NEWS

Dieselgate: in Germania 1 miliardo di multa alla Volkswagen

13 giugno 2018

La magistratura ha inflitto la pesante multa al gruppo VW per la mancata sorveglianza nelle attività di misurazione delle emissioni.

Dieselgate: in Germania 1 miliardo di multa alla Volkswagen

MANCANZA DI SORVEGLIANZA - Dopo le pesanti sanzioni economiche subite negli Stati Uniti, per il gruppo Volkswagen arrivano ora quelle inflitte dalle autorità tedesche. A quasi tre anni dall’esplodere dello scandalo dei dispositivi illegali nei motori per manipolare i reali valori delle emissioni, la magistratura tedesca ha deciso di sanzionare la Volkswagen per un miliardo di euro. La casa ha fatto sapere che non presenterà ricorso contro il provvedimento, riconfermando la sua ammissione di colpa. Il provvedimento sanzionatorio è stato deciso dalla Procura generale di Brunswick, cioè la sede competente per la vicenda Dieselgate, dato che la sua giurisdizione è il land della Bassa Sassonia, dove si trova Wolfsburg, sede della Volkswagen. La motivazione della multa parla di “venir meno all’obbligo di sorveglianza” nelle attività di rilevamento delle emissioni. Questo nei confronti della società nel suo insieme, indipendentemente dalle responsabilità personali di manager e responsabili tecnici.

10,7 MILIONI DI AUTO IRREGOLARI - In pratica i magistrati inquirente, al termine della lunga indagine aperta dopo l’esplosione dello scandalo, rimproverano al gruppo Volkswagen di aver messo in commercio, tra il 2007 e il 2015, 10,7 milioni di veicoli mossi da motori EA288 (negli Stati Uniti e in Canada), e EA189 (nel monto intero) equipaggiati con “un software non autorizzato”. Nel dichiarare di accettare la sanzione che provvederà a pagare, la Volkswagen ha anche espresso l’auspicio che ciò consenta di voltar pagina in tutta la vicenda. “Volkswagen parte dal principio che la fine di questa vicenda avrà anche importanti effetti positivi su altri procedimenti in atto in Europa contro il gruppo” ha scritto il gruppo stesso.

UN CONTO SEMPRE PIÙ SALATO - Finora l’ammontare delle sanzioni inflitte alla casa a causa del Dieselgate era stimato in 25 miliardi di euro. Ora si aggiunge questo altro miliardo mentre restano in sospeso altri procedimenti aperti. In Germania, in particolare, c’è quello relativo alle accuse di manipolazione dei mercati, per le conseguenze che il comportamento dei vertici del gruppo (hanno negato fino all’ultimo) ha avuto sull’andamento borsistico dei titoli Volkswagen facendo perdere forti somme agli azionisti.



Aggiungi un commento
Ritratto di gjgg
14 giugno 2018 - 11:08
1
Per essere indietro intendevo che quando c'è un titolo "Scandalo nel mondo delle Auto" nella maggior parte dei casi poi approfondendo l'articolo non riguarda l'italia ma altre o meglio altra nazione, quindi siamo decisamente indietro in tale tipo di situazioni e abbiamo tutto da imparare. Il Kba ha preso la legnata da Vw non l'ho capita, forse intendevi ha preso legante dall'EPA americana? Per il fatto di verificare il softaware vedi appunto l'Epa che c'è riuscito benissimo. Il resto della risposta mi sembra una visione molto personale visto che, torniamo all'inizio di questa mia replica, anche dopo il dieselgate, quando leggiamo "Nuovo scandalo nel mondo Auto" alla fine proviene sempre da quelle zone. Cioè se come sostieni sfruttano gli scandali per migliorarsi -> a forza di scandali su scandali le prossime auto saranno così perfette e avanti che le si useranno direttamente al posto degli shuttle per andare nello spazio
Ritratto di Porsche
14 giugno 2018 - 11:12
il KBA ha perso la faccia nello scandalo Vw, perchè accusa di non controllare. Il fatto che l'EPA lo abbia trovato non significa nulla, perchè i motori Vw sono stati messi sotto controllo perchè negli USA volevano dimostrare quanto erano puliti, per cui hanno fatto controlli che in fase di collaudo non venivano fatti. E' stata fortuna per l'EPA. Lo dichiarò lo stesso ingegnere che ha trovato la falla. Lo scandalo si è cercato di gonfiarlo perchè fa comodo a mezzo mondo azzoppare i tedeschi, leader di mercato, ma agli arresti ci sono 3 persone, su oltre 600.000 dipendenti. Stiamo parlando veramente di una cosa infima. Che poi abbia fatto danni rilevanti questa è conseguenza del fatto che Vw è immensamente grande. Difatti gli scandali delle stesse industrie nipponiche la gente nemmeno sa niente....
Ritratto di Blueyes
14 giugno 2018 - 14:10
1
se vabbè...pure la mafia tiri fuori, allora parliamo dei nazisti e dei loro 20 milioni di morti già che ci siamo dai, buttiamola in caciara. "sei ignorante, informati, gnegnegne" radical chic del kaiser. P.S. ricordati che solo in Europa hanno permesso che si mettessero a posto le auto con un semplice tubo da sostituire al contrario che in USA. Der Deutsche Mafien
Ritratto di probus78
14 giugno 2018 - 10:31
Singolare: Un Paese che multa se stesso (il 20% delle azioni/diritti di voto all'interno diVW appartengono al Land bassa sassonia, ma avendo il diritto di veto sulle politiche strategiche del gruppo, di fatto il Land/Germania controlla il Gruppo intero. Veto previsto dalla famosa "legge volkswagen". Quindi adesso i tedeschi si automultano.. sono proprio corretti ed irreprensibili!
Ritratto di Porsche
14 giugno 2018 - 10:39
se non si multassero gente come te parlerebbe ancor di più
Ritratto di probus78
14 giugno 2018 - 11:53
Io parlo quando e come mi aggrada. Se avessero evitato questa farsa, probabilmente, avrebbero dato minor adito alle "parole" che tanto infastidiscono i fanboys.
Ritratto di Mattia Bertero
14 giugno 2018 - 11:00
3
In realtà la sola cosa che la Volkswagen doveva fare era ritirare le vetture incriminate, risarcire il proprietario del prezzo d'acquisto della vettura oppure dagliela un'altra di eguale valore a norma. Qui si sta parlando di una truffa al livello mondiale fatta e finita. Il problema è l'unica che sta pagando (poco) per ora. In futuro ne vedremo delle belle.
Ritratto di 6 in linea
14 giugno 2018 - 11:06
I tedeschi fanno tutto molto seriamente, anche le porc@te.....
Ritratto di aerovinci
14 giugno 2018 - 11:19
Multa ridicola, solo 100 euro a veicolo, ed erogata dall'ente sbagliato. Doveva essere l'unione europea a sanzionare la vw, così si sono fatti la multa da soli, cioè si prendono dei soldi dalla tasca e...se li rimettono in tasca. Furbi questi tedeschi, tutto per l'apparenza mah
Ritratto di Paolo.bravo
14 giugno 2018 - 13:36
Complimenti alla magistratura tedesca che ha avuto il coraggio di elevarsi al di sopra di interessi economici più che evidenti tra il condannato e la Nazione stessa.
Pagine