NEWS

La Dart non sfonda negli Usa

31 agosto 2012

Secondo il Wall Street Journal, la nuova berlina del gruppo Chrysler non sarebbe partita col piede giusto. Tanto da mettere in discussione il piano di rilancio del costruttore americano.

La Dart non sfonda negli Usa

NON VENDE - Da Oltreoceano non giungono buone notizie per Sergio Marchionne. Nonostante il gruppo Chrysler generi profitti (leggi qui per saperne di più), qualche grattacapo al top manager italo-canadese potrebbero darlo le vendite della nuova Dodge Dart. Primo modello a nascere dall'integrazione tra il gruppo Chrysler e Fiat, la Dodge Dart non starebbe incontrando il favore sperato da parte del pubblico. Stando a quanto riporta il quotidiano Wall Street Journal, nei primi due mesi di commercializzazione (giugno e luglio), sarebbero state vendute solo 974 Dodge Dart. Troppo poche, secondo il noto quotidiano finanziario, che sottoliena come la Honda solitamente vende più Civic negli Usa in un solo weekend.

Small dodge dart 06

CARTINA TORNASOLE - Secondo il Wall Street Journal, già in passato critico nei confronti di Sergio Marchionne, il “flop” della Dodge Dart sarebbe tale da poter causare qualche problema al piano di rilancio della Chrysler. La Dart, dice il quotidiano finanziario, “è un primo importante test della visione di Marchionne di integrare le due società in un singolo produttore globale” che "usa la tecnologia Fiat per aiutare la Chrysler a diventare un player nel mercato delle auto di piccola e media cilindrata".

Small dodge dart 21

> Saperne di più della Dodge Dart

Dodge Dart
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
19
19
6
1
4
VOTO MEDIO
4,0
3.97959
49


Aggiungi un commento
Ritratto di onlyroma
31 agosto 2012 - 22:19
Ma sei un nuovo utente ? Chiedo xchè gig ha salutato tutti dicendo che sarebbe andato via da questo forum pieno di FIATTARI. Naturalmente è solo una mia curiosità. Certo è che se fossi tu,l'ultime righe che avevo scritto sul tuo post di ADDIO confermano i miei dubbi sulla non coerenza di molti utenti,te in primis. Saluti.
Ritratto di wiliams
31 agosto 2012 - 21:35
A me risulta che la 500 negli USA sta andando molto bene.La PANDA è orrenda????Forse lo è per te.La YPSILON è oscena???Forse lo è per te.La DART non piace???E' tutto da vedere e da dimostrare.L ALFA ROMEO annaspa nelle vendite in ITALIA???Non è una novità che in ITALIA non si comprano più auto nuove,anche LAMBORGHINI,FERRARI,MASERATI e PORSCHE annaspano in ITALIA.........purtroppo anche le famiglie italiane in questo momento annaspano.Ti dirò di più,vuoi sapere a livello EUROPEO le perdite di FORD nel primo semestre del 2012???Ha perso ben 457MILIONI di EURO.Ti dico anche che OPEL ha perso ben 510MILIONI di EURO,PEUGEOT-CITROEN ha perso la "bellezza" di 662MILIONI di EURO.E FIAT????Ha perso "solo" 264MILIONI di EURO.
Ritratto di wiliams
31 agosto 2012 - 22:28
Ti dirò di più........in ITALIA il GRUPPO FIAT annaspa ma le prime quattro auto più vendute in ITALIA nel periodo GENNAIO/LUGLIO sono PANDA,PUNTO,YPSILON e 500.Con GIULIETTA al nono posto.
Ritratto di AnniAddietros
1 settembre 2012 - 19:03
Straquoto in pieno
Ritratto di PEPPER78
31 agosto 2012 - 23:33
Prima di scrivere a vanvera bisogna documentarsi e essere obbiettivi, non basarsi sul solo articolo di una testata ... .! bisogna soprattutto esaminare entrambe le facce della medaglia! La 500 in Usa vende quanto e anche piu della Mini, la Dart venderà un casino, hanno gia ricevuto nel mese di agosto 3000 ordini , e si pensa di aumentare la produzione prevista! Le consiglio di analizzare bene prima di commentare, perche fa solo figuracce!
Ritratto di asco
1 settembre 2012 - 08:54
Le auto Fiat sono splendide, vendono benissimo (compatibilmente con la situaz.economica) e hanno costi di gestione irrisori rispetto alla concorrenza. Il problema è che per colpa degli italioti non è più possibile produrle qui e così come tante altre eccellenze nostrane anche Fiat ha dovuto riparare all'estero. Il problema dell'Italia non è Marchionne (osannato in USA) e non erano gli Agnelli; sei tu e i tuoi simili sempre pronti a comprare qualunque catorcio purchè estero.Svegliati se non vuoi finire a mangiare l'erba come in Argentina!
Ritratto di asco
1 settembre 2012 - 08:54
Le auto Fiat sono splendide, vendono benissimo (compatibilmente con la situaz.economica) e hanno costi di gestione irrisori rispetto alla concorrenza. Il problema è che per colpa degli italioti non è più possibile produrle qui e così come tante altre eccellenze nostrane anche Fiat ha dovuto riparare all'estero. Il problema dell'Italia non è Marchionne (osannato in USA) e non erano gli Agnelli; sei tu e i tuoi simili sempre pronti a comprare qualunque catorcio purchè estero.Svegliati se non vuoi finire a mangiare l'erba come in Argentina!
Ritratto di asco
1 settembre 2012 - 08:54
Le auto Fiat sono splendide, vendono benissimo (compatibilmente con la situaz.economica) e hanno costi di gestione irrisori rispetto alla concorrenza. Il problema è che per colpa degli italioti non è più possibile produrle qui e così come tante altre eccellenze nostrane anche Fiat ha dovuto riparare all'estero. Il problema dell'Italia non è Marchionne (osannato in USA) e non erano gli Agnelli; sei tu e i tuoi simili sempre pronti a comprare qualunque catorcio purchè estero.Svegliati se non vuoi finire a mangiare l'erba come in Argentina!
Ritratto di Fr4ncesco
1 settembre 2012 - 18:02
2
Scusa una attimo, ma il patriottismo non si fa comprando auto obsolete di scarsa gamma. Il mercato è libero ed ognuno è libero di comprare l'auto del paese che vuole. il patriottismo non è autoconvicersi che il proprio prodotto sia il migliore, ma pretenderlo e cazziare chi non è all'altezza di farlo spacciandolo inglorosiamente per made in italy. 500 a parte la condizione di Fiat in europa è penosa, se non fosse per il mercato americano è brasiliano già avrebbe chiuso i battenti. Se necessito di una segmento C wagon quale può essere un Astra o una Focus la Fiat cosa mi propone? Alternative come furgoncini quali Doblò o Qubo? E se mi serve un auto come l'Insigna o la Passat? devo deviarmi al Freemont. Per non parlare se cerco un auto di lusso! Potra essere il gruppo per eccellenza come dite voi, ossannato oltre oceano e invidiato dai crucchi per marchi come Alfa Romeo, ma la loro politica per il mercato europeo è a dir poco fallimentare e non me ne posso fare carico di certo io. Da Italiano pretendo auto italiane fatte come la storia dell'automobilismo vuole, non questi prodotti a dir poco scarsi!
Ritratto di asco
2 settembre 2012 - 19:12
Ti sbagli,il patriottismo si fà anche comprando il prodotto made in italy. Così fanno i francesi,i britannici,i crucchi,i Jap,i Koreani,i cinesi gli americani e tutti gli altri.Solo noi italiani abbiamo creduto alla storia del mercato libero.Provaci tu ad andare a vendere Ducati in Giappone o in Cina e te ne accorgerai! Purtroppo gli italiani sono troppo polli e finiranno veramente a mangiare l'erba !
Pagine