Cupra Tavascan: dopo l’ibrida, ecco l’elettrica

Pubblicato 02 settembre 2019

La concept Tavascan prefigura una crossover a batterie di medie dimensioni, con linee sportive e interni curati.

Cupra Tavascan: dopo l’ibrida, ecco l’elettrica

SECONDO “CAPITOLO” - Dopo la crossover ibrida Formentor, in vendita nel 2020, sarà una crossover elettrica la seconda auto della Cupra, il marchio sportivo della Seat. La casa spagnola darà un’anticipazione di questo nuovo modello con la proposta di stile Cupra Tavascan, attesa al Salone di Francoforte (10-22 settembre) che non “tradisce” l’approccio seguito per la Formentor: lo stile infatti è dichiaratamente sportivo, grazie all’unione di linee tese e altre più sinuose. A marcare l’affinità fra Formentor e Tavascan è pure il nome, sempre ispirato alla geografia, perché Tavascan è un paese catalano nei Pirenei (Cap de Formentor invece è una zona dell’isola di Maiorca). 

GIOCHI DI LINEE - L’aspetto grintoso della Cupra Tavascan è ben supportato dai dettagli, come i fari anteriori a led sottili e “accigliati” e il fascione anteriore che gioca sul contrasto fra superfici piene e vuote. Il cofano, il tetto e le fiancate (senza maniglie) hanno un aspetto più levigato. A definire la personalità della Tavascan contribuiscono inoltre i generosi passaruota, i vetri laterali di ridotta superficie e le maxi ruote di 22” verniciate color rame, il colore della Cupra. Si ispirano alla Formentor invece i fanali posteriori uniti. 

SCHERMI NASCOSTI - L’interno della Cupra Tavascan è più essenziale rispetto alla carrozzeria ed è caratterizzato dall'assenza di tasti e comandi fisici: i sistemi di bordo si controllano attraverso lo schermo a sfioramento di 13” nella consolle, che si affianca a quello di 12,3” per la strumentazione. La tecnologia è presente anche nei sedili di tipo sportivo, che integrano schermi ruotabili per intrattenere i passeggeri durante i viaggi. Non mancano comunque parti dell’abitacolo in fibra di carbonio, un sistema d’illuminazione con luci diffuse e rivestimenti in pelle e Alcantara. 

VELOCE, NON ESTREMA - La Cupra Tavascan è basata sul pianale MEB, che farà da base a tutte le future auto elettriche di dimensioni compatte e medie del Gruppo Volkswagen, compresa la berlina Seat el-Born nel 2020. I motori nella Tavascan sono due, uno sull’asse delle ruote anteriori e uno su quelle posteriori, che sviluppano una potenza complessiva di 306 CV e assicurano alla suv uno ‘0-100’ in 6,5 secondi. Le batterie agli ioni di litio da 77 kWh, alloggiate sotto il pianale, promettono un’autonomia fino a 450 km.

Cupra Tavascan
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
6
6
5
2
4
VOTO MEDIO
3,3
3.347825
23




Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
3 settembre 2019 - 19:11
Se Cupra farà davvero auto con un design così, o anche la Formentor, diventerà paradossalmente la Casa più interessante d'Europa. Più di Alfa, BMW o Jaguar al momento.
Pagine