Peugeot sfiora i 166). Anche nell’accelerazione da fermo risultano molto più brillanti delle concorrenti: il vantaggio è dell’ordine di un secondo tondo nello “0-100”. D’altronde, sfoderano una convincente progressione, ben sottolineata dal grintoso suono d’aspirazione del 1.0 a tre cilindri, caratterizzato, però, da marce esageratamente lunghe: basti pensare che in seconda si sfiorano i 110 km/h e in terza si arriva addirittura a 150 effettivi (al limitatore di giri). Peccato che la lunghezza dei rapporti si paghi poi in ripresa e costringa a scalare con frequenza.   
 
LA RIVINCITA DELLA MENO VELOCE - Meno vivaci delle rivali allo spunto (passano da 0 a 100 km/h in circa 14”5), la Panda e la Picanto risultano quasi altrettanto veloci. Più distanziata, invece, la i10, che non va oltre i 156,5 km/h effettivi. Ma c’è una spiegazione: pur condividendo il motore con la cugina Kia, ha i rapporti del cambio più corti (a 130 km/h in quinta il motore lavora a 4150 giri contro i 3800 di quello della Picanto). Ed è proprio grazie a ciò che si prende la rivincita in ripresa, svettando di oltre 2” sui 1000 metri da 60 km/h in quinta.
 
PIÙ PICCOLE, MA NON PIÙ AGILI - I rapporti lunghi e il peso contenuto garantiscono un buon vantaggio sul fronte dei consumi, e anche per questo Citroën, Peugeot e Toyota sono in grado di percorrere da 2,5 a 3 km/litro in più delle coreane e dell’italiana: in particolare, nella prova extraurbana la 108 supera i 21 km di percorrenza con un litro di “verde”. Hyundai e Kia (le uniche a utilizzare i freni a disco anche al retrotreno, in luogo dei tamburi), primeggiano invece negli spazi di arresto.
VIDEO




Aggiungi un commento
Ritratto di juvefc87
15 gennaio 2015 - 18:37
che peugeot è quella che dichiara sempre il consumo reale o sia vvicina molto
Ritratto di PariTheBest93
15 gennaio 2015 - 18:59
3
La più completa è la i10 se si desidera una tuttofare ben dotata. La panda invece per la scelta di motori che le rivali non offrono. Il trio PSA-Toyota per chi mette al primo posto lo stile (io preferisco l'aygo) tralasciano un po' le finiture e l'abitabilità. Io l'unica citycar che comprerei è la stilosa 500, magari abarth, altrimenti meglio una seg. B per me...
Ritratto di gilletvertigo
15 gennaio 2015 - 19:58
Picanto, i 10, Panda, Aygo, 108, C1
Ritratto di ROSII
15 gennaio 2015 - 20:02
anche per me, anche se ha le marce un po' corte
Ritratto di PongoII
15 gennaio 2015 - 20:15
7
Le chiamano cittadine ma poi lo sono più di nome che di fatto: a parte i tre cilindri, rarità tanti anni fa, oggi le cilindrate sono equiparate a quelle delle berline degli anni 80... In ogni caso ho sempre preferito un'auto seppur piccola ad un motorino per girare in città. Personalmente preferirei la Panda 4x4, auto non provata perchè ovviamente non avrebbe avuto rivali, ma ammetto, in accordo con la moltitudine dei commenti, che la I10 risulta molto migliorata per stile e contenuti dalla precedente versione. La Aygo, in questa ultima versione ha acquisito molta personalità rispetto alle (ex) cugine.
Ritratto di evilwithin
15 gennaio 2015 - 21:50
Panda e i10 sono le uniche che prenderei in considerazione, sarà che anche da un'auto piccola mi aspetto la completezza e maturità delle auto più grandi... Panda mi piace di più esteticamente (specie interni) ed è fatta in Italia (logico costi qualche centinaio d'euro in più), i10 è interessante soprattutto per la dotazione (ma peccato per i 3 cilindri, potendo scegliere preferisco 4 a 3...).
Ritratto di andrea120374
15 gennaio 2015 - 22:32
2
Se devo scegliere Hyundai i10, materiali e finiture migliori, altre buone, Panda non la comprerei mai. E la Twingo ???
Ritratto di panda07
15 gennaio 2015 - 22:35
1
le uniche che hanno le sembianze di un'auto sono la Panda e la i10, e tra queste due prenderei la panda, per le qualità del motore, la linea sia esterna che interna, per me più bella e l'equilibrio dell'assetto che sembra il migliore! le altre sono solo un' oggetto di moda che passeranno presto!
Ritratto di panda07
15 gennaio 2015 - 22:37
1
stesso giudizio della i10
Ritratto di LUCCYROB
16 gennaio 2015 - 08:41
La panda é quella che tecnologicamente è indietro a tutte le altre, ma secondo me é progettata meglio. Va bene sia al neopatentati che all anziano con piccoli problemi di mobilità, il motore per quanto datato, tranne che per qualche componente, è un mulo, è se dovesse succedere qualcosa, qualsiasi meccanico lo conosce. Lo spazio interno e bagagliaio mi sembra la più spaziosa, è manovrandola si percepisce meglio la dimensione della macchina. Oltretutto è sempre soggetta a sconti, molto disponibile a k0, aziendale e seconda mano.
Pagine