NEWS

A bordo della nuova Cupra Ateca

1 aprile 2018

Con il pilota Jordi Gené abbiamo saggiato in anteprima la belva del neonato marchio sportivo spagnolo: una suv da 300 CV.

A bordo della nuova Cupra Ateca

UN MARCHIO INDIPENDENTE - Montserrat, a due passi da Barcellona: una montagna nota per la sua bellezza, ma anche per le sue strade tortuose. Un tracciato ideale per scoprire, in anteprima sul lancio ufficiale, le qualità della Cupra Ateca: la prima vettura firmata dalla divisione sportiva della Seat, appena trasformatasi in un marchio indipendente. Si tratta di una suv di medie dimensioni, derivata dall’omonimo modello della Seat, ma dotata di un 2.0 turbo a benzina da 300 CV, abbinato a un cambio robotizzato a doppia frizione a sette rapporti e alla trazione integrale. Una belva che il pilota ufficiale della Cupra Jordi Gené ha guidato con noi sulle stradine di Montserrat. Ecco come è andata.

VIDEO
Cupra Ateca
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
12
12
15
17
42
VOTO MEDIO
2,3
2.336735
98


Aggiungi un commento
Ritratto di gjgg
3 aprile 2018 - 07:20
1
Ma non guardare il dito bensì concentrati sulla luna (anche tu avevi parlato di una m3 da 680Hp mentre poi l'articolo del link dice 670HP, ma nemmeno te lo avevo citato per fartelo notare, figuriamoci farci un apposito commento dedicato pensando che quel 680 vs 670HP fosse la chiave risolutiva di questa complicata discussione e non un semplice dettaglio). 3.4 l' avrò letto altrove o visto in qualche video youtube nei giorni scorsi. Ma che sia 3.4 o 3.5 la sostanza non cambia ed è che un'auto praticamente di serie con solo lo scarico modificato e ritocchi all'elettronica fa con 600HP lo stesso 0-100 di una con motore completamente rivisitato (incluse turbine) con 670HP e presumibilmente anche il launch control che l'altra non ha.
Ritratto di Damien
3 aprile 2018 - 16:55
5
Ma cosa vuoi farmi notare capra quando basta andare SUL SITO DELLA G-POWER per trovare il pacchetto che porta LA M3 A 680 CV, con tanto di prezzo e test dyno che lo dimostra, anche un bambino dell'asilo lo avrebbe trovato. Hai rotto le scatole in decine di commenti sostenendo NOTIZIE FALSE come lo 0-100 in 3,4 secondi della Giulia dicendo pure bla bla bla addirittura un decimo in meno bla bla bla. Quando basterebbe una minima conoscenza della fisica per capire che anche con 1000 cv lo 0-100 sarebbe comunque uguale semplicemente perchè NON SI POSSONO SCARICARE A TERRA TUTTI I CAVALLI, ANCHE SE NE HAI 2000 CV con la trazione posteriore e quelle gomme. Ma basta vedere lo 0-300 km/h per capire che la M3 G-POWER la SVERNICIA, e poi dovresti pensare alla tua Kia da 70 cv invece di inventarti dati come sempre.
Ritratto di tramsi
2 aprile 2018 - 13:27
A prescindere da chi liquida come improbabili certi paragoni, Seat ha la sua Abarth. Proprio come Abarth con la Fiat, Cupra produrrà versioni ad alte prestazioni dei modelli Seat. Il paragone è tanto più calzante se si pensa che dietro all’operazione c’è Luca De Meo, che resuscitò proprio lo Scorpione quando era a Torino. A differenza di quanto accadde con Abarth, il suo logo - due “C” incrociate che disegnano una sorta di triangolo ovvero un tribale -, a mio avviso molto indovinato in riferimento al carattere sanguigno dei modelli, è stato inventato da zero perché non c’è un passato a cui rifarsi. Se non avere una storia può essere penalizzante sul piano del "prestigio", dall'altra lascia più libertà perché non costringe a vivere di revival. Sotto il cappello Cupra, inoltre, saranno raccolte anche le attività agonistiche, che finora facevano capo a Seat Sport. Aggiungo anche che alcuni mesi addietro lessi alcune dichiarazioni dell'altissimo management del gruppo sostenenti che un prodotto analogo (con caratteristiche similari) ma realmente premium e a parità di equipaggiamento costerebbe al cliente almeno il 70% in più. In buona sostanza, Cupra dovrebbe rappresentare il baricentro tra la produzione generalista e quella autenticamente premium, adottando gli standard costruttivi della prima (già la qualità di assemblaggio delle Seat non è affatto malaccio) e prestazionali della seconda. In più, almeno fino a quando la sua immagine non si sarà consolidata, si dovrebbe risparmiare il sostanzioso obolo dovuto al "diritto di brand", che prescinde sempre dai contenuti. Concludendo: un appassionato di automobili non può non essere contento per la nascita di questo marchio.
Ritratto di gjgg
2 aprile 2018 - 14:49
1
Almeno il 70% in più mi sembra una decisa esagerazione. Visto quanto viéne la Seat Cupra Leon (o se vogliamo analogamente visto quanto viene l' Ateca Tsi Fr) è facile presumere che questa non starà certo sotto i 40 mila euro (ma proprio a volersi trattenere). Il 70% in più significherebbe arrivare circa 70 mila euro. Per un Suv segmento C. Da giusto 300HP. Laddove lo stesso Q3 Rs Tfsi Quattro 2.500cc da 340HP viene meno di 60.000e. Il tutto, poi, partendo da una base che nella comparativa di AV di Febbraio 2017 la stessa Ateca coi 116HP e 200Nm del nuovissimo e quotatissimo 1.0 turbo sta nel giro di pista dietro alla 500x montante il vetustissimo e aspiratissimo (risalirà forse al periodo mediovale) 1.6cc da soli 110HP e miseri 152Nm. Fra l' altro oltre che nel giro di pista, la 500x fa meglio anche nello slalom (Ateca solo terza dietro anche alla HR-V) e nell'evitamento ostacolo. Quindi direi di lasciar decisamente perdere i proclami (altrove ho sentito addirittura paragoni con la suprema Stelvio!!!)
Ritratto di Damien
2 aprile 2018 - 15:05
5
Per forza che la 500X sia più veloce fra le curve, con quel assetto rigido che ti fa sentire tutte le imperfezioni stradali e che tutte le riviste hanno evidenziato deve essere più rigida negli slalom, anche se solo un malato mentale può comprare una 500X se cerca una guida dinamica (col 1.6 poi che consuma come una Audi S3). Ciò non toglie che le prestazioni di un Alteca Cupra (ma anche di un 2.0 tdi da 190 cv) una 500X (o un qualsiasi altro suv fiat) non le vedono neanche col binocolo.
Ritratto di gjgg
2 aprile 2018 - 15:21
1
Veramente in quella stessa comparativa la 500x prende in comfort 4 stelle su 5. Se avesse spezzato schiene non penso avrebbe superato le 2 stelle. Idem per i consumi, per la 500X e il suo preistorico 1.6 aspirato una media di 12.6 al litro contro i 13.4 della Ateca, non mi sembra che chi sceglie l'italiana si salassi rispetto a chi prende la Spagnola
Ritratto di Damien
2 aprile 2018 - 15:30
5
Veramente della comparativa non me ne può fregar di meno visto che si tratta di due schifezze automobilistiche. Il confort della 500X è esattamente da 2 stelle invece, come ci ha ben sottolineato questa rivista (https://www.alvolante.it/prova/fiat-500x-20-multijet) e con il consumo di 12.6 km al litro per 110 cavalli diventa davvero un auto imbarazzante fatta per chi non ne capisce assolutamente nulla ne di automobili ne di buongusto.
Ritratto di tramsi
2 aprile 2018 - 15:38
Concordo appieno e sfido chiunque a dissentire.
Ritratto di gjgg
2 aprile 2018 - 16:26
1
Beh scusa se le ritieni fetecchierie e il segmento non ti interessa minimamente ma l' articolo era ed è sulla Alteca, mica su una Pagani o McLaren.
Ritratto di Damien
2 aprile 2018 - 16:44
5
L'articolo è su un Alteca da 300 cv che svernicia tutti i suv fiat messi insieme. Detto questo non me ne frega niente di quest'auto, semplicemente i tuoi interventi sono talmente patetici senza il minimo senso logico che uno si sente in dovere di intervenire. Anche perchè alle tue balle qualcuno potrebbe anche crederci, visto quanto sei insistente nel scrivere fesserie.
Pagine