NEWS

Prove da sportiva per la Dodge Dart

9 gennaio 2013

La Dodge presenterà al Salone di Detroit la Dart GT, versione sportiva della compatta che nasce sul pianale modificato dell’Alfa Romeo Giulietta.

Prove da sportiva per la Dodge Dart

NON È PER NOI - Osservando attentamente le foto, cresce il rammarico di non poterla ammirare e guidare in Italia. Il binomio Fiat-Chrysler sembra riuscito (pianale e motori sono italiani) e probabilmente la Dodge Dart avrebbe avuto il suo perché e la sua fetta di ammiratori anche nel “belpaese”. Ma tant’è, si tratta di una vettura prodotta negli States, a Belvidere (Illinois), per gli americani.

IN ATTESA DELLA R/T - Dopo la Dart SE, SXT, Rallye, Aero e Limited e in attesa di una possibile variante ad alte prestazione R/T, la Dodge ha rilasciato le specifiche tecniche e le immagini della versione Dart GT. Un ottimo compromesso fra sportività ed eleganza, caratterizzato da una dotazione di serie particolarmente ricca.
 
 
IL NERO LE DONA - Esternamente la Dodge Dart GT si riconosce per i cerchi in lega da 18 pollici, la calandra in total black, il doppio terminale di scarico, le cornici dei proiettori nere e le maniglie in tinta carrozzeria. L’abitacolo è arricchito dal rivestimento in pelle Nappa nera con cuciture a contrasto rosse o bicolore nero/rosso. Di serie su questa versione, tra gli altri, il sistema multimediale Uconnect con display touch da 8,4 pollici, volante e sedili anteriori riscaldati (a regolazione elettrica quello del guidatore), clima bizona, fendinebbia, telecamera posteriore e accesso senza chiave.
 
 
ALLETTANTE IL PREZZO - La Dodge Dart GT è mossa dal 2.4 MultiAir di seconda generazione da 186 CV abbinato ad un sei marce manuale (optional l’automatico a sei rapporti). Ritarate le sospensioni per una dinamica di guida più sportiva. La Dart GT sarà presentata ufficialmente al Salone di Detroit e sarà in vendita nella seconda metà del 2013 ad un prezzo di 20.995 dollari (circa 16.000 euro).
Dodge Dart
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
19
19
6
1
4
VOTO MEDIO
4,0
3.97959
49


Aggiungi un commento
Ritratto di LucaPozzo
9 gennaio 2013 - 16:16
Sul resuscitare Dodge in Europa avrei qualche dubbio. Prendi il Journey: é vero che aveva interni penosi e sospensioni da mal di mare. Ma non so se basta a spiegare il delta nei volumi rispetto al Freemont. Temo che il brand fosse comunque un handicap. Sulla Giulia concordo: al momento il plan la vede solo nel 2014 e spero che in qualche review si riesca ad anticipare il piú possibile. Di proporla con marchio Alfa non se ne parla. L'idea del gruppo é di portare Alfa ad essere un marchio premium, per cui non é possibile, senza grossi investimenti (per di piú dedicati solo ad una sola region, la peggiore), utilizzare il brand Alfa sulla Dart
Ritratto di Fr4ncesco
9 gennaio 2013 - 18:29
Cosa contraria è avvenuta invece per il Voyager. Col marchio Chrysler ne vedo abbastanza, di Lancia ne avrò visti 2-3. Anche di vecchie 300 ne vedo abbastanza mentre di Thema ne avrò viste quante le Lancia Voyager. Scommetto che se la 300 avesse mantenuto tale denominazione avrebbe venduto di più e trattandosi delle stesse auto ma con marchio differente posso immaginare che Lancia ha perso parecchio in immagine, visto che bastava il marchio americano a venderne di più. Riguardo i commenti sopra non avrebbe senso importare la Dart qui da noi, inoltre la versione Fiat già esiste dove cambiano solo frontale e retro adattati al family feeling Fiat. Questa la importerei (non dalla Cina però) e in alcuni mercati potrebbe sostituire la Linea e intanto essere proposta in variante wagon e 5 porte in sostituzione alla Bravo
Ritratto di LucaPozzo
9 gennaio 2013 - 23:05
Sí con i prodotti Chrysler l'effetto é stato contrario. Anche se bisogna dire che nel caso della Thema non si puó fare il paragone col vecchio modello: quest'ultimo era piú economico (anche perché prodotto appositamente in Europa, in maniera tradizionale e non a batch) e esisteva la SW (che copriva oltre il 75% dei volumi). Per la Viaggio come sostituta della bravo purtroppo la vedo lunga. Nei piani non sono ad oggi mai entrate le ipotesi (effettivamente formulate) delle versioni SW e hatchback perché i BC non stavano in strada
Ritratto di clips12
9 gennaio 2013 - 13:27
Ma Dodge non si trasformava in Fiat per il mercato europeo e viceversa ?? Mi sembra un errore non presentarla anche qui da noi.
Ritratto di Andrea Simone
9 gennaio 2013 - 13:43
Ma pare che tutto ciò che potrebbe aiutare l'azienda e l'immagine, venga sistematicamente rifiutato con gran fretta.
Ritratto di MatteFonta92
9 gennaio 2013 - 13:51
3
A me è sempre piaciuta quest'auto, anche secondo me è stato un errore non importarla in Italia, così come per la versione "cattiva" della Bravo commercializzata in Brasile. Evidentemente alla Fiat il mercato europeo non interessa come quello americano.
Ritratto di fabri99
9 gennaio 2013 - 14:11
4
Concordo, ma non credo non le importino per i disinteresse verso il mercato europeo... Se non gli interessasse il nostro mercato, non farebbero modelli nuovi e importerebbero quelli americani... Da questo si capisce che gliene frega meno di niente, ma non sto parlando di questo... Non credo sia troppo faticoso importare anche qui due auto da oltreoceano, ma probabilmente sono arrivati alla conclusione che non sarebbe conveniente, che lo scarso guadagno qui non ripagherebbe l'importazione... Ciao ;)
Ritratto di MatteFonta92
9 gennaio 2013 - 18:02
3
Parole tue: "Se non gli interessasse il nostro mercato, non farebbero modelli nuovi e importerebbero quelli americani". Verissimo, e infatti è proprio quello che la Fiat sta facendo, vedi le Chrysler 300 e Voyager rimarchiate Lancia e il fatto che Alfa stia ormai agonizzante e la Fiat abbia ancora in listino dei modelli ormai datati come la Punto.
Ritratto di fabri99
9 gennaio 2013 - 18:11
4
E' appunto quello che intendevo, non sono capaci di scegliere quali importare!! Ciao ;)
Ritratto di fabri99
9 gennaio 2013 - 14:01
4
Devo ammettere che la Dart comincia a piacermi, questa versione mi sembra interessante, anche se avrei preferito altre modifiche a livello estetico... Sembra un buon prodotto, sia dentro che fuori... Riguardo all'importazione, sono più favorevole ad importare la Viaggio venduta in Cina piuttosto che la Dart, proprio per il nome: Fiat secondo me venderebbe meglio di Dodge... Certo, la Dodge è più accattivante e cattiva, più adatta ai giovani, ma, oltre a non essere solo quella la clientela di un segmento C(padri di famiglia per esempio), basterebbe una Viaggio Abarth, un po' modificata per piacere pure ai giovani e per essere un po' più pepata... Io la vedo così, belle entrambe, importatele pure, ma secondo me meglio puntare sulla Viaggio... Saluti ;)
Pagine