NEWS

La Dodge Viper esce di produzione

14 luglio 2017

La produzione della supersportiva della Dodge cesserà ad agosto, senza nessun altro modello sostitutivo in vista.

La Dodge Viper esce di produzione

LA FINE DI UN MODELLO EMBLEMATICO - La FCA, che possiede il marchio Dodge, chiuderà definitivamente lo stabilimento Conner di Detroit il prossimo 31 agosto dove viene prodotta la Dodge Viper, in accordo con il contratto firmato nel 2015 con il sindacato di categoria UAW. Alle 80 persone che attualmente lavorano nella fabbrica della città più grande del Michigan, la FCA offrirà la possibilità di ricollocarsi in altre posizioni offerte dal gruppo guidato da Sergio Marchionne, amministratore delegato della FCA.

IL CANTO DEL CIGNO - Commercialmente parlando, il declino della Dodge Viper è evidente. Nello scorso anno, nel mondo, 680 persone hanno deciso di acquistare la supersportiva da 90.000 dollari, con un calo dell’8,7% rispetto al 2015. Di sicuro, l’appeal sul mercato e i numeri a ribasso costante sono stati determinanti nella chiusura di una fabbrica diventata troppo onerosa rispetto al ritorno economico dato dalle vendite della vettura. Inoltre, aspetto non secondario, la Dodge Viper così com’è non avrebbe soddisfatto le nuove normative sulla sicurezza stradale introdotte dal governo americano con esecutività dall’1 settembre 2017. Il che avrebbe imposto una forte rivisitazione di un modello che, dal 1992 ad oggi, è praticamente rimasto fedele al suo Dna originale.

CINQUE GENERAZIONI - La prima Viper, la cosiddetta SR1, vide la luce nel 1992 con il marchio Chrysler; la biposto contava su un motore da 8 litri, V10, con 400 cavalli. Con la seconda generazione della Viper (SR2), in produzione dal 1996 al 2002, sono arrivate diverse declinazione di questa sportiva come la RT/10 e la GTS. Dal 2003 al 2007 è stata la volta della terza generazione della Viper (ZB1); l’aspirato è passato dagli 8 litri agli 8.3, sempre con 10 cilindri a V. La quarta generazione della Viper (ZB2) è stata prodotta dal 2008 al 2010 e ha visto altri 100 centimetri cubici aggiungersi al già corposo propulsore. Dal 2010 al 2013, la produzione della sportiva americana, diventata nel frattempo Dodge, venne stoppata. Dal 2013 al 2017, la Viper è tornata a calcare i listini internazionali e gli asfalti con la quinta serie ribattezzata Phase VX, che proseguirà fino al 2017. Nella quinta generazione della due posti, il motore è rimasto un 8.4 litri a 10 cilindri, forte di 645 cavalli.

Dodge Viper
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
35
6
6
2
0
VOTO MEDIO
4,5
4.510205
49
Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
14 luglio 2017 - 19:14
4
NeroneLanzi, che ti piaccia o no, Il Sergio in questi anni si è più dimostrato un buon Liquidatore Delegato, non un AD.
Ritratto di MaurizioSbrana
14 luglio 2017 - 19:19
1
Assolutamente corretto
Ritratto di Fulminebianco
19 luglio 2017 - 17:18
La Lancia da decenni fa parte del Gruppo FIAT, e il suo declino è iniziato da quando i due dalle narici ricoperte d'argento hanno preferito darsi alla finanza piuttosto che limitarsi a cercare di costruire auto all'altezza. Marchionne è solamente il boia pagato per dargli il colpo di grazia.
Ritratto di car_expert
14 luglio 2017 - 17:54
vettura nata "male" sotto l'ombra della corvette, con meccanica, elettronica e tutto il resto mai all'altezza della concorrenza, per non parlare del motore tanto unico quanto inefficiente e pesante...non so voi ma questa vettura di mitico o leggendario (a parte le due strisce) non ha mai avuto niente.
Ritratto di Fr4ncesco
14 luglio 2017 - 18:18
Sotto l'ombra non direi, è una tipologia diversa, magari meno apprezzata ma più di nicchia e poco importa se non è efficientissima ma ha una meccanica mostruosa, completamente analogica e una linea mozzafiato che sicuramente regala emozioni agli appassionati. È questa l'essenza della Viper.
Ritratto di MaurizioSbrana
14 luglio 2017 - 19:12
1
Si vede che capisci poco... rappresenta tutto quello che è lo spirito del made in usa... "cavalli americani"... il fascino è indubbio... per dire quel che hai detto non ne devi aver mai vista una dal vivo...
Ritratto di MaurizioSbrana
14 luglio 2017 - 19:10
1
Concordo e argomento nel mio commento in modo piu ampio...
Ritratto di Eccomi
15 luglio 2017 - 08:50
Ma cosa discorri, che della Viper non te ne frega nulla. Ogni occasione per dare addosso a Marchionne e FCA è buona. Se ne vendevano poche l'anno. Macchna sicuramente iconica, ma visti i costi di sviluppo, non rinnovabile ora.
Ritratto di MaurizioSbrana
15 luglio 2017 - 15:15
1
A me è sempre piaciuta la viper, e anzi, ero contentissimo quando eludendo lo stretto controllo di Marchionne la dodge ci aveva investito e l'aveva riproposta. Logico che poi all'interno di un segmento come quello andava sponsorizzata e incentivata meglio a livello aziendale, magari partecipando ad un campionato sportivo gt, o creando un campionato monomarca per piloti emergenti... ma se all'ad fca interessa solo di ferrari nel panorama sportivo, che vuoi farci? Ci rassegneremo a perdere un altra icona, come abbiamo gia perso la lancia delta, o la punto abarth, e via giu con l'elenco...
Ritratto di Fr4ncesco
14 luglio 2017 - 16:21
Pensavo già fosse terminata la produzione da tempo, forse stavano ultimando gli ultimi esemplari ordinati che nel frattempo hanno superato ben oltre il prezzo di 90.000$. Certo era diventato un prodotto troppo di nicchia per un grande produttore, però è stata una bella realtà, realizzata a mano nel cuore di Detroit fedele alla vecchia scuola. Modello fantastico; nata come riscatto dell'industria automobilistica USA dopo un decennio di difficoltà, vide nella sua realizzazione nomi celebri come Carroll Shelby, Lee Iacocca e Bob Lutz e fu presentata nel '91 ad Indianapolis quando tutti si aspettavano una "nipponica" Dodge Stealth ad aprire "i giochi", tra le proteste di appassionati e sindacati, lasciando invece tutti di stucco con quel poderoso V10 (derivato dai pickup, ma rivisto e corretto dalla Lamborghini che all'epoca faceva parte di Chrysler) in un autotelaio semplice e leggero dalle forme così sexy e accattivanti. E' arrivata pressocchè simile fino ad oggi, che anche è stata sviluppata "fuori progamma" nel tempo libero e presentata alla fine ai vertici Chrysler che hanno dato l'OK. Una delle auto più belle e affascianti di tutti i tempi. Però mai dire mai, nulla vieta che un giorno quando uno meno se lo aspetta ne faranno un'erede, non sarebbe la prima volta, anche perchè lo stabilimento di Conner Avenue, la "Home of Viper", continuerà ad essere tra gli stabilimenti FCA.
Pagine