NEWS

Prove da sportiva per la Dodge Dart

9 gennaio 2013

La Dodge presenterà al Salone di Detroit la Dart GT, versione sportiva della compatta che nasce sul pianale modificato dell’Alfa Romeo Giulietta.

Prove da sportiva per la Dodge Dart

NON È PER NOI - Osservando attentamente le foto, cresce il rammarico di non poterla ammirare e guidare in Italia. Il binomio Fiat-Chrysler sembra riuscito (pianale e motori sono italiani) e probabilmente la Dodge Dart avrebbe avuto il suo perché e la sua fetta di ammiratori anche nel “belpaese”. Ma tant’è, si tratta di una vettura prodotta negli States, a Belvidere (Illinois), per gli americani.

IN ATTESA DELLA R/T - Dopo la Dart SE, SXT, Rallye, Aero e Limited e in attesa di una possibile variante ad alte prestazione R/T, la Dodge ha rilasciato le specifiche tecniche e le immagini della versione Dart GT. Un ottimo compromesso fra sportività ed eleganza, caratterizzato da una dotazione di serie particolarmente ricca.
 
 
IL NERO LE DONA - Esternamente la Dodge Dart GT si riconosce per i cerchi in lega da 18 pollici, la calandra in total black, il doppio terminale di scarico, le cornici dei proiettori nere e le maniglie in tinta carrozzeria. L’abitacolo è arricchito dal rivestimento in pelle Nappa nera con cuciture a contrasto rosse o bicolore nero/rosso. Di serie su questa versione, tra gli altri, il sistema multimediale Uconnect con display touch da 8,4 pollici, volante e sedili anteriori riscaldati (a regolazione elettrica quello del guidatore), clima bizona, fendinebbia, telecamera posteriore e accesso senza chiave.
 
 
ALLETTANTE IL PREZZO - La Dodge Dart GT è mossa dal 2.4 MultiAir di seconda generazione da 186 CV abbinato ad un sei marce manuale (optional l’automatico a sei rapporti). Ritarate le sospensioni per una dinamica di guida più sportiva. La Dart GT sarà presentata ufficialmente al Salone di Detroit e sarà in vendita nella seconda metà del 2013 ad un prezzo di 20.995 dollari (circa 16.000 euro).
Dodge Dart
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
19
19
6
1
4
VOTO MEDIO
4,0
3.97959
49
Aggiungi un commento
Ritratto di Limousine
9 gennaio 2013 - 16:04
E' il solito, orrido cassonetto buono solo per americani e pseudo-Fiattari dediti al cattivo gusto.
Ritratto di impala
9 gennaio 2013 - 16:52
E davvero bella questa Dodge. In Europa potrebbe essere una buona alternativa, per esempio, a una Ford Mondeo.
Ritratto di Fr4ncesco
9 gennaio 2013 - 18:33
No, la Mondeo è di segmento superiore, la Dart se la vede con Jetta, Cruze ecc
Ritratto di maxs73
9 gennaio 2013 - 17:49
ma perchè non la portano anche in Europa ?!!!
Ritratto di Chromeo
9 gennaio 2013 - 19:05
un 2.4 con 186 CV non mi sembra un motore così tecnologico, comunque ci sono andati a guadagnare solo gli USA mentre noi ci siamo dovuti beccare una 300C rimarchiata
Ritratto di wiliams
9 gennaio 2013 - 21:57
Niente male la DODGE DART,esteticamente è molto valida,mi piace.Forse non la vendono in ITALIA e in EUROPA perchè potrebbe fare concorrenza alla GIULIETTA e alla BRAVO.
Ritratto di monodrone
10 gennaio 2013 - 11:33
Non male la Dart. Peccato che sia su base Fiat altrimenti sarebbe stata una scelta interessante.
Ritratto di lorenz23
10 gennaio 2013 - 15:57
ovviamente il motore è superato e in italia non venderebbe mai quel motore ma un pensierino a importarla potevano farlo...... al massimo ci si può sempre rivolgersi a ditte specializzate in importazioni
Ritratto di pierogiorgio
10 gennaio 2013 - 19:24
l'estetica è una cosa soggettiva ,comunque anche nella linea le ferrari piacciono in tutto il mondo ,denigrare i nostri prodotti se pur validi vuol dire sputare nel piatto dove si mangia se dovesse chiudere fiat cambiando discorso ci sarebbe un altro buon 25% di disoccupati senza contare tutto l'indoddo che ne consegue e non solo.non ci vuole tanto a capire che i tedeschi investono più di noi nell'industria, monti ha firmato un accordo con loro e la francia per risanare le loro banche hanno rubato nelle nostre tasche noi paghiamo sui prestiti il 7% i tedeschi l'1%.per questo le nostre industrie chiudono acatena
Ritratto di pierogiorgio
10 gennaio 2013 - 20:02
indotto
Pagine