NEWS

Dal 25 luglio 2018 sarà attivo il nuovo Tutor

12 luglio 2018

Fra 13 giorni entrerà in funzione il SICVe-PM per la misurazione della velocità media in autostrada, il sistema che prende il posto del Tutor.

Dal 25 luglio 2018 sarà attivo il nuovo Tutor

16 TRATTI - Mercoledì 25 luglio 2018 verranno attivati in sedici tratti autostradali italiani i sistemi per la misurazione della velocità media SICVe-PM, che la società Autostrade per l'Italia metterà in funzione dopo essere stata costretta a spegnere il Tutor (qui la news). Il sistema SICVe-PM verrà acceso in 16 tratti autostradali a rischio incidente, dove erano più elevati i tassi di mortalità prima dell'entrata in funzione del Tutor: fra questi ci sono ad esempio il tratto dell'Autostrada A1 Milano-Napoli all'altezza del casello Modena Sud, in direzione Bologna; il tratto fra Celle Ligure e Albisola in direzione Savona dell'Autostrada A10 Savona-Ventimiglia; il tratto fra San Lazzaro e Castel San Pietro in direzione Ancona sull'Autostrada A14 Adriatica.

STESSO FUNZIONAMENTO - A seguire il sistema SICVe-PM verrà messo in funzione negli stessi punti in cui era presente il Tutor, ha fatto sapere Autostrade per l'Italia, l'azienda privata che gestisce in concessione gran parte della rete autostradale italiana e che negli ultimi tre mesi ha dovuto far fronte alla sentenza della Corte d’appello di Roma, che lo scorso 10 aprile ha stabilito che il sistema Tutor (rileva la velocità media delle auto in autostrada) viola un brevetto depositato oltre 12 anni fa da un'azienda fiorentina. Autostrade per l'Italia si è trovata costretta a disattivare, rimuovere ed eventualmente distruggere i Tutor. Dal 25 luglio entrerà in funzione un sistema alternativo ma con le stesse funzionalità, il SICVe-PM, che misura la velocità media all'interno di un tratto autostradale delimitato da due portali.

DOVE VERRÀ RIATTIVATO INIZIALMENTE

Aggiornamento del 13 luglio ore 10 - La società Autostrade in merito alla notizia sopra riportata ha volute precisare che: "In relazione alle indiscrezioni pubblicate sul sito di ASAPS sulla prossima attivazione di nuovi sistemi di rilevazione della velocità media sulla rete, Autostrade per l'Italia precisa che ogni valutazione e decisione puntuale circa le tratte, i tempi e le modalità di attivazione è di competenza della Polizia Stradale. Le informazioni già diffuse in questa fase, quindi, non hanno alcun fondamento".





Aggiungi un commento
Ritratto di Paolo-Brugherio
13 luglio 2018 - 15:20
6
E' vero, Pierre Cortese, che nelle autobhan tedesche non ci sono limiti, ma ti posso assicurare che laddove questi ci sono, tutti (Porsche e mega-Mercedes comprese) RISPETTANO i limiti segnalati, finanche quelli agli svincoli autostradali (da noi, chi li rispetta i 40 km/h sulle rampe di uscita?). Se poi hai timore che il tuo motore possa soffrire per una guida oltremodo turistica, puoi sempre "sgasare" usando un rapporto di cambio inferiore, così il tuo motore. resta bello sveglio..! Riguardo alla evoluzione dei tedeschi, embè, noi siamo veramente terzo mondo, almeno per quanto riguarda la "educazione" stradale: in Germania è sufficiente che un pedone si avvicini alle strisce pedonali e le auto si fermano, mentre da noi ti arrotano anche quando le stai già attraversando. Per non parlare del fermarsi col semaforo giallo... roba che da noi è un optional!
Ritratto di Lo Stregone
13 luglio 2018 - 16:00
Signor Cortese, lei non presta adeguata attenzione alle caratteristiche del ns paese. A volte ci sono e si vedono cose discutibili, altre volte invece i limiti servono e vanno mantenuti, infatti si vedono "soggetti" che adottano comportamenti funambolici per non rinunciare a viaggiare a tutto gas.
Ritratto di PongoII
12 luglio 2018 - 21:22
7
Tanto conta solo per gli italioti. Stranieri (cruccofoni in testa) continueranno a bruciare Telepass e sbeffeggiare i Tutor (o come si chiameranno ora)
Ritratto di AMG
13 luglio 2018 - 13:15
VERO! Incredibile quanto siano cafoni gli stranieri sulle autostrade italiane, per non parlare degli svizzeri. Io gli taglierei le gambe e gli bucherei tutte le gomme... Altroché! Gradirei un numero verde da chiamare quando si prende la targa del solito svizzero che fa le sue bravate sulle strade italiane, di modo che qualcuno lo vada a prendere e gli ritiri la patente... Che odio
Ritratto di rebatour
13 luglio 2018 - 19:19
Una grossa percentuale di targhe svizzere appartiene a immigrati (da tutto il mondo)
Ritratto di Alfa1967
13 luglio 2018 - 11:49
Mi chiedo per quale motivo una Smart e una Lamborghini debbano avere lo stesso limite di velocita'. Hanno la stessa sicurezza? Limite 130 su alcune tratte tipo la A26 A31 A28 sono assurdi
Ritratto di Lo Stregone
13 luglio 2018 - 15:46
Se non esistessero limiti, accadrebbe l'impensabile. Non tutti purtroppo siamo sintonizzati sulla percezione della sicurezza (per sè per gli altri).
Ritratto di Alfa1967
13 luglio 2018 - 16:59
Ok ma i limiti in autostrada andrebbero stabiliti in base alla cilindrata e alla sicurezza dell'auto. Esempio Panda Smart up ecc max 110
Ritratto di Lo Stregone
13 luglio 2018 - 17:25
Sì, è un'idea, però poi qualcuno farebbe sicuramente confusione e ne vedremmo di tutti i colori.
Ritratto di AMG
13 luglio 2018 - 13:13
INFORMAZIONE; funzionerà esattamente come il Tutor precedente? Ovvero sarà attivo solamente quando è presente la scritta sui cartelli d'informazione con le lettere mobili arancio? O sarà attivo anche senza la presenza di queste scritte? Ricordo che il tutor precedente era attivo solamente quando le scritte mobili erano accese e informavano dell'attivazione del tutor.
Pagine