NEWS

La Daihatsu passerà totalmente alla Toyota

30 gennaio 2016

Ad agosto 2016 inizieranno le operazioni di acquisizione da parte del gruppo Toyota dell’intero pacchetto azionario della Daihatsu.

La Daihatsu passerà totalmente alla Toyota
ACQUISIZIONE TOTALE - Ad agosto la Daihatsu sarà al 100% di proprietà del gruppo Toyota, che dal 1988 ne detiene il 51,2% delle azioni. La notizia circolava da tempo come indiscrezione e pochi giorni fa la Toyota aveva confermato che stava valutando l’ipotesi. Ora è arrivata la notizia che la decisione è stata presa. Secondo quanto riportato dal colosso giapponese (leader mondiale con 10,15 milioni di veicoli venduti nel mondo nel corso del 2015) l’operazione avverrà attraverso uno scambio di azioni il cui avvio è programmato per l’inizio di agosto. Il tutto sulla base dei valori correnti delle azioni, che danno una valorizzazione di 2,96 miliardi di euro. La manovra è programmata per agosto, subito dopo che l’azione Daihatsu sarà ritirata dalla Borsa di Tokyo.
 
PER I MERCATI EMERGENTI - La Daihatsu nel 2015 ha venduto 794 mila veicoli (nella foto la monovolume Tanto), in calo del 13,3% rispetto al 2014. Il risultato ha contribuito a quello globale del gruppo Toyota, di 10,15 milioni di veicoli venduti, in calo dello 0,8%. Grazie al passaggio all’interno del gruppo Toyota, si prevede che la Daihatsu possa migliorare il suo equilibrio economico attraverso una più conveniente politica degli acquisti. Per il gruppo nel suo insieme i vantaggi dovrebbero basarsi sulle chances che la Daihatsu offre per l’accesso su alcuni mercati emergenti, in particolare mediante la sua specializzazione nel settore delle utilitarie e delle piccole vetture. Non è dato sapere se il nuovo assetto potrà avere conseguenze sul mercato europeo (cioè un ritorno), da dove la Daihatsu si è ritirata pochi anni fa.
 
ORGANIZZAZIONI SEPARATE - Il comunicato della Toyota precisa comunque che le due società manterranno le rispettive strutture manageriali e relativi modi di gestione, mentre saranno accorpati gli aspetti industriali per quanto riguarda le future piattaforme, i motori e i sistemi di trazione, nonché le politiche commerciali sui nuovi mercati. Va infine aggiunto che quasi contemporaneamente alla ufficializzazione della acquisizione del 100% della Daihatsu, la Toyota ha anche smentito l’intenzione di procedere a qualsiasi iniziativa nei confronti della Suzuki, come invece era stato scritto nelle settimane scorse.


Aggiungi un commento
Ritratto di ducati916
30 gennaio 2016 - 13:54
compratevi la fca! vale solo 8 milardi e mezzo la Daihatsu vale 3 milardi di dollari. la Fca e' a prezzo di saldo.... la mia e' solo fantafinanza pero' sapete quante cose si potrebbero fare se i due gruppi si fondessero davvero.... la gamma di sportive Toyota e' fenomenale, la gamma di auto premium e' migliore di quella teutonica, etc
Ritratto di MAXTONE
30 gennaio 2016 - 14:29
Ma ci sarebbe troppa sovrapposizione: Toyota con Fiat e Lexus con Maserati e Alfa Romeo, penso che come sta facendo adesso FCA con Mazda vada più che bene e porterà i suoi frutti.
Ritratto di AMG
30 gennaio 2016 - 16:26
Toyota con Fiat cooosa? Bear, riflettici un'attimo e ripensaci. Forse qualche modello della Toyota, tipo quelli entry level e di bassa gamma. Toyota è un marchio che con FIAT non ha nulla a che spartire
Ritratto di MAXTONE
30 gennaio 2016 - 16:30
Eh ma Panda-Aygo, Punto-Yaris, Tipo-Auris...insomma sono proprio le auto dai numeri maggiori in Europa.
Ritratto di VEIIDS
30 gennaio 2016 - 17:35
FCA non è scalabile facilmente, anzi: gli Agnelli detengono il 45% dei diritti di voto della società e buona parte dell'azionariato è dalla loro parte. Inoltre se comprassero più del 30% dovrebbero fare un' OPA obbligatoria. Altrimenti con meno del 30% sarebbero irrilevanti come quando entrò GM con il 20%... Senza contare che il titolo è sui minimi e che quindi non c'è la benché minima intenzione a cederlo a queste condizioni. Nel 2012 Fiat valeva 3 miliardi e già possedeva il 60% di Chrysler ma nessuno si avvicinò chissà perché...
Ritratto di Strige
31 gennaio 2016 - 19:41
semplice, perchè exor è più potente di quanto si pensi. Non sono fiattaro, ma la exor voleva comprarsi la formula 1 ed ecclestone disse no. Visto che su questo sito c'è sempre il duello FIAT vs VW, possiamo dire che la exor è un pelino più potente (economicamente) del gruppo VW. Così come la VW non può fallire, lo stesso dicasi della fiat/exor
Ritratto di IloveDR
1 febbraio 2016 - 08:35
4
Strige ma se, si dice, che 10 anni fa Fiat era a un passo dal fallimento, tutte scuse, allora?
Ritratto di napolmen4
1 febbraio 2016 - 12:53
ma e' fiat che ha comprato chrysler..mica il contrario!!!
Ritratto di Sepp0
30 gennaio 2016 - 15:25
Bello il mezzo nell'immagine. Scommetto che Maxtonno lo trova un capolavoro di design.
Ritratto di MAXTONE
30 gennaio 2016 - 15:49
Si vendono bene :)
Pagine