NEWS

Dacia: arriva anche la multispazio

30 aprile 2012

Dopo la monovolume Lodgy, tra qualche mese toccherà alla Dacia Dokker, prima multispazio della casa romena. I prezzi dovrebbero partire da meno di 10.000 euro.

Dacia: arriva anche la multispazio

SI VEDRÀ A PARIGI - Nel corso della presentazione della monovolume Lodgy (qui il primo contatto), i responsabili della Dacia hanno ufficialmente annunciato anche l’arrivo di una nuova multispazio. Più alta e più corta di una quindicina di centimetri rispetto alla Lodgy, la Dokker (questo dovrebbe essere il nome) sarà disponibile anche come veicolo commerciale; il debutto è previsto al Salone di Parigi, in programma dal 29 settembre al 14 ottobre prossimi. Tanto per fare un paragone rimanendo in casa Renault (proprietaria del marchio Dacia), si tratterà di una sorta di Kangoo low cost.

CON LE PORTE CHE SCORRONO - In rete circolano già da qualche tempo i bozzetti ufficiali, da cui il sito www.automobile-magazine.fr ha ricavato una ricostruzione che pare decisamente realistica (foto in alto). Simile nel frontale alla Lodgy, con cui condividerà anche la sede di produzione (il nuovo stabilimento marocchino di Tangeri), la nuova multispazio della casa romena avrà le porte posteriori scorrevoli, per facilitare l’accesso al divano; facile prevedere anche un’abitabilità (per cinque persone) e una capacità di carico decisamente buone.

ADDIO ALLA LOGAN MCV - La meccanica, di origine Renault, sarà condivisa con le altre Dacia; pressochè certi i motori 1.6 a benzina da 82 cavalli e 1.5 turbodiesel, nelle versioni da 75 e 90 cavalli, mentre è da verificare se si potrà avere anche il nuovissimo 1.2 turbo a iniezione diretta di benzina con 116 cavalli (al debutto proprio con la Lodgy). Per la Dokker si può ipotizzare un prezzo d’attacco leggermente inferiore ai 10.000 euro, riferito alla 1.6 a benzina e con dotazione ridotta all’osso (niente “clima”, alzavetro elettrici e chiusura centralizzata). Per le turbodiesel meglio equipaggiate si salirà verso i 13-14.000 euro, che rimangono, comunque, prezzi decisamente competitivi per il tipo di veicolo. Infine, c’è da precisare che, a seguito del debutto della Lodgy e della Dokker, entro fine anno non verrà più importata la Logan MCV: la spaziosa giardinetta a cinque o sette posti in vendita ormai dal 2007, che ha tanto ha contribuito a far conoscere il marchio romeno in Italia.

 





Aggiungi un commento
Ritratto di Bmw Xdrive
1 maggio 2012 - 23:11
concordo con havier :-)
Ritratto di anton79
30 aprile 2012 - 17:52
come rumeno x adesso non comprerei MAi 1na Dacia.....una volta la Dacia ....era una machina che valeva 2 case (apartamenti)...adesso in mano agli francesi ...non vale nulla....oviamente, te la da x nulla e compri nulla.....fa piangere ...gli motori vechioti ed poco buoni e poi con certe carozoni...pese ...ed squilibrate.....Dacia = Fiat....fregatura maden EU....poveri noi aspiranti a EU...piu ci fregano + ci piace ...meglio la Hyundai & compagnia bella che tirano fuori certe machinuce belle e motori validi e troppo in avanti rispeto alla Dacia .....Dacia..Dacia...desteapta.te romane din somnul cel de moarte....(svegliati rumene dal sonno di morte)...e una frase dall nostro inno di stato...
Ritratto di Bmw Xdrive
30 aprile 2012 - 19:32
ahahahahahahahhaha :-)
Ritratto di gilrabbit
1 maggio 2012 - 08:14
perchè continui a nominare Fiat? Oppure come pensi che un romeno in romania con quello che guadagna possa acquistare un auto di costo superiore?
Ritratto di anton79
1 maggio 2012 - 19:37
ti raccomando una vacanza in RO....x poco tempo (che sicuramente di + non starai)....e te ne accorgerai che gli rumeni girano quasi tutti in audi bmw ww su 10 di queste machine sara 1na 2 dacia....e poi di fiat non si puo parlare in romania....nemmeno il piu povero rumeno si comprerebbe 1fiat....si compra una Dacia...se non a la posibilita di prendere machine a prezzo superiore....
Ritratto di algherdes
3 maggio 2012 - 16:14
Concorso al 100%, e non solo in Romania ma in tutti i paesi dell'est. Si è invertito tutto, noi siamo con le Fiat, Opel, Dacia, Ford, PSI e compagnia bella, e loro con BMW, Mercedes, VW, Subaru, Lexus e Volvo... In effetti dovremo imparare molto da loro (i paese dell'est); siamo abituati a cambiare auto appena cambia la moda o appena raggiungiamo i 100k km pensando che ci darà solo problemi e che sarà da buttare, invece, se volgiamo vedere quali sono le marche buone, basta farsi un giretto all'estero dove passano i 500k km e continuano a fare il loro lavoro. E' anche vero che la mano d'opera costa meno e che ti aggiustano la macchina con pezzi di altre macchine (i meccanici hanno più fantasia e sono anche più competenti), ma questa la chiamo anche ecologia. Si inquina di meno comprando un'auto nuova che consuma meno e buttare la vecchia o tenersi la vecchia e ripararla? Io rifletterei. Tornando invece alla Romania e alla Dacia, ho visto su youtube che invece la Duster sembra piacere a molti rumeni. Mi confermi anton?
Ritratto di gilrabbit
3 maggio 2012 - 17:16
Pensa che tutti i romeni di Roma hanno fatto incetta di Bmw. Non esiste più una bmw a roma che non abbia la targa RO. Certo bisogna girarci a largo perchè oltre la targa hanno anche l'assicurazione romena e sappiamo tutto come funziona!!! Conosco bene l'est europa per lavoro con mia figlia che fa la spola ogni settimana tra Roma e Timisoara. Pensa.. poverina vorrebbe portarsi lì una macchina per fare la spola tra albergo e lavoro ma non può perchè altrimenti la polizia rumena la ferma e con una scusa gli chiede il pizzo. Si hai letto bene. IL PIZZO!! Noi invece il pizzo ce lo facciamo chiedere dai rumeni nelle nostre ville e ce lo chiedono a calci, pugni, bastonate e qualche volta anche coltellate e spari. Il mio amico che ha un'attività nei pressi di Costanza mi racconta cose turche in merito alla povertà di quella gente quindi nopn inventiamoci che la romania sia un paese ricco. E' un paese di arricchiti che sono emigrati illegalmente e che con i soldi portati in patria si sono comprati o la casa o aperto il bar e giustamente per far vedere che sono ricchi si fanno il Bmw. Questi sono fatti e non chiacchiere. Un paese dell'est dove vado spesso e dove vorrei vivere è l'Ungheria ma li la gente è bella, educata e rispettosa. Turismo in romania? Non ne conosco se si eccentua quello sessuale e quello per giocare nei casinò di Timisoara. Pensa viaggio in aereo a/r, cena al casinò, albergo e 50 euro per una "curva" costo totale 470 euro: ogni venerdi partono aerei carichi di gente. I proprietari dei Casinò??? Italiani. http://www.senatorcasino.eu/en/photos.html#../photos/photocasino-senator_22.jpg
Ritratto di algherdes
3 maggio 2012 - 17:31
Comprendo la tua rabbia e di tutta la gente che viene molestata e derubata sopratutto in questo periodo da gente dell'est, però è pericoloso generalizzare. In passato pure gli italiani non avevano buona fama nè negli USA nè nella vicina Svizzera. Non sono stato in Romania ma vado pure io periodicamente all'est (ma non per i tuoi motivi). In quasi tutti i paesi dell'est la polizia chiede il pizzo, ma non perchè hai la targa straniera, ma la chiedono a chiunque sgarri anche di un minimo il codice della strada: non sono ben pagati ed è così che si fanno la giornata. Che abbiano marche blasonate non vuol dire che sia un paese ricco (se poi per paese "ricco" sia un complimento...L'Italia è un paese ricco? In confronto del bangladesh forse si, ma in consfronto del Giappone non ne sarei così convinto. tutto è relativo), anche perchè la maggior parte di queste sono auto usate comperate in europa (basta andare nei concessionari, non trovi più niente sopra i 100k km perchè autotreni Rumeni ecc. comprano tutto, pure incidentato). L'Ungheria sarà bella, ma pure non scherza con i suoi nazistoni... Un consiglio, forse in Romani "curva" vuol dire prostituta, ma ti sconsiglio usare quella parola in Russia, troveresti ben altro...
Ritratto di gilrabbit
4 maggio 2012 - 07:05
i nazistoni ungheresi sono di cultura austroungarica-italiana e turca ottomana. Noi italiani quando andiamo in città come Budapest ci dobbiamo togliere il cappello per il suo ordine e pulizia. Indubbiamente si vedono ancora le tracce delle battaglie per la libertà con i buchi dei mitra sulle facciate dei palazzi ma diamogli ancora 10 anni e tornerà al suo spelndore come una delle perle dell'europa. Gente cordiali, gentile e di grande dignità. Che anche lì la polizia faccia il giochetto del pizzo fino ad oggi non me ne sono accorto visto che ci vado sempre con la mia auto con targa italiana. Unica cosa è che se ritardi 5 minuti con il pagamento del tiket del parcheggio ti mettono le ganasce ma è una cosa che fanno con tutti e tutti pagano senza scherzare. Tornando alla gente ungherese è nazista per il semplice fatto che quando ai più anziani nomini, solamente sfiorando il discorso, il comunismo si mettono a piangere. Credo che ne abbiano passate veramente di tutti i colori e credo che un pò di comunismo per far rinsavire tanti nostri scellerati ragazzotti ci vorrebbe. Il fatto è che poi piangiamo tutti!!
Ritratto di viva fiat
1 maggio 2012 - 19:45
In Latino dicitur ladrocinium
Pagine