NEWS

Cupra diventa un marchio autonomo 

22 febbraio 2018

Da logo per le versioni più sportive della Seat a marchio autonomo: Cupra diventa un brand a sé. L’esordio (da fine 2018, a circa 45.000 euro) con la suv Ateca.

Cupra diventa un marchio autonomo 

IN SPAGNA - È nato il marchio sportivo Cupra: il lancio è appena avvenuto a Terramar (Spagna). Da denominazione dei modelli “cattivi” della Seat, il nome si trasforma in brand indipendente. Cupra (da Cup Race, un richiamo al mondo delle gare) assume quindi un ruolo strategico nel gruppo Volkswagen: un po’ come Abarth per la Fiat. I primi modelli (la Leon Cupra e la suv Ateca) saranno contraddistinti da un nuovo logo, su cofano, portellone e volante, e verranno presentati al Salone di Ginevra di marzo. L’italiano Luca de Meo, il manager alla guida della Seat, spiega che la grafica del nuovo marchio trova ispirazione nello stile di vita dei popoli tribali, di cui riflette valori quali passione, precisione e coraggio. Il brand Cupra avrà spazi di vendita specifici all’interno di 260 concessionarie Seat selezionate in Europa.

ATECA: LA PRIMA CUPRA - Ad aprire il nuovo corso è una suv: la Cupra Ateca (foto qui sopra). Sportiva ed elegante, sfoggia la griglia superiore a nido d’ape, mentre la parola Cupra, in alluminio opaco, compare nella griglia inferiore, sopra il paraurti. Contribuiscono a rendere l’auto più grintosa i cerchi in lega di 19” e le grandi pinze dei freni nere. Il colore nero lucido caratterizza anche i mancorrenti sul tetto, così come gli specchietti esterni, le modanature laterali, le ruote, i diffusori davanti e dietro e altri elementi. Particolare la luce di benvenuto che proietta a terra il logo. Ricca la dotazione: caricabatteria wireless, amplificatore del segnale Gsm, telecamera con vista a 360 gradi dall’alto. Spinta dal 2.0 TSI a benzina da 300 CV con filtro antiparticolato di nuova concezione, l’auto ha il cambio DSG a sette rapporti e le sospensioni adattative. Oltre alla trazione integrale permanente 4Drive: che analizza, fra l’altro, le condizioni della strada, la velocità, la posizione del volante, nonché lo stile di guida per dare potenza alle ruote che ne necessitano. Stando alla casa, la vettura (in vendita da fine 2018 a un prezzo indicativo di 45.000 euro) raggiunge i 246 km/h e scatta da 0 a 100 km/h in 5,4 secondi.

ANCHE PER LE GARE - Sarà invece la TCR la prima Cupra da competizione, nelle gare dell’omonima serie del 2018. Inoltre, il marchio ha sviluppato due concept: una Cupra Ibiza (foto qui sopra) e una Arona. Che, però, non sono confermate come modelli futuri.

VIDEO
Cupra Ateca
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
10
11
15
16
42
VOTO MEDIO
2,3
2.265955
94
Aggiungi un commento
Ritratto di tramsi
24 febbraio 2018 - 13:58
Potrebbe dirsi lo stesso di tutti i neobrand. Il senso dell'operazione è nel marketing, che è fondamentale!
Ritratto di Ale94
22 febbraio 2018 - 23:44
1 cosa serve fare un marchio a parte Cupra e farlo partire da un suv come Ateca 2 45mila euro per un suv tuning (perchè sembra cosí) Seat non hanno senso ma chi lo compra? 3 fuori é inguaribile, pacchiano ma perché? Fare concorrenza ad Abarth? Lo stai facendo nel modo sbagliato allora. Come fare la UP! GTI misá che qualcosa sta andando storto...
Ritratto di Rikolas
23 febbraio 2018 - 00:36
Cupra? E cos'e? Una cera per il viso? Ma per favore, i tedeschi tanto per cambiare ci scopiazzano a destra e manca, prima con quella schifezza della Up Gti (che nei loro sogni dovrebbe concorrere con la nostra 500 !), adesso tentano di "promuovere" una sigla semi sconosciuta senza prestigio a marchio sportivo stile Abarth, per di più proponendo un ennesiko orripilante Suv! Lungimiranti come sempre i tedeschi! Fanno veramente pena, sono a dir poco ridicoli, e questa sarebbe una nazione che guida l'Europa? Ma cacciamoli via sti cialtroni mangiacrauti! E ancor più pena sono quelle persone che gli danno ancora fiducia comprando le auto, dopo tutta la maxitruffa del dieselgate oltretutto! Roba da manicomio... e adesso godiamoci lo spettacolo di vedere affossare un altra azienda, la Seat...
Ritratto di GranNational87
24 febbraio 2018 - 11:33
3
SOLO auto Tedesche! MAI FCA
Ritratto di studio75
23 febbraio 2018 - 07:54
5
Secondo me creare un marchio a se come per Abarth può aver senso nel gruppo Vw per evitare la sovrapposizione dei modelli sportivi. La golf R e Audi S3 si distinguevano dalla Cupra per la trazione integrale e 10cv in più. Adesso, magari, essendo un marchio a se, Cupra potrà avere le stesse soluzioni tecniche senza essere penalizzata dal brand Seat. Non credo proporrà modelli unici non essendo mai stati mostrati dei prototipi in tal senso.
Ritratto di Scaloppo
23 febbraio 2018 - 08:15
Quando la condivisione tra i brand del marchio è già al 100% vorrei capire che senso abbia una mossa del genere. Un marchio in più che non aggiunge niente e non ha un briciolo di storia.
Ritratto di GranNational87
23 febbraio 2018 - 08:53
3
Ma siamo sicuri che per lanciare un brand sportivo l'idea migliore sia farlo con un SUV.... -.-'
Ritratto di NITRO75
23 febbraio 2018 - 09:04
Ok vediamo per quanto durerà.....Non ha senso, un brand esclusivo, proprio perché tale, deve avere una storia alle spalle. Faccio il caso di Abarth, che ha senso sia un brand esclusivo per FCA, però a conti fatti è l'unico marchio che macina numeri sostenibili. Ci provano in tanti, ma i marchi principali non vengono mai tolti.
Ritratto di basti73
23 febbraio 2018 - 19:32
Prima di avere una storia bisogna prima di tutto iniziarla, ed è quello che sta facendo Seat con il marchio CUPRA che a differenza di quello che dicono in molti non è semi sconosciuto visto che la dicitura è sempre stata utilizzata dal marchio per contraddistinguere i suoi modelli più prestazionali. Poi parlando di storia è proprio necessario che un marchio esista per forza da 40/50/60/70 anni?? Esiste da circa 15 anni un piccolo marchietto sbucato quasi dal nulla che si chiama Pagani. Qualcuno lo conosce?
Ritratto di tramsi
24 febbraio 2018 - 01:59
Concordo! Idem dicasi di tesla.
Pagine