NEWS

Spring Electric: anche la Dacia ha la sua elettrica

Pubblicato 15 ottobre 2020

La piccola Dacia Spring Electric è lunga 373 cm e ha forme da crossover. Le batterie di 26,8 kWh consentono di percorrere fino a 225 km con una carica.

Spring Electric: anche la Dacia ha la sua elettrica

ORA C’È ANCHE LA DACIA - Con le vendite di auto elettriche in forte aumento, le case automobilistiche stanno lanciando tanti nuovi modelli con questo tipo di alimentazione. Uno di questi è la Dacia Spring Electric, prima vettura a batterie della casa rumena, una citycar strettamente derivata dalla Renault City K-ZE già commercilizzata in Cina (i due marchi fanno parte del medesimo gruppo). La Dacia Spring Electric ha forme ispirate alle crossover, con un’altezza da terra pari a 15 cm. Le dimensioni della carrozzeria sono in linea con le altre citycar, infatti è lunga 373 cm, larga 162 e alta 152 cm, con un passo di 242 cm.

ALL’INSEGNA DELLA SEMPLICITÀ - Nella sua semplicità, il look della Dacia Spring Electric è piuttosto personale. Per renderla più vivace, si può ordinare il Pack Arancione, con i gusci dei retrovisori, il fregio nelle barre al tetto e inserti nella mascherina di colore arancio. La plancia è essenziale, quasi tutti i comandi sono alloggiati nella consolle centrale, che può essere arricchita con il sistema multimediale (offerto a richiesta), dotato di schermo tattile di 7”, comandi vocali e funzionalità Android Auto e Apple CarPlay. Fra i sedili anteriori c’è la rotella per gestire marcia avanti, folle e retromarcia. La Spring è omologata per quattro passeggeri e ha un baule di 300 litri con il divano in posizione d’uso e di 600 ripiegando lo schienale del divano. 

IL MOTORE - Collocato all’avantreno, il motore elettrico della Dacia Spring Electric invia la potenza di 44 CV e la coppia di 125 Nm alle ruote anteriori; attivando la funzione Eco, tramite un tasto nella plancia, la potenza viene limitata a 31 CV e così si riduce il consumo di energia, privilegiando l’autonomia. Il motore è alimentato da batterie di 26,8 kWh, garantite 8 anni o 120.000 km. Collegandole ad un impianto elettrico domestico da 2,3 kWh, servono circa 14 per effettuare il “pieno”; ad una colonnina da 30 kW, in meno di un’ora si rigenerano da 0% all’80%. L’autonomia è fino a 225 km, mentre la velocità massima è limitata a 125 km/h. 

ANCHE PER IL LAVORO - La Dacia Spring Electric dovrebbe essere l’auto elettrica più economica, quando arriverà in Italia tra luglio e settembre del 2021, con un prezzo ipotizzato inferiore ai 20.000 euro. Inoltre, sarà proposta anche in versione ad uso lavorativo, senza il sedile posteriore, con un vano di carico di 800 litri, con 325 kg di portata a 103 cm di lunghezza misurata al pavimento.

Dacia Spring
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
37
23
18
4
11
VOTO MEDIO
3,8
3.76344
93




Aggiungi un commento
Ritratto di Flynn
15 ottobre 2020 - 22:49
Confermo. E’ un modello matematico facilmente verificabile. Più l’auto si avvicina ai 60.000 euro e più incondizionatamente viene criticata.
Ritratto di Cancello92
16 ottobre 2020 - 12:06
E' normale più un'auto costa più ci si aspetta che abbia dei contenuti di alto livello e quindi si va a guardare il pelo nell'uovo e ci si aspetta che offra tanto. Difficilmente si possono giustificare delle lamentele su un'auto che costa "poco".
Ritratto di deutsch
16 ottobre 2020 - 16:31
4
non è quello il punto ma il fatto che tutte le altre critiche diverse da prezzo, sono sparite. fino a ieri il problema era l'autonomia, prestazioni ricariche ect . magicamente oggi tutti hanno la colonnina sotto casa, il garage, ed hanno utilizzo compatibili con questo veicolo che risulta essere l'auto con meno autonomia sul mercato
Ritratto di Andre_a
15 ottobre 2020 - 22:56
5
L’ho sempre pensato anche io, alla fine la gente guarda sempre al portafogli. L’elettrico sfonderà quando la sua convenienza economica sarà palese, per il resto va già bene così com’è oggi (non per tutti, ma per moltissima gente). Riguardo a questa Dacia boh... non so cosa possa pensare la gente nel 2020 di un’auto da 40 cavalli, eppure fino a non troppi anni fa era una potenza normale per un’utilitaria. Sicuramente ha il potenziale per eguagliare il successo di altre auto del marchio rumeno.
Ritratto di deutsch
16 ottobre 2020 - 09:48
4
è anche normale che guardi il portafogli, quello che non mi piace è che ci si nasconda dietro altre ragioni per criticare quando in realtà era una sola. io direi "non male quell'elettrica ma è fuori budget" invece la maggior parte si fa problemi a dirlo e tira fuori un sacco di scuse.... mah
Ritratto di Andre_a
16 ottobre 2020 - 10:47
5
Sono d’accordo. Purtroppo è un comportamento talmente radicato nell’essere umano che gli hanno dedicato una fiaba già 2500 anni fa in Grecia.
Ritratto di Oxygenerator
16 ottobre 2020 - 12:51
@ deutsch e Andre_a Sono d’accordo con voi. Stringi stringi, la manfrina è quella e non che sono devoti alle auto diesel di 20 anni prima o alle panda. Basta dirlo, senza trovare mille scuse imbecilli.
Ritratto di Flavio8484
16 ottobre 2020 - 12:18
Premesso che non la comprerò mai, ma qualsiasi elettrica finche non mi costringeranno(e ci vorrà poco di questo passo), credo proprio che abbia il prezzo giusto,se vuoi elettrificare le masse, non puoi partire da 60k, xche ci sono tante diavolerie a bordo...70 anni fa si motorizzò l italia con la 500, che aveva due cavalli e tre somari, e costava il giusto, infatti fece il boom! Oggi vale lo stesso discorso sull elettrico, devi elettrificare la massa, credi che tutti possano spendere 60k, per un prodotto imposto dalla legge??
Ritratto di deutsch
16 ottobre 2020 - 16:28
4
vorrei solo ricordarti le auto elettriche che costano meno dei 60k da te indicati, comedire o tesla o niente. citroen czero, peugeot ion e mitsubishi, le tre sorelle del gruppo vw su base up, la twnigo e la smart fortwo e forfour, la evo elettric ecco tutte queste al netto dell'incentivo nazionale e senza contare su quelli locali costano all'incirca 10/15 praticamente come un'utilitaria. nella fascia 20/30 troviamo la 500, la zoe la 208, la 2008 la corsa la leaf, la id3 e la enyaq, la ds3, la ioniq, la kona, la niro, la mx 30, la mini, la golf quindi più o meno come le rispettive versioni elettriche e di molte dovrebbe a breve arrivare la versione più economica, vedi 500 e id3. ha prorpio ragione ..... l'elettrico parte da 60k
Ritratto di Flavio8484
16 ottobre 2020 - 16:50
Ma xche capite sempre quello che vi pare?ho forse detto che tutte le elettriche costano 60k???
Pagine