Dalla Polonia al Giappone con la Nissan Leaf

Sono 16.000 i chilometri percorsi dal polacco Marek Kaminski al volante di un’auto elettrica in questo tour intercontinentale.

PERCORSO PROGRAMMATO - Partire in auto dalla Polonia alla volta del Giappone può sembrare un'esperienza nella “norma” per il primo uomo ad aver raggiunto in solitaria Polo Nord e il Polo Sud nello stesso anno. L'esploratore Marek Kaminski ha deciso però di rendere più avvincente la sfida, coprendo i 16.000 km da Zakopane a Tokyo al volante di una Nissan Leaf, la berlina elettrica che in questo modo ha provato di sapersela cavare anche in condizioni difficili, come appunto un viaggio attraverso otto paesi (Polonia, Lituania, Bielorussia, Russia, Mongolia, Cina, Corea del Sud e Giappone) dove in molti casi non è stato facile trovare una colonnina per ricaricare le batterie, che sulla berlina giapponese promettono un'autonomia massima di 270 km in città e autostrada secondo il nuovo ciclo di consumo WLTP.

PER IL MONDO A EMISSIONI ZERO - Kaminski ha effettuato questa impresa con l'obiettivo di mostrare che è possibile completare un viaggio estremo senza lasciare emissioni inquinanti, non soltanto atmosferiche ma anche acustiche: il motore infatti non emette alcun suono. Non a caso sulla Nissan Leaf faceva bella mostra l'hashtag #NoTraceExpedition (Spedizione senza tracce). L'esploratore polacco non intende fermarsi in Giappone, stando a quanto annunciato dalla Nissan, visto che ha già in programma di tornare a Zakopane da Tokyo. 

ANCORA PIÙ POTENTE - La Nissan Leaf è una berlina compatta a zero emissioni lunga 448 cm, che su strada abbiamo apprezzato per il comfort, la tenuta di strada e lo sterzo. La batteria è da 40 kWh e il motore eroga 150 CV, ma fra pochi mesi dovrebbero arrivare la batteria da 60 kWh e il motore da 200 CV, che dovrebbero garantire accelerazioni più brillanti e una migliore autonomia.



Leggi l'articolo su alVolante.it