Corbellati Missile: una nuova supercar italiana

26 febbraio 2018

Dotata di un V8 da 1800 CV, la Corbellati Missile dovrebbe raggiungere i 500 km/h. Sarà svelata al Salone di Ginevra.

Corbellati Missile: una nuova supercar italiana

SERIE LIMITATA - Il design gradevolmente rétro della Corbellati Missile è sfacciatamente ispirato a quello di due grandi sportive del passato: l’Alfa Romeo 33 Stradale e, soprattutto, la Ferrari 330 P4, ma tecnicamente è al passo coi tempi. Realizzata artigianalmente e curata nei minimi particolari come un gioiello (la Corbellati è un’azienda impegnata nel settore dell’oreficeria…), la Missile è un’auto da sogno (tirata in appena 10 esemplari), che accarezza un sogno: quello di essere la vettura più veloce del mondo. Cercherà di dimostrarlo nel 2019 sul lago salato di Bonneville (Utah), dove ha l’obbiettivo di raggiungere addirittura i 500 km/h.

MOTORE MERCURY - Sulla carta, la Corbellati Missile sembra avere tutte le credenziali per farlo, grazie ai 1800 CV e alla mostruosa coppia di 2350 Nm sprigionati dal suo V8 biturbo di origine americana (Mercury Marine Racing, azienda specializzata in motori per imbarcazioni di elevate prestazioni) portato al limite dei 9 litri e con testata (passata da due a quattro valvole per cilindro) e distribuzione completamente riprogettate. La scocca in fibra di carbonio (come l’ossatura) ha forme decisamente fluide: è lunga 467 cm, larga 204 ed è piuttosto bassa (appena 117 cm). Ma non è ancora dato sapere come questo “razzo terra-terra” (con trazione e motore posteriori, e cambio a 6 marce) potrà evitare di decollare: l’unica appendice aerodinamica in vista è una larga “lama” anteriore, mentre dietro potrebbe esserci uno spoiler a scomparsa, ma è solo un’ipotesi, visto che, al momento, non è disponibile alcuna immagine della coda.

Aggiungi un commento
Ritratto di Thresher3253
26 febbraio 2018 - 11:07
Quello che mi incuriosisce é come sia possibile ottenere stabilità e aderenza a velocità così elevate con una carrozzeria di quella forma. Voglio dire, c'é un motivo se la Ferrari produce le vetture attuali con quella forma invece di proporre una Dino 246 da 800 cv, deve essere una sfida molto interessante per gli ingegneri della Corbellati.
26 febbraio 2018 - 22:08
E soprattutto con un cambio manuale.
Ritratto di LOL25
26 febbraio 2018 - 11:15
Per sviluppare la Veyron ci hanno messo anni di studi e milioni di euro. Questi escono dal nulla e fanno una supercar da 500 km/h? Ma poi che nome è "Corbellati"? Sembra quasi una parodia, se fosse il primo Aprile lo avrei preso per uno scherzo.
Ritratto di AMG
26 febbraio 2018 - 11:23
Se ottenesse quanto promesso diventerebbe motivo di vanto del Belpaese ma lo scetticismo per ora resta importante
Ritratto di napolmen4
27 febbraio 2018 - 11:44
Semplice: pur progettata male la Veyron e' di lusso ...questa magari e' mooolto più leggera con elevata deportanza
Ritratto di AMG
26 febbraio 2018 - 11:20
Ma no, è una copia moderna di modelli d'epoca di grande rilievo... Per me no, anche se mi riservo di vederla
Ritratto di M93
26 febbraio 2018 - 14:56
@AMG - Concordo con te: a livello prestazionale è di prim'ordine, per ciò che attiene l'estetica ho alcune riserve.
Ritratto di GranNational87
26 febbraio 2018 - 11:27
3
Mi ricorda un po' l'alfa 33 stradale nel frontale...
26 febbraio 2018 - 11:34
Come fa a non avere prese e sfoghi d'aria per le ruote a raffreddare i freni? Però, riguardo la forma, è plausibile che riescano ad ottenere un'elevata efficienza aerodinamica con uno stile retrò. Dopotutto il design di una supercar non è solo funzionale, c'è anche una buona parte estetica e loro hanno ripreso forme del passato. Chissà le origini del motore con quei cilindri e cubatura.
Ritratto di Bruno91
26 febbraio 2018 - 22:03
1
C'è scritto, il motore è un Mercury Marine Racing per imbarcazioni.
Pagine