NEWS

Debutto europeo per la Toyota Corolla

11 luglio 2013

L’undicesima generazione della Corolla arriverà solo su alcuni mercati del Vecchio Continente, non in Italia.

Debutto europeo per la Toyota Corolla
NON È PER NOI - Dopo il lancio in America, la nuova Toyota Corolla, l’undicesima generazione in 47 anni di onorata carriera, è pronta a sbarcare in alcune nazioni d'Europa. Abbandonata la classica forma della berlina con il portellone, la Corolla si è trasformata in una berlina con la cosa di medie dimensioni (è lunga 462 cm), andandosi a posizionare tra la Auris e la Avensis: una tipologia di vettura poco amata in Italia. Proprio per questo non verrà importata. Stilisticamente diversa dalla “sorella” americana nel frontale e nella coda, la Corolla dovrebbe assicurare un’abitabilità e un comfort migliorati, maggior efficienza, miglior dinamica di guida e sicurezza di prim’ordine. 
 
 
EFFICIENZA IN PRIMO PIANO - A seconda dei singoli mercati europei, la Toyota Corolla sarà disponibile con un motore diesel e con quattro a benzina ottimizzati, secondo la casa, per garantire il massimo risparmio di carburante. Vanno in questa direzione la riduzione del peso, l’attento studio aerodinamico che ha comportato un Cx di 0,27, l’adozione di pneumatici a bassa resistenza al rotolamento, l’utilizzo della tecnologia Valvematic (vedi più sotto), la modalità di guida Eco e il sistema stop&start. In dettaglio si parte con il 1.3 Dual VVT-i da 99 CV e 18 Nm di coppia massima che, abbinato al cambio manuale a sei rapporti, dovrebbe garantire percorrenze di 17,8 km con un litro di benzina. Il 1.6 Dual VVT-i  eroga 122 CV e 154 Nm di coppia e copre 15,1 km con il cambio manuale e 15,8 km con il cambio a variazione continua CVT. 
 
 
UN AUTOMATICO TUTTO NUOVO - Il 1.6 Valvematic della Toyota Corolla adotta un collettore di aspirazione a lunghezza variabile (massimizza il volume d’aria che entra nella camera di combustione), è capace di 132 CV e 160 Nm e può essere abbinato ad un cambio manuale a sei marce (16,6 km con un litro la percorrenza media dichiarata) o al nuovo automatico Multidrive S a sette marce con convertitore di coppia e tre modalità di utilizzo: automatico, Sport e Sport sequenziale (17,8 km con un litro). Il 1.8 Dual VVT-i sviluppa 140 CV e 173 Nm di coppia ed è equipaggiato esclusivamente con la trasmissione automatica Multidrive S (15,6 km con un litro). L’unico diesel disponibile è il 1.4 D-4D da 90 CV e 205 Nm che può essere abbinato sia al cambio manuale (26,3 km con un litro il consumo dichiarato) che all’automatico MultiMode a sei marce con modalità Eco, Manuale o Sport.




Aggiungi un commento
Ritratto di franci95
11 luglio 2013 - 23:23
2
Era di sicuro una Kia Optima, anche se sono d'accordo con te sul fatto che non sia importata, probabilmente l'avrà acquistata altrove oltre i nostri confini
Ritratto di ACCAROSSA無限
12 luglio 2013 - 13:21
A me le ultime Toyota piacciono tanto. Hanno acquisito un carattere piu sportivo rispetto le precedenti. Poi sono Toyota, non c'e bisogno di commentare il loro valore.
Ritratto di P206xs
13 luglio 2013 - 10:45
1
Non ne sentirò la mancanza......
Ritratto di preoccupato
14 luglio 2013 - 18:49
non è che sia un gran chè come stile ,le berline ormai sono in pensione da diverso tempo.
Ritratto di MAXTONE
8 agosto 2013 - 21:24
Guarda oltre.
Ritratto di Silvio Dante
15 luglio 2013 - 14:01
...anzi stanno festeggiando stappando qualche bottiglia di spumante (cèccrisi, specialmente in italì, e lo champagne costa). peggio per i clienti e la varietà di modelli a loro disposizione. e purtroppo per il collasso definitivo della società italiota mancano ancora 15-20 anni.
Ritratto di MAXTONE
8 agosto 2013 - 21:23
Mentre la Fart...pardon Dart,auto della quale porti il marchio come avatar e principale rivale, credo che non rientri neanche tra le prime 500...
Pagine