NEWS

La Cupra compie tre anni: tante le novità del 2021

Pubblicato 22 febbraio 2021

Dalla Formentor con 400 CV all'elettrica Born, il terzo compleanno della Cupra è ricco di novità. Inoltre, entro il 2022, la rete dei punti vendita salirà a 800 in Europa.

La Cupra compie tre anni: tante le novità del 2021

UN MARCHIO CHE CRESCE - Sono passati tre anni da quando Cupra è diventato un marchio a sé stante e oggi è più forte che mai: nonostante il crollo del mercato dell'auto del 2020, la Cupra non ha infatti mostrato alcun segno di rallentamento concludendo l'anno segnato dalla crisi economica dovuta alla pandemia con 27.400 vetture vendute (65.000 in tutto dal 2018), l'11% in più rispetto al 2019. E nel 2021 il piano annunciato dal presidente della Cupra, Wayne Griffiths (nella foto qui sopra), in occasione di una presentazione online, è di raddoppiare le consegne dello scorso anno.

MERITO DI ATECA E LEON - I buoni risultati si devono a una gamma moderna e in continua espansione che ha visto alla suv Ateca affiancarsi la nuova generazione della Leon e l'arrivo sul mercato della Cupra Formentor in autunno. Quest’ultima è la prima suv realizzata in toto dalla Cupra ed è stata lanciata in una delle sue varianti più potenti, con il 2.0 turbo a benzina da 310 CV, ma per il 2021 gli occhi sono tutti puntati sulle nuove versioni ibride plug-in: la Casa spagnola si aspetta infatti che una Formentor su due sarà mossa da un propulsore ibrido ricaricabile e lo stesso vale anche per la Leon. 

NEL 2021 LA PRIMA ELETTRICA - Ma le novità non si fermano qui e proprio in occasione dell'anniversario la Cupra ha svelato la versione più sportiva della Cupra Formentor, che si chiama VZ5 (della quale parliamo più approfonditamente qui) e la Cupra Born (foto qui sopra). la prima auto 100% elettrica del costruttore, che ha l'obiettivo di portare sportività e design tra le auto elettriche di fascia media. L'arrivo sul mercato della Born è atteso entro la fine del 2021 e con esso scopriremo tutte le caratteristiche tecniche della vettura. Inoltre, il marchio sta lavorando per portare in produzione il prototipo Cupra Tavascan.

LA RETE DI VENDITA - Con obiettivo così ambizioso come quello di raddoppiare i volumi di vendita nel 2021, la Cupra si è concentrata sull'ampliamento della rete delle concessionarie, che continuerà per arrivare a 800 punti vendita nel 2022, alcuni dei quali, denominati City Garage Store, posizionati in luoghi strategici come i centri delle grandi città europee. Non è escluso che uno di questi possa essere a Milano. 

LO SVILUPPO DEL MARCHIO - Dopo il prodotto e la rete di vendita, il terzo pilastro della strategia della Cupra è quello dello sviluppo del marchio verso i potenziali clienti. Una delle iniziative di marketing è stata sviluppata nel campo del paddle, uno sport in rapida crescita e nel quale la Cupra crede molto. Per questo, in collaborazione con la Wilson, ha realizzato una racchetta da paddle per il giocatore del World Padel Tour e Cupra ambassador Fernando Belasteguín. Con questa racchetta che il giocatore argentino utilizzerà in alcuni dei tornei del circuito professionistico. 

La Cupra ha anche annunciato una nuova collaborazione con il marchio De Antonio Yachts, un’azienda di yacht di design ad alte prestazioni con sede a Barcellona. I due marchi hanno lavorato insieme al design del D28 De Antonio Cupra, uno yacht nei colori iconici di Cupra. In futuro, l'ambizione dei due brand è quella di esplorare insieme la creazione di uno yacht a motore ibrido.

Infine, la Cupra ha presentato RPM, una produzione televisiva di fantascienza ambientata nell’anno 2101 dove le emozioni sono proibite e un gruppo di ribelli lotta per risvegliare l’umanità. Il cast include attori di spicco come Natalia Reyes, protagonista dell’ultimo “Terminator”, l’attore spagnolo Eduard Fernández della serie “30 Monedas” e l’attrice Juana Acosta, candidata ai premi Goya.

Cupra Born
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
28
21
19
12
21
VOTO MEDIO
3,2
3.227725
101




Aggiungi un commento
Ritratto di Voltaren
24 febbraio 2021 - 17:11
DS e Cupra non sono competitor, basterebbe masticare un minimo di automotive per esserne a conoscenza. Citare continuamente DS la rende più ridicolo della storia del designer...
Ritratto di paolo cremonesi
22 febbraio 2021 - 16:58
marchio inutile
Ritratto di Veenc
22 febbraio 2021 - 17:14
1
Avrà solo tre anni, ma il suo listino è più grande di quello Abarth e Alfa Romeo messi assieme. Certo che stanno facendo davvero un bel lavoro
Ritratto di FlavioD
22 febbraio 2021 - 17:34
Alle spalle hanno solo il secondo gruppo automobilistico più grosso al mondo. Beati loro, insomma.
Ritratto di RubenC
22 febbraio 2021 - 19:52
1
Veenc, diciamo che non ci vuole molto.
Ritratto di Walkyria1234
22 febbraio 2021 - 17:23
Cupra è sicuramente un nobile tentativo di ricercare un'identità propria, discernendo dal cliente classico Seat a quello sportivo in generale. Personalmente la trovo un'ottima idea di marketing e commerciale, in quanto permette al cliente di acquistare un marchio dedicato esclusivamente a un'impronta sportiva, senza tuttavia ricondurre filosoficamente al marchio Seat satellite di Volkswagen. È la stessa ricerca praticata dal marchio Abarth. Funzionerà? Vedremo...Saluti
Ritratto di desmo3
22 febbraio 2021 - 18:06
6
Abarth è partita e si è fermata 15 anni fa, da allora non ha fatto nessun progresso, anzi solo regressi.
Ritratto di Walkyria1234
22 febbraio 2021 - 18:34
Mi auguro che Cupra abbia un'altra traiettoria. Il mio voleva essere un parallelismo in termini puramente strategici; Cupra si presenta con un "pacchetto prodotti" decisamente più accattivante rispetto ad Abarth. È solo una mia opinione ma, come in politica due partiti evitano di fondersi e preferiscono collaborare parallelamente per non diluire i consensi, lo stesso principio si applica a volte nelle strategie industriali (in questo caso). Se lavoreranno bene sotto tutti gli aspetti, si creeranno un nuovo mercato di clienti Cupra. Saluti
Ritratto di Giuliopedrali
22 febbraio 2021 - 19:05
Cupra è storicamente 1000 volte inferiore ad Abarth ma anche a DS però fa un modello suo : la Formentor che vende più di DS in tutti i Paesi a parte la Francia, non ha niente in comune con Abarth comunque, punta più sull'alto di gamma, è una specie di proseguimento verso l'alto di Seat, come Audi lo è di VW.
Ritratto di Walkyria1234
22 febbraio 2021 - 19:26
Il prodotto finale non ha lo scopo di scontrarsi con valori storici ma, deve piacere per innescare le vendite. La filosofia sui valori storici non è oggetto di discussione alcuna, in quanto è del tutta soggettiva. Personalmente sono entusiasta che ci siano imprese del genere, che abbiano l'ideologia e l'audacia di credere in progetti così ambiziosi, soprattutto in tempi delicati come quelli attuali. Saluti
Pagine